Cameo, ovvero: tutti i musicisti metal che vi possono fare gli auguri (a pagamento)

Lo slogan di Cameo è semplice: “Fatti inviare messaggi personalizzati dalle tue celebrità preferite”. Anche la realizzazione del tutto è semplice: si cerca la star desiderata, le si manda un messaggio specificando a chi devono fare gli auguri (o un discorso motivazionale, o i complimenti per matrimonio o laurea), si paga, e in meno di un giorno si riceve un video della star che, in maniera più o meno personale e intima, manda ciò che si è richiesto.
Cameo è un segno dei tempi: si cerca sempre più il contatto con i personaggi famosi, e farsi fare gli auguri è la nuova frontiera che permette alle star di arrotondare un po’ i loro compensi. Funziona molto per gli auguri ad amici, più che come regalo personale, ma ognuno può far dire quel che vuole al suo vip preferito.
Sul sito ci sono più di 30mila celebrità, più o meno note o importanti, presenti nel “catalogo”, e ci sono tantissime persone insospettabili, in mezzo a wrestler, giocatori di basket, vip, influencer, scrittori: quel che oggi interessa a noi è nella categoria musicisti, e in particolare i musicisti metal.

Le fasce di prezzo sono molto varie – per questo ho deciso di esporvele accanto al nome, perchè Cameo è proprio un catalogo da sfogliare in modalità “prezzi chiari, amicizia lunga”. Cliccando su ogni nome, si accede alla sua pagina, dove sono visibili alcuni esempi di come fanno gli auguri, di quanta (o quanto poca) passione ci mettono, e altri dettagli.
Guardando qualche profilo a caso, notiamo come Max Cavalera (46 dollari) vi farà sentire come un caro amico, chiamandovi Brother e mettendoci la giusta dose di interesse, mentre invece
Marky Ramone (92 dollari) è purtroppo pessimo, leggendo con poco entusiasmo un bigliettino.
Beau Bokan (27 dollari), dei Blessthefall, a botte di 27 dollari sta riscuotendo gran successo con la sua fanbase femminile – gli auguri a petto nudo devono essere particolarmente graditi. C’è Lena Scissorhands degli Infected Rain (11 dollari), molto apprezzata dagli amanti dei blog di donne nude e dai redattori di Metal Skunk, e c’è la più conosciuta Carla Harvey (32 dollari) dei Butcher Babies.

Guardando bene, per i più appassionati, si possono avere gli auguri (separati) da membri di intere band: c’è un bel pezzo dei Dream Theater (Jordan Rudess (46 dollari),
James LaBrie (50 dollari), Mike Mangini (41 dollari) – e, per i nostalgici, Mike Portnoy (46 dollari)), e ci sono praticamente tutti gli Anthrax (Scott Ian (69 dollari), Charlie Benante (55 dollari), Joey Belladonna (37 dollari), Frank Bello (23 dollari), Rob Caggiano (63 dollari)).

Nelle fasce incredibilmente basse di prezzo, ci sono pezzi grossi come Gary Holt (23 dollari) (che è molto amichevole, ma al quale non si possono perdonare gli occhiali da cecato totale), Paul Bostaph (32 dollari), Corey Beaulieu dei Trivium (23 dollari), David Ellefson (23 dollari) (un prezzo incredibilmente conveniente, per un membro fondatore dei Megadeth!), Phil Demmel (14 dollari) e Vinny Appice (23 dollari) (povero Vinny, così si svende!).

Segnalando la possibilità di ricevere un saluto dal sempre piacente Mark McGrath degli Sugar Ray (91 dollari), passiamo alle fasce molto alte di prezzo: Dee Snider (184 dollari) chiede molti soldi, ma ha due vantaggi: quello che incassa lo dà in beneficienza, e fa dei video molto lunghi e amichevoli, è un piacere ricevere qualcosa da lui; Doro Pesch (202 dollari), che si dimostra emozionata da quel che dice, e mostra impegno nell’indossare la sua intera divisa metallara, giacca di pelle e borchie compresa, laddove molti si presentano con maglietta o, si sospetta, in mutande; Tommy Lee (368 dollari) che però fa quasi tutti i video a petto nudo, sicuramente bonus è interessante; Sebastian Bach (367 dollari) fa i video in casa o sua o dal giardino, canta un pezzo di canzone, e soprattutto si può vedere la sua collezioni di dischi d’oro e statuette dei Kiss; Alice Cooper (276 dollari) che sta in vestaglia e mascherina anti-Covid, togliendola poi con un grande effetto scenico. C’è anche
John 5 (184 dollari), che è appena arrivato, ha solo un video di presentazione in cui suona “Happy Birthday” con la chitarra e sembra interessante – ma il prezzo sembra un po’ elevato, e nel video lui sembra un po’ Will Ferrell…

Un personaggio che tirava molto ma che si è tolto da Cameo è Vince Neil, dopo che un suo augurio di compleanno è diventato virale per i motivi sbagliati – i rischi di fare queste cose mezzi ubriachi e fuori di testa, andando a sbiasciare il nome errato e altre cose a caso.

Dopo questa panoramica, cosa pensate di questo servizio? Lo usereste come regalo di compleanno? Lo trovate triste?
A livello personale, non trovo nulla di male, e come regalo sembra perfetto, ma c’è anche un lato negativo assurdo nel poter far dire alle star quel che si vuole: ho visto molti musicisti pubblicizzare l’uscita di questo o quel disco di band sconosciute, fornendo una pubblicità pazzesca sui social su un prodotto del quale alla star frega meno di niente, e poi c’è il caso assurdo del cantante degli Sugar Ray assunto per comunicare il licenziamento di un tizio.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*