Andre Matos è morto: addio ad una delle migliori voci del power metal

La notizia arriva improvvisa, in un afoso Sabato sera: l’ex batterista degli Angra scrive su Facebook che dovrà dire addio ancora una volta al suo ex cantante, questa volta per sempre.
Stando a questo messaggio, André Matos è morto, a 47 anni. Al momento, non si conoscono le cause della sua scomparsa.

Lo stato di shock è ripreso da Tobias Sammet, che aveva cantato accanto a Matos pochi giorni fa, quando il 2 Giugno a San Paolo André salì come ospite sul palco degli Avantasia: la sua ultima performance pubblica.

“Sono devastato da questa notizia tragica, la scomparsa del mio amico André Matos, con il quale ho condiviso il palco solo 5 giorni fa. Sono sotto shock. I miei pensieri, e le preghiere, vanno verso la sua famiglia.”

Questo il video dell’esibizione:

Anche se Matos ha abbandonato gli Angra nel 2001 (dopo soli 10 anni di vita con la band), il suo nome resterà per sempre legato al gruppo power metal brasiliano, anche se nel frattempo ha pubblicato anche tre album solisti e tre album con gli Shaman.
Andre prese parte (quando era ancora negli Angra) ad un concorso per la sostituzione di Bruce Dickinson negli Iron Maiden, classificandosi nella Top 3 dei finalisti: si narra che alla fine fu scelto Blaze Bayley perchè Steve Harris voleva per forza qualcuno inglese. Chissà come sarebbe stata diversa la sua vita, e quella del mondo del metal, con una sua vittoria…

Proprio in questi giorni si parla di anniversari di Gods of Metal – Andrè era presente fin dal primo, con gli Angra subito sotto gli headliner Manowar.

Presenziò altre tre volte (1999, 2003, 2006) – è una bella permanenza nel pantheon delle divinità del metallo. Se lo merita.

Andre Matos: 14 Settembre 1971 – 08 Giugno 2019. Rest In Peace.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*