Annunci diretti: la Russia occupa l’Ucraina

L’invasione russa dell’Ucraina e le sanzioni aeree creano grandi ostacoli nel cielo, con forti ripercussioni sui vettori a lunga distanza, che di solito attraversano i cieli dell’Europa orientale diretti in Asia.

A partire da domenica, diversi paesi europei avevano annunciato che avrebbero chiuso il loro spazio aereo per aerei e aerei russi. Germania, Italia, Francia e Spagna.

Domenica, il presidente della Commissione europea Ursula van der Leyen ha confermato che l’UE sta chiudendo il suo spazio aereo alla Russia.

Canada Ha anche annunciato che chiuderà il suo spazio aereo per la Russia domenica.

Il Regno Unito e la Russia si sono vietati a vicenda di volare o atterrare ai propri confini. Altre sanzioni hanno iniziato a seguire, con Polonia e Repubblica Ceca che hanno limitato l’accesso ai voli russi venerdì.

Se l’Europa e la Russia rinnovano l’era della Guerra Fredda, tutto ciò potrebbe avere conseguenze significative per i passeggeri, le compagnie aeree e il costo dell’aviazione, poiché le traiettorie del cielo sono deviate attorno a una cortina di ferro tesa nel cielo.

Oltre a causare una significativa lacuna nella mappa del traffico aereo dell’Europa orientale, l’interruzione del traffico a lunga distanza è stata finora minima. Anche gli aerei russi che utilizzano lo spazio aereo internazionale sull’Atlantico non sono stati interessati, sebbene l’area sia gestita da servizi aerei con sede nel Regno Unito.

Ma che dire dei voli per l’Asia orientale? Nei gelidi giorni della Guerra Fredda, eludere l’Unione Sovietica significava volare intorno alla Groenlandia fino all’Alaska a nord, fare rifornimento ad Anchorage e poi raggiungere il Giappone intorno allo stretto di Bering. I voli per la Cina sono entrati in Cina attraverso l’Asia centrale, ad eccezione dell’Afghanistan attraverso il Mar Nero e il Caucaso.

READ  Gli Steelers hanno assunto Brian Flores come assistente nel bel mezzo del suo caso NFL

Non ci siamo ancora. Grazie alla gamma di velivoli moderni, non sono necessari tali passaggi.

L’impatto sulle attuali compagnie aeree commerciali interessate dal governo e sui loro passeggeri sarebbe relativamente minimo a questo punto se ci fossero sanzioni tra Russia e Regno Unito, Polonia e Repubblica Ceca. Allo stesso tempo, la situazione potrebbe facilmente degenerare.

“A causa delle dimensioni geografiche della Russia, le compagnie aeree di tutto il mondo sorvolano lo spazio aereo russo ogni giorno”, ha affermato Michael Robertson, co-fondatore di FlightRador24, un servizio di sorveglianza dell’aviazione. CNN. “Dal Regno Unito, di solito ci sono una dozzina di voli al giorno attraverso la Russia verso luoghi come Hong Kong e l’India.
“Ognuno delle centinaia di voli dall’UE verso destinazioni in Asia passa attraverso la Russia, e la maggior parte del traffico merci tra gli Stati Uniti e gli Stati Uniti passa attraverso una piccola parte dello spazio aereo russo. I numeri prima del governo. Non ancora del tutto recuperato . “

In termini di compagnie aeree, Aeroflot è l’unica compagnia aerea passeggeri russa a servire il Regno Unito. British Airways, la più grande compagnia aerea del Regno Unito, serviva Mosca prima della guerra. La società madre di BA, International Airlines Group, ha annunciato che le sue compagnie aeree non voleranno nello spazio aereo russo.

All’inizio del conflitto, la US Air Traffic Administration ha emesso istruzioni NOTAM (Air Travel Notice) ai vettori statunitensi per evitare di operare in aree che coprono tutta l’Ucraina, la Bielorussia e la Russia occidentale. Alcune compagnie aeree passeggeri americane passano attraverso la Russia e sono lente a riprendere i voli diretti per l’India dopo la chiusura del governo dell’aereo.

READ  Notizie recenti sulla guerra Russia-Ucraina: annunci in diretta

Le reti asiatiche di British Airways e Virgin Atlantic, nel frattempo, non sono state in gran parte ripristinate dopo essere state sospese a causa dell’epidemia di Kovit-19. I servizi passeggeri delle compagnie aeree britanniche sono relativamente bassi, con confini relativamente chiusi agli arrivi internazionali per motivi di salute pubblica in Giappone, Cina e altri paesi.

Leggi di più su come l’aviazione globale potrebbe essere influenzata dall’invasione russa dell’Ucraina Qui.

Al rapporto hanno contribuito Al Goodman, Paula Newton, Martin Goilando, Hada Messiah e Chris Liagos della CNN.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply