Frasi culTV: Paola Perego, Carlo Conti, Roberto Cenci, Sonia Bruganelli, Myrta Merlino, Rossella Brescia

Ecco le dichiarazioni cult sulla televisione rilasciate a quotidiani o settimanali da personaggi dello spettacolo e/o addetti ai lavori.

Dichiarazioni tv 1-7 novembre 2020

Myrta Merlino (conduttrice de L’aria che tira, in onda su La7 dal lunedì al venerdì alle 11): “La conduzione da casa ti avvicina a chi ti guarda, non ci sono luci, io ero in salotto, mi sono pettinata da sola. Non è meta narrazione televisiva. Puoi fare lo smart working anche da conduttore” (da Repubblica del 2 novembre).

Carlo Conti (conduttore di Tale e quale show, in onda su Rai1 il venerdì alle 21.30): “Io a casa? Mi faceva ridere la situazione, vedere la mia faccia sul televisore in studio. Avevo messo il telefonino su una cassa, ho scritto la scaletta a penna come una volta, con i caratteri belli grandi così vedevo bene. Ringrazio tutti per l’incoraggiamento e l’affetto. Vedevo la tv nel telefono come se fosse un monitor. Parlavo e risentivo la mia voce, era difficile prendere i tempi per un piccolo ritardo ma niente di tragico. Ha funzionato tutto grazie alla squadra fantastica dei miei autori, ci si capisce al volo. È un programma che ha la sua bella varietà ma con un impianto schematico. Poi c’è il mestiere” (da Repubblica del 2 novembre).

Roberto Cenci (regista di All together now, in onda su Canale 5 il mercoledì alle 21.40): “Il 19 agosto siamo partiti con i casting e il 6 ottobre abbiamo finito di registrare. Abbiamo preso tutte le precauzioni e non c’è stato nessun caso di Covid anche se eravamo 260 persone tra cast, ‘muro’ e addetti ai lavori. Ora sto lavorando con Pintus a un nuovo, divertente progetto. Lui è stato una mia scoperta. L’ho conosciuto in un villaggio turistico nel 1994. Faceva l’animatore e me lo trovavo sempre accanto. Sapeva chi fossi, ma si poneva in modo educato e carino. Poi ho visto che aveva delle qualità. Così abbiamo iniziato a collaborare in alcuni programmi, come Buona Domenica. La prima regia? Trenta ore per la vita con Lorella Cuccarini. Allora lavoravo con Beppe Recchia alle prime edizioni di Buona Domenica con Marco Columbro e Lorella. Facevo il consulente musicale ma quando c’erano i balletti o le canzoni, Beppe affidava a me la regia. Lorella se n’è accorta e quando ha fatto la seconda edizione di Trenta ore per la vita e la sua prima edizione di Buona Domenica da sola mi ha dato una possibilità. Devo tanto a lei, a Mediaset e a Giorgio Gori, l’allora direttore di Canale 5. Un programma che ha segnato la mia carriera? Saranno famosi prima che diventasse Amici. Lo abbiamo varato io e Maria De Filippi. Siamo partiti con un programma che faceva vedere solo la parte finale dello studio. Non c’era la scuola e lo conduceva Daniele Bossari. Poi, un giorno, mentre guardavo due ragazzi che discutevano tra i banchi durante la pubblicità, li ho ripresi. Questa cosa mi ha illuminato, ho mostrato il video a Maria e dopo una serie di riflessioni venne l’idea di costruire la scuola per mostrare cosa accadeva. Siamo partiti quindi con Maria alla conduzione e abbiamo fatto il 36% di share” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 3 novembre).

Paola Perego (conduttrice de Il filo rosso, in onda su Rai2 prossimamente): “Secondo una leggenda orientale il filo rosso del destino lega due cuori, due anime gemelle. Noi vogliamo estendere questo legame forte a tutte le relazioni familiari, scandagliando le dinamiche che si creano a partire dalla figura centrale dei nonni. Oggi più che mai i nonni sono fondamentali perché spesso educano i nipoti e mantengono i figli in difficoltà. Attraverso tante storie faremo riflettere, lanceremo appelli e, con un tocco di leggerezza, racconteremo momenti di gioia che possono essere di ispirazione. E attraverso diverse rubriche daremo delle idee per passare il tempo con i nipoti in allegria” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 3 novembre).

Sonia Bruganelli (autrice): “Un progetto, legato alla mia passione per i libri, adesso si trasforma in realtà in tv. Ci saranno personaggi famosi e scrittori che mai avrei pensato dicessero di sì. E invece… Durante le feste natalizie sarò in onda su Tim Vision Tv. Alcune puntate le ho già registrate. Anticipo i primi ospiti: Sandro Veronesi, Luca Bianchini, Massimo Bisotti, Georgette Polizzi, Raoul Bova, Tiziana Ferrario, Filippo Magnini, Luca Bizzarri e tanti altri. Ho lasciato fuori un certo Paolo Bonolis (suo marito, ndr)? Volutamente (sorride, ndr). Nel programma alla fine della puntata regaliamo un libro di uno scrittore in erba con il suo nome e i suoi dati. E il compito dell’ospite è quello di leggere il libro scelto e magari far nascere un’occasione a chi è ancora alle prime armi” (da Chi del 4 novembre).

Rossella Brescia (conduttrice di Trova l’amore live, in onda su Real Time il martedì alle 22.40): “Nel programma due single vengono fatti conoscere in live streaming, una possibilità che ben si adatta ai tempi. Trovo sia un format molto contemporaneo. Proporrò anche coppie gay. Tutto avverrà in diretta, un po’ quello che faccio tutti i giorni in radio” (da 7-Corriere della Sera del 6 novembre).

About Fabio Traversa 135 Articles
Fabio Traversa nasce a Bari l'11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell'ultim'ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all'occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it, Soundsblog.it e GossipeTv.com. Da gennaio 2018 è autore su AltroSpettacolo.it.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*