Al Pacino ripercorre il suo fantastico ruolo in Il Padrino

Quando vi siete incontrati tu e Coppola?

Per raccontarle un po’ di storia, Francis è stato il regista che ha avuto Zoetrope [his production company, American Zoetrope]e persone come Steven Spielberg e George Lucas e [Martin] scorse e [Brian] De Palma era tutto parte di un gruppo. Ricordo di averne visti alcuni quando Francis mi chiese di venire a San Francisco dopo avermi visto a uno spettacolo di Broadway. Conosci quella storia? Adesso racconto vecchie storie. [Laughs]

Va bene. Questo è il motivo per cui siamo qui.

mi ha visto sul palco [in the 1969 Broadway run of “Does a Tiger Wear a Necktie?”] Ma non l’ho mai incontrato. A quel punto aveva scritto “Patton” e mi ha inviato la sceneggiatura di una meravigliosa storia d’amore che ha scritto [which was never produced]. Voleva vedermi. Significava che dovevo salire su un aereo e andare a San Francisco, cosa a cui non ero abituato. Ho pensato, c’è un altro modo per andare? Non posso dire a questo ragazzo di tornare qui, vero? Ho detto che avrei puntato i denti e sono andato. Ho passato cinque giorni con lui. Questo film è stato davvero speciale. Ma ovviamente abbiamo rifiutato. Ero un attore sconosciuto che ha fatto due film, “You’re a Big Boy Now” e “The Rain People”. Così sono andato a casa e non ho più sentito niente di lui.

Ma l’hai fatto, alla fine. quando è stato?

“Needle Park Panic” non è ancora uscito. E ho ricevuto una telefonata da Francis Coppola, un nome del passato. In primo luogo, ha detto che avrebbe diretto Il Padrino. Ho pensato, ok, forse sta attraversando un piccolo tracollo o qualcosa del genere. Come gli hanno dato “Il Padrino”?

READ  Marisa Tomei ha ottenuto il "pagamento anticipato" per il suo ruolo in "Il re di Staten Island"

Non pensavi fosse possibile che lo stesse facendo?

Devo dirtelo, è stato davvero un grosso problema. È stato un grande libro quando sei un attore, non metti davvero gli occhi su queste cose. Non sono lì per te. Sei in un certo punto della tua vita in cui non verrai accettato in quei grandi film, almeno non ancora. E disse, non solo che la guidava, [breaking into laughter] Ma voleva che lo facessi. Mi dispiace, non voglio ridere qui. Sembrava così terribile. Eccomi qui, a parlare con qualcuno che penso si sia capovolto. Ho detto, in che treno sono? Sì. umorismo uomo. Michael voleva che lo facessi. Ho pensato, OK, sono d’accordo su questo. Sì, Frances, ho detto, bene. Sai come ti parlano quando scivoli? Dicono: “Sì! Certo che lo è! Sì!” Ma non lo era. Era la verità. E poi il ruolo è stato assegnato.

La Paramount notoriamente si è opposta all’idea che tu interpreti il ​​ruolo.

Bene, hanno rifiutato tutto il suo equipaggio! [Laughs] Brando ha rifiutato. Hanno rifiutato Jimmy Kahn e Bob Duvall. C’è stata una lotta.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply