I Dieci Comandamenti Delle Rockstar: la recensione del libro

I Dieci Comandamenti Delle Rockstar è un libro che raccoglie 50 interviste fatte ad altrettante star della musica (metal, rap, country, hardcore, pop), ognuna distillata in dieci micro-capitoli con un titolo a forma di “comandamento divino”. Spinte dagli intervistatori della rivista inglese Q, queste star si sono messe in cattedra per dare delle piccole “lezioni di vita”, condensate ognuna in 3 pagine.
Per capirci, l’aspetto è questo:

E’ difficile parlare di questo libro senza semplicemente citare il consiglio dato da chi l’ha messo insieme, il direttore della rivista inglese Q:
“Vi consiglio di tenere la vostra copia a portata di mano anche dopo averla letta, per quei momenti in cui la noia o i dubbi vi attanagliano. Vi aiuterà a risolvere le crisi, vi darà ispirazione. Mettetela anche su uno scaffale basso, se possibile. Non si può mai sapere quando i bambini che girano per casa avranno bisogno di farsi cambiare in meglio la vita”.

Per chi ama la musica, c’è molto su cui riflettere, o ridere, o ridere e riflettere, e magari in mezzo a qualche consiglio troppo “tecnico”, c’è anche qualche interessante lezione di vita che si potrebbe provare a seguire.
Qualcuno, tramite i suoi consigli, racconta anche qualche aneddoto della propria band: Chuck D ad esempio, consigliando di “evitare gli hotel”, dice che parte della rabbia onstage dei Public Enemy derivava dalla consapevolezza che non avrebbero avuto un tetto sotto cui dormire. Iggy Pop, invece, racconta SOLO aneddoti, al punto che bisognerebbe essere già delle star abituate a tagliarsi il petto con delle bottiglie, o a drogarsi troppo, per poter prendere come buoni i suoi suggerimenti.
Con qualcuno potreste trovarvi sorprendentemente d’accordo (Noel Gallagher si dimostra molto saggio, cominciando con “Se fai bei dischi, il resto non conta”, ammettendo di far schifo come frontman, ma di aver la fortuna di aver scritto dei pezzi che la gente vuole sentire), con altri magari vi arrabbierete (si dovrebbe spiegare a Josh Homme che “so di non sapere” è un concetto elaborato da Socrate circa 2400 anni fa, anche se il cantante dei Queens Of The Stone Age lo presenta come suo), di altri riderete (Lars Ulrich che dice di bersi un intero litro d’acqua appena svegli!), ma qualcosa rimarrà dentro, terminata la lettura.
Per chi ama l’hardcore, in ogni caso, il libro avrebbe potuto semplicemente intitolarsi “I Dieci Comandamenti di Henry Rollins”. I suoi consigli sono i più azzeccati. Siate tutti come Henry.

Il libro può essere un ottimo regalo di Natale (o per ogni ricorrenza) per chi aprezza la musica in generale – ovviamente si correrà a leggere per primi i nomi a ciascuno più noti o seguiti, ma certe chicche arriveranno dai personaggi più inaspettati.

Q Magazine
I DIECI COMANDAMENTI
I precetti delle rockstar per migliorarti la vita
Traduzione: Stefania Renzetti
Casa Editrice: Tsunami Edizioni

208 pagine
19,00 Euro

I Dieci Comandamenti: la presentazione del libro

Q Magazine
I DIECI COMANDAMENTI
I precetti delle rockstar per migliorarti la vita

Con i precetti di:

Shirley Manson, Rod Stewart, Tori Amos, Bono, John Lydon, Ronnie Spector, Blondie, WycleF Jean, Ronnie Wood, Kesha, Alice Cooper, Nile Rodgers, Pete Townshend, Mary J Blige, Stevie Nicks, Johnny Marr, Henry Rollins, Sean Paul, Iggy Pop, Big Narstie, David Crosby, Lars Ulrich, Ice-T, Ezra Koenig, Chuck D, Tom Meighan, Azealia Banks, George Clinton, Father John Misty, John Cale, Charli XCX, James Blunt, Tricky, Brian Wilson, Josh Homme, Caleb Followill, Big Boi, Chris Martin, Dave Gahan, Dave Grohl, Eddie Vedder, Raekwon, Matt Bellamy, Matthew Healy, Neneh Cherry, Suggs, Richard Ashcroft, 50 Cent, Noel Gallagher, Ed Sheeran.

«Tutte le cose belle della vita mi sono state consigliate dai miei eroi musicali. Nessuno ha avuto su di me lo stesso impatto delle rockstar.

Sono sempre stato attratto dai metodi che possono trasmettere efficacemente ai lettori le lezioni imparate dalle rockstar, e I DIECI COMANDAMENTI, una rubrica che la rivista Q ha pubblicato per quasi un decennio, in cui le star di un vasto spettro musicale e generazionale propongono le loro lezioni di vita, è senza dubbio il metodo più godibile e profondo.

I DIECI COMANDAMENTI è pieno di interviste, alcune nuovissime e altre tra le nostre preferite di sempre. Sono tutte profondamente illuminanti. Vi consiglio di tenere la vostra copia a portata di mano anche dopo averla letta, per quei momenti in cui la noia o i dubbi vi attanagliano. Vi aiuterà a risolvere le crisi, vi darà ispirazione. Mettetela anche su uno scaffale basso, se possibile. Non si può mai sapere quando i bambini che girano per casa avranno bisogno di farsi cambiare in meglio la vita».

***

La rivista inglese Q è stata fondata nel 1986 da Mark Ellen e David Hepworth, e si è subito distinta per la qualità degli articoli, delle fotografie, e specialmente delle interviste.

Nel corso degli anni, Q ha dato il suo nome a una stazione radio e a un’emittente televisiva, ora entrambe chiuse, e dal 1990 assegna annualmente i Q Awards, tra i riconoscimenti musicali più prestigiosi in Gran Bretagna.

È attualmente una delle riviste musicali e di costume più importanti e vendute al mondo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*