Crematory: messaggio passivo-aggressivo verso i fan “dal cul0 pesante”, e minacce di scioglimento

I Crematory sono in giro dal 1991. Sono tedeschi, sono partiti come band death metal, incorporando nell’arco di 15 dischi anche sonorità industrial, ottenendo un sound riconoscibile ed un discreto seguito nell’underground.
Purtroppo, “un discreto seguito nell’underground” nel 2018 non basta più ad una band per sopravvivere, e sembra proprio che i Crematory siano arrivati ad un punto tale di sfiducia, da adottare una tattica passivo-aggressiva verso i propri fan, arrivando a chiamarli “culi pesanti” e minacciando di annullare il tour e sciogliersi, se non compreranno i biglietti per il prossimo tour ed il nuovo disco. Nuovo disco solo cd e vinile, però: nel lungo post su Facebook la band si scaglia a muso duro contro i servizi di streaming come Spotify, ma anche con il digital download legale, mettendo in mostra il fatto che il sistema non paga praticamente niente gli artisti.
Trovate il comunicato qui di seguito, tradotto in Italiano. A leggerlo tutto, non si può dar torto ai Crematory. Purtroppo, però, certe tattiche comunicative possono avere anche ripercussioni negative, e minacciare i propri fan potrebbe rivelarsi controproducente.

Vedremo come andranno le vendite del disco, a questo punto…

“La fine dei Crematory? “Oblivion” sarà l’ultimo studio album e il tour in maggio sarà l’ultimo?

Il nostro nuovo disco, “Oblivion”, sarà pubblicato venerdi 13 aprile 2018. Avevamo in programma di promuovere l’album con un tour, che dovrebbe iniziare il 27 aprile 2018 e dovrebbe tenerci impegnati in Germania per tutto Maggio. Ma questo accadrà solo se voi fan muoverete i vostri culi pesanti e inizierete a comprare i biglietti per gli show. Le prevendite sono orribili e cancelleremo completamente il tour se i numeri non cresceranno significativamente.

La cosa più importante è che voi compriate il nostro nuovo CD e l’edizione in doppio vinile, perchè quando guardo le statistiche di vendita mi viene da vomitare. In questo periodo vendiamo molti più download e stream di quanto non vendiamo con i prodotti originali, e questa sarà la fine per tutte le band, perchè da questa merda non si guadagna niente se paragonata alle vendite dei CD. Questo vuole anche dire che una band non può guadagnare soldi a sufficienza per produrre un album che suoni abbastanza bene per poterlo mettere in vendita.

Peggio ancora, tutto lo streaming sulle piattaforme merdose come iTunes, Spotify, Deezer, Napster e tutto il resto non fa guadagnare le band. Il nostro ultimo album, “Monument”, ha un milione e mezzo di streaming e non abbiamo venduto nemmeno l’1% in CD o vinili.

Non può più andare avanti così! Non sono solo i Crematory a soffrire di questa situazione, ma solo noi abbiamo le palle di alzarci in piedi e dirvi com’è la situazione. Svegliatevi, metalheads, e iniziate ad onorare il valore della vera musica e tornate ad acquistare dischi. Non vogliamo che la musica venga sprecata e ridotta a essere immagazzinata in un hard disk, una chiavetta USB, una scheda SD con un formato dalla pessima qualità sonora chiamato MP3.

Speriamo che comprendiate quanto questo sia importante per noi. Per invogliarvi a comprare il disco, anzichè farne un download legale o peggio ancora ascoltarlo in streaming, vi offriamo qualcosa di speciale. In ogni cd o vinile che venderemo, ci sarà un buono da 10 euro che sarà possibile scontare sul nostro merchandise, sia ai concerti che online. Questo significa che comprare un cd o un vinile, costerà anche meno rispetto ad un acquisto di digital download – e avrete in mano un digipack con il booklet, i testi, le foto ed un poster.

Cari fan, per favore, comprate CD ed LP e dimenticatevi dei download, altrimenti non ci sarà un altro album dei Crematory. Non rendete “Oblivion” il nostro ultimo lavoro e supportateci in tour. Iniziate a comprare biglietti, e potremo fare dei bellissimi concerti. Anche dopo 27 anni di vita, noi dei Crematory vogliamo ancora andare avanti, ma è tutto nelle vostre mani. Credete in voi stessi e soprattutto nei Crematory!”

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*