Frasi culTV: Maria De Filippi, Federica Panicucci, Francesca Manzini, Marta Flavi, Antonio Lorenzon

Ecco le dichiarazioni cult sulla televisione rilasciate a quotidiani o settimanali da personaggi dello spettacolo e/o addetti ai lavori.

Dichiarazioni tv 1-7 marzo 2020

Maria De Filippi (conduttrice di Amici 19-Serale, in onda su Canale 5 il venerdì alle 21.30): “Prima i giovani venivano perché amavano cantare sotto la doccia o perché qualcuno aveva detto loro che erano intonati, adesso con il web e gli strumenti a disposizione hanno la possibilità di autoprodursi i pezzi e utilizzano questo programma per far conoscere la loro musica. Amici è l’unico talent che non è abbinato a una casa discografica e i ragazzi sono liberi di scegliere. La soddisfazione più grande è riuscire a dare un’opportunità non solo al successo del disco dei ragazzi, ma sapere che qualcuno degli ex allievi ora insegna musica o scrive pezzi di successo per altri. Quanto al rimpianto, a volte sono passati ragazzi talentuosi e non ce ne siamo accorti, ma può succedere. Anni fa venne Ultimo, fece le selezioni e non entrò. Mi è dispiaciuto” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 3 marzo).

Marta Flavi (conduttrice): “Agenzia matrimoniale? Mi piacerebbe molto rifarlo. Anche se oggi la televisione è molto diversa perché noi non avevamo autori che mettevano in bocca ai partecipanti le cose. Era tutto vero. Chi veniva cercava davvero una persona di cui innamorarsi. Poi ho fatto delle ospitate in tv, quando mi hanno invitato sono sempre andata, ma allo stesso tempo ho avuto la grande fortuna di poter dire dei no, per esempio a tutti i reality, perché sarei fortemente a disagio. Da un paio d’anni ho una rubrica, ‘lui e lei’, il sabato mattina all’interno di Unomattina in famiglia” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 3 marzo).

Francesca Manzini (comica): “Striscia la notizia? Mi hanno dato una grande responsabilità e quello di cui sono più contenta è che non ho deluso Antonio Ricci. Mi ha detto: ‘Sei andata da Dio e Continua a essere te stessa’, lo stesso suggerimento che mi aveva dato prima di cominciare. E non è difficile perché Striscia lo permette più di altri programmi che hanno regole più rigide. Ho studiato alla perfezione la dinamica di Striscia e con Gerry Scotti c’è stata un’alchimia perfetta. Mara Venier? L’ho vista solo una volta, parlava in romanaccio lei che è veneta, dicendo parolacce. Mi è bastato quell’incontro per farne una caricatura… poi ci siamo chiarite, mi ha anche mandato messaggi di complimenti. Imitarla con il deepfake – l’immagine del volto sovrapposta – è uno spasso, non mi devo neppure truccare” (da Il Giornale del 4 marzo).

Federica Panicucci (conduttrice di Mattino Cinque, in onda su Canale 5 dal lunedì al venerdì alle 8.45): “Trentatré anni di questo mestiere regalano una certa consapevolezza. Ho fatto un percorso di maturazione non da poco. Al punto da potermi anche dare, da sola, una pacca sulle spalle. Sono entrata e continuo a entrare nelle case degli italiani: questo è un grande privilegio. Sono cresciuta con il mio pubblico e lui con me. Io sono un mediano, che sta sempre in campo, fa il suo lavoro con costanza. Non me ne andrei mai da Mattino Cinque, ho una squadra fortissima, con un programma capace di declinare tutti i temi. Fosse per me lo condurrei a oltranza. Mi hanno fatto nuove proposte e la cosa mi piace: vedere che la mia azienda scommette su di me, mi gratifica molto” (da Oggi del 5 marzo).

Massimo Giletti (conduttore di Non è l’Arena, in onda su La7 la domenica alle 20.40): “Nella maggioranza delle trasmissioni le donne sono corpi, bellezze da esibire. Non basta di certo portare Rula Jebreal sul palco dell’Ariston per pulirsi la coscienza, per cambiare un’immagine culturale. Bisogna avere i l coraggio di raccontare le loro storie. Anche quelle più difficili” (da Oggi del 5 marzo).

Paola Papa (capo autori di MasterChef, trasmesso su Sky Uno): “Noi cerchiamo persone brave e pure. Nessuno deve avere esperienze professionali pregresse, cerchiamo talento e voglia di crescere. Scremiamo migliaia di richieste con una prima selezione telefonica, poi i prescelti portano un piatto da loro preparato, che verrà giudicato da uno chef, e contemporaneamente affrontano un colloquio con uno degli autori. Perché noi cerchiamo persone e cuochi, non solo l’uno, non solo l’altro. Gli ottanta scelti devono cucinare un piatto davanti agli chef. E lì si individuano le qualità: determinazione, rigore. Non solo talento. A MasterChef è difficile mentire. È una gara, con delle regole. E la prima è l’autonomia dei giudici” (dal Corriere della Sera del 6 marzo).

Antonio Lorenzon (vincitore di MasterChef 9, trasmesso su Sky Uno): “All’inizio ero teso, impaurito. La pressione era tanta. Tornavo nella stanza e piangevo, la sera. Poi Daniel mi ha fatto capire che se anche avessi lasciato la gara la mia vita non sarebbe cambiata. Sarei tornato com’ero, dov’ero. Aveva ragione. Da quel momento tutto mi è sembrato leggero, lieve. Mi sono divertito. Non avevo nemici, ho conosciuto persone belle. Non so cosa cambierà con la vittoria. Di mestiere faccio l’art director ma il mio sogno è aprire una locanda di qualità in Costa Azzurra. Cinque camere, non di più. E la sera si cena insieme agli ospiti. Socialità, l’anima vera della cucina. Prima di decidere di chiedere a Daniel di sposarmi, offrendo l’anello come ai vecchi tempi, ci ho pensato molto. Non avevo deciso di farlo. ma ho tenuto l’anello in tasca per tutta la finale. Non amo l’esposizione della propria vita in tv, so che c’è un po’ di spregiudicatezza e strumentalità. Per questo ero indeciso. Ma dopo la proclamazione erano tutti così vicini, così affettuosi, che mi è sembrato fosse il momento e il luogo giusto per chiedere a Daniel di sposarmi. E c’è un motivo in più. Era un momento speciale per me. Volevo lo fosse anche per lui” (dal Corriere della Sera del 6 marzo).

Elena Capparelli (direttore di RaiPlay): “Con le scuole chiuse stiamo semplificando i percorsi d’accesso alla piattaforma: la nostra proposta nasce dalla collaborazione con Rai Ragazzi e Rai Cultura. Proponiamo attività di bricolage, poi ci sono le sezioni Cooking e Tool box create per i più grandicelli. Se ci spostiamo nella sezione teen, età scolare fino ai 12 anni, abbiamo una sezione di film, serie tv e documentari, oltre a Superquark più con Piero Angela. Learning raccoglie la serie su venti grandi della letteratura, da Foscolo a Calvino a Pasolini, fatta da Rai Cultura. Per i liceali c’è l’offerta dei documentari storici e stiamo radunando moltissimi concerti, opere teatrali e una collezione di film per la famiglia” (da Repubblica del 6 marzo).

Giancarlo Leone (presidente di Apa): “Coronavirus? La Corrida, il varietà condotto da Carlo Conti su Rai1, è la prima vittima: slittata a data da destinarsi. L’elenco è però lungo fra programmi che rischiano di saltare, altri che andranno in onda senza pubblico e altri ancora con produzioni che stanno ritardando in attesa di capire meglio l’evoluzione. Serialità? In questo caso gli effetti si vedranno più in là, visto che le serie trasmesse sono state prodotte e consegnate fino a maggio. Ma quelle in partenza e in via di completamento rischiano” (da Il Sole 24 Ore del 6 marzo).

About Fabio Traversa 114 Articles
Fabio Traversa nasce a Bari l'11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell'ultim'ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all'occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it, Soundsblog.it e GossipeTv.com. Da gennaio 2018 è autore su AltroSpettacolo.it.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*