Dreamcatcher a Milano: foto e commenti dal concerto ai Magazzini Generali, 27 Ottobre 2019

Dreamcatcher band live Milano 2019 - photo by Paolo Bianco

Quando si parla di concerti Kpop, per i frequentatori di concerti “tradizionali” di musica occidentale è sempre richiesta una apertura mentale verso altri modi di fare spettacolo. Le DreamCatcher arrivano dalla Corea del Sud, sono in giro dal 2017 e continuano a mietere successi, riuscendo anche ad allontanarsi dal pubblico strettamente “idol” in cui molti gruppi femminili kpop vengono incasellati. Arrivano per la prima volta a Milano, felicissime di visitare l’Italia, e propongono addirittura due ore di show.
Di “show” si tratta, andando ben oltre il semplice “concerto”, perché oltre a cantare, le ragazze ballano, si intrattengono a lungo in chiacchierate con il pubblico grazie ad un traduttore italo-coreano, e addirittura dopo un’ora di performance si concedono venti minuti di lotteria, mettendo in palio una dozzina di bandiere e cd autografati, prima di passare a fare ascoltare una anteprima su cd delle nuove canzoni, commentate in diretta dal gruppo.
Se tutto questo può sembrare strano ai profani, per gli Insomnia (i fan delle Dreamcatcher) è tutto perfetto: le grida di approvazione non rallentano quasi mai (solo durante la lotteria, all’ennesimo numero che non si trova, l’entusiasmo è leggermente sceso), e ad ogni nuova mossa e coreografia il volume aumenta. Impressionante anche vedere come il pubblico che riempie i Mgazzini Generali riesca a cantare alcune delle hit più famose (Piri, Deja Vu) andando ben oltre le parole inglesi, ma seguendo tutto il testo coreano.
Le ragazze danno il massimo, salutano e ringraziano ripetutamente il pubblico, riuscendo anche a ricambiare il favore e parlando qualche parola di Italiano.

Descrivere un concerto del genere è difficile: è uno dei momenti migliori dell’anno per chi è appassionato, mentre per i genitori che accompagnano i figli sarà decisamente un’esperienza strana. Per i curiosi, è una esperienza da provare. Certamente non è per tutti, i fan di Britney Spears (la prima cantante-coreografa che mi viene in mente) o dei Nightwish (le cui atmosfere sono ricordate in Piri, ad esempio) potranno rimanere interdetti. Ma se volete aprire la mente, il Kpop rimane un luogo interessante da visitare…

Dreamcatcher a Milano: foto del concerto ai Magazzini Generali

Dreamcatcher a Milano: scaletta del concerto ai Magazzini Generali

Questa è una foto della scaletta del concerto suonato a Milano – trascriverei volentieri tutte le canzoni, ma alcune sono scritte in coreano e dalla tastiera non riesco a copiarle…

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*