Biden condanna l’attacco non provocato e non provocato della Russia all’Ucraina



CNN

il nostro presidente Joe Biden In una dichiarazione rilasciata mercoledì sera, ha condannato “l’attacco russo non provocato e ingiustificato da parte delle forze militari russe”. dopo le esplosioni in Ucraina.

Secondo un alto funzionario dell’amministrazione Biden, gli Stati Uniti e i loro alleati giovedì hanno in programma di rilasciare “l’intera portata” delle sanzioni discusse nelle ultime settimane in risposta all’attacco.

“Il presidente Putin ha scelto una guerra premeditata che avrebbe portato a enormi perdite di vite umane e sofferenze umane”, ha detto Biden. Solo la Russia è responsabile della morte e della distruzione che questo attacco causerà, e gli Stati Uniti, i loro alleati e partner risponderanno in modo unito e deciso. La Russia sarà ritenuta responsabile dal mondo.

La dichiarazione della Casa Bianca è arrivata in risposta alle esplosioni in tutta l’Ucraina, inclusa la capitale Kiev. Poco prima dell’inizio dei bombardamenti, il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato una “operazione militare speciale” e ha chiesto il “disarmo” dell’Ucraina in dichiarazioni televisive.

Anton Gerashchenko, consigliere del ministro dell’Interno ucraino, ha affermato che “l’invasione russa è iniziata” con attacchi missilistici su Kiev, in un gruppo ufficiale WhatsApp con i giornalisti.

Una prima valutazione dagli Stati Uniti è che questo è l’inizio di una vera e propria invasione russa, secondo un alto funzionario statunitense che ha familiarità con l’ultima intelligence statunitense. La fonte ha affermato che la credenza comune era che le esplosioni udite vicino a Kiev e Odessa fossero molto probabilmente razzi, mentre le esplosioni intorno a Kharkiv nell’Ucraina orientale erano più probabilmente proiettili di artiglieria, data la loro vicinanza al confine.

Biden ha avuto una chiamata sicura con i membri della sua squadra di sicurezza nazionale dalla Casa Bianca mercoledì sera, il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki. cinguettare. Ha detto che Biden è stato raggiunto dal Segretario di Stato Anthony Blinken, dal Segretario alla Difesa Lloyd Austin, dal Presidente del Joint Chiefs of Staff, il generale Mark Milley, e dal Consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan.

Biden ha anche parlato al telefono con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. In una dichiarazione sulla chiamata, Biden ha affermato di aver informato Zelensky sui “passi che stiamo compiendo per ottenere la condanna internazionale, anche stasera al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite”.

“Mi ha chiesto di invitare i leader mondiali a parlare contro la palese aggressione del presidente Putin e di sostenere il popolo ucraino”, ha detto Biden.

In un discorso giovedì mattina in Ucraina, Zelensky ha affermato che sta attuando la legge marziale in tutto il paese e ha esortato gli ucraini a mantenere la calma.

“Niente panico. Siamo forti. Siamo pronti a tutto”, ha detto. “Conquisteremo tutti perché siamo l’Ucraina”.

Biden ha detto che intende parlare con le sue controparti del G7 e si rivolgerà al popolo americano giovedì. Ha detto che intendeva annunciare “altre conseguenze” che gli Stati Uniti ei loro alleati avevano pianificato di imporre alla Russia per “questo inutile atto di aggressione contro l’Ucraina e la pace e la sicurezza mondiale”.

“Ci coordineremo anche con i nostri alleati della NATO per garantire una risposta forte e unita che determini qualsiasi aggressione contro l’alleanza”, ha affermato Biden.

Mentre il funzionario dell’amministrazione ha rifiutato di rivelare i dettagli, gli Stati Uniti hanno pianificato di prendere di mira le due maggiori banche russe, così come altre società finanziarie, e si sono preparati a implementare controlli sulle esportazioni per tagliare l’accesso della Russia alla tecnologia occidentale fondamentale per interi settori economici russi.

È anche probabile che altri membri della cerchia ristretta di Putin e le loro famiglie saranno presi di mira.

Le discussioni stanno continuando nella tarda serata di mercoledì tra funzionari statunitensi ed europei sulla forma finale del pacchetto, ha affermato il funzionario. Sarà anche un argomento di discussione durante l’incontro virtuale programmato del G7, ha affermato il funzionario.

Il funzionario ha affermato che i funzionari statunitensi rimangono in allerta per qualsiasi attività informatica contro obiettivi nazionali chiave, comprese banche e infrastrutture critiche.

Giovedì la squadra di sicurezza nazionale di Biden intende informare la Camera e il Senato in telefonate separate e non riservate sulla situazione in Ucraina. I legislatori di entrambe le parti hanno condannato fermamente le azioni della Russia nelle dichiarazioni di mercoledì e hanno invitato gli Stati Uniti a inasprire le sanzioni contro Mosca.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha tenuto una riunione di emergenza mercoledì sera a New York, mostrando uno schermo notevolmente diviso mentre i diplomatici pronunciavano discorsi mentre il discorso di Putin veniva trasmesso dalla televisione russa e le esplosioni iniziavano in Ucraina. L’ambasciatore dell’Ucraina alle Nazioni Unite, Volodymyr Yelchenko, ha interrogato direttamente il rappresentante della Russia nel suo discorso.

“Circa 48 minuti fa, il vostro presidente ha dichiarato guerra all’Ucraina”, ha detto Yelchenko. “Ho dichiarato guerra. È responsabilità di questo organismo fermare la guerra”.

L’ambasciatore statunitense alle Nazioni Unite Linda Thomas Greenfield ha parlato per la seconda volta mentre la riunione delle Nazioni Unite volgeva al termine, osservando che Putin “ha lanciato un messaggio di guerra” durante la riunione del Consiglio di sicurezza. Ha detto che gli Stati Uniti presenteranno una risoluzione alle Nazioni Unite giovedì.

“Nel momento esatto in cui ci incontriamo in Consiglio alla ricerca della pace, Putin ha inviato un messaggio di guerra con totale disprezzo per la responsabilità di questo Consiglio”, ha detto Thomas Greenfield.

In qualità di ultimo oratore della riunione, Yelchenko ha nuovamente rivolto la sua attenzione all’ambasciatore russo alle Nazioni Unite, Vasily Nebenzia, che ricopriva la carica di presidente del Consiglio di sicurezza.

Guarda la reazione dell’ambasciatore ucraino mentre il suo omologo russo difende gli attacchi di Mosca

“Accolgo con favore la decisione di alcuni membri di questo consiglio di riunirsi il prima possibile per prendere in considerazione la necessaria risoluzione di condanna dell’aggressione che sta compiendo contro il mio popolo”, ha detto Yelchenko. Non esiste un disinfettante per i criminali di guerra. Vanno dritti all’inferno, ambasciatore. ”

Nebenzia ha risposto dicendo che Mosca non è stata aggressiva contro il popolo ucraino ma contro la “giunta militare” al potere a Kiev, prima di precipitarsi a porre fine alla riunione dell’Onu.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori sviluppi.

READ  Convalida di falsi video sul conflitto in Ucraina

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply