Frasi culTV: Milly Carlucci, Michelle Hunziker, Piero Chiambretti, Vincenzo Salemme

Ecco le dichiarazioni cult sulla televisione rilasciate a quotidiani o settimanali da personaggi dello spettacolo e/o addetti ai lavori.

Dichiarazioni tv 1-7 dicembre 2019

Michelle Hunziker (conduttrice di All together now, in onda il mercoledì alle 21.45 su Canale 5): “Andremo in onda anche a Santo Stefano con una puntata a tema. I giudici saranno vestiti da Babbo Natale o da renne e ci sarà tanta musica natalizia come il brano che canteremo io e J-Ax, Baby it’s cold outside. Vedrete che voce che ha: sembra Frank Sinatra” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 3 dicembre).
“Tornerà Iva Zanicchi e verranno a trovarci Benji e Fede, Anna Tatangelo e Cristiano Malgioglio. Maria De Filippi ospite? Mi sarebbe piaciuto tantissimo, ma per i troppi impegni presi da Maria non siamo riusciti. Chissà, magari in una terza edizione… Sogno un one woman show tutto mio, ci sono andata già vicina qualche anno fa, ma ho preferito rimandare e aspettare il momento giusto” (da Chi del 4 dicembre).

Roberto Cenci (regista e direttore artistico di All together now, in onda il mercoledì alle 21.45 su Canale 5): “Abbiamo trovato personaggi diversi dall’anno scorso, anche come età: vanno dai 18 ai 68 anni. Alcuni hanno storie pazzesche e come voci sono ancora più belle. Una novità che abbiamo introdotto sono le sfide dirette tra i migliori di ogni puntata. Inoltre, dopo la finale del 2 gennaio, registreremo una serata speciale in cui si sfideranno gli otto migliori cantanti delle due edizioni del programma, vincitori inclusi. Ma in questo caso non si vince niente” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 3 dicembre).

Vincenzo Salemme (attore in Salemme, il bello… della diretta!, in onda l’11, il 18 e il 25 dicembre alle 21.20 su Rai2): “In diretta da teatro? Non l’ha mai fatto nessuno in tempi recenti. Negli Anni 60 qualcosa andava in diretta, ma perlopiù sceneggiati, ora è diverso. Qua è teatro, commedie. Sarà bellissimo vedere il teatro che ‘detta legge’ alla tv. La pubblicità andrà quando ci sono delle pause logiche nello spettacolo” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 3 dicembre).

Piero Chiambretti (conduttore di #Cr4-La repubblica delle donne, in onda il mercoledì alle 21.20 su Rete 4): “Provo a fare tv d’autore dentro una tv commerciale, sempre stando attento al gusto pop. È il mio stile. Avere libertà è una bella garanzia, altrimenti non saprei difendermi in caso di errore. Sarebbe più frustrante sbagliare su input di un altro. Sfido a trovare in Italia una rappresentazione televisiva come la mia. Ci sono tante imitazioni, ma prevedono l’originale. Rete 4 è il quartier generale del salvinismo, io non ho mai incontrato Matteo Salvini, l’ho invitato l’anno scorso, ma poi gli impegni, più suoi che nostri, hanno complicato l’ospitata. Adrian? Ognuno fa il proprio gioco, i critici criticano e Celentano fa se stesso, con la sua voglia di dire le cose. Al di là degli errori commessi, con una storia come la sua, tanti a 83 anni avrebbero cominciato ad amministrarsi per proteggere nome e reputazione. Dobbiamo ammirare il suo coraggio di mettersi in gioco, preferisco un disastro di successo che un timido tran tran che non crea mai sorpresa” (da Panorama del 4 dicembre).

Milly Carlucci (conduttrice): “Il cantante mascherato deve essere già dal colpo d’occhio grandioso, ma non siamo in un’epoca in cui scorrono fiumi di denaro. Serve una creatività operativa: qui non si punta sulle emozioni ‘di cuore’ ma su una grande messa in scena. Non puoi andare al risparmio. Inoltre, c’è la novità dell’esibizione canora fatta da persone note ma completamente camuffate, di cui non si sa nulla. In televisione guardo tutto e questo format è stato il caso dell’anno nel mondo. È sconcertante l’idea di un cast celato: vedi esibirsi un leone, un barboncino o un coniglio… eppure questi personaggi realmente famosi hanno accettato con entusiasmo di camuffarsi, fare delle performance sotto mentite spoglie ha dato loro delle libertà inattese. E in ogni puntata verrà tolta una maschera. Per me è questa è una scommessa, posso solo pregare con tutto il mio cuore che intrighi gli italiani come è successo all’estero. Questa trasmissione è realmente qualcosa di diverso, di nuovo. Ballando con le stelle? Torneremo in tv a marzo. Il nostro impegno è non cercare mai strade comode e già viste, anche se le difficoltà di un programma che va tutti gli anni il sabato sera sono scritte e ci sono tante variabili: serve avere talento, lavorare come disperati e sperare sempre nella buona stella che ci protegge. Questo è il nostro mestiere. Antagonismo con Maria De Filippi? Quello è un folclore giornalistico che, tutto sommato, ha fatto bene a entrambe… L’Italia vive di Guelfi e Ghibellini, di Coppi e Bartali… il derby del sabato sera ha illuminato entrambe le reti. Amici Celebrities ha copiato Ballando? Questa è stata una cosa equivocata. Mediaset aveva fatto un accordo — evitando di versare molti milioni di danni — in cui si impegnava a non usare più gli elementi di Ballando nei suoi programmi tv. Ora, uno degli elementi costitutivi è vedere un famoso con un maestro che gli insegna a ballare. La cosa è semplice: se firmi un documento, un senso ce l’ha. Non è polemica, è rispetto delle cose scritte. E riguarda Mediaset, non Maria. Doveva restare una comunicazione riservata tra avvocati” (dal Corriere della Sera del 6 dicembre).

About Fabio Traversa 95 Articles
Fabio Traversa nasce a Bari l'11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell'ultim'ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all'occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it, Soundsblog.it e GossipeTv.com. Da gennaio 2018 è autore su AltroSpettacolo.it.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*