Frasi culTV 11-17 novembre 2018

Ecco le dichiarazioni cult sulla televisione rilasciate a quotidiani o settimanali da personaggi dello spettacolo e/o addetti ai lavori.

Dichiarazioni tv 11-17 novembre 2018

Alessandro Cattelan (conduttore di X Factor 10, in onda il giovedì alle 21.15 su Sky Uno): “Il momento più difficile? Quando i concorrenti eliminati si arrabbiano, anche se io reagisco sempre ridendo. Di scene pulp ce ne sono state. Ricordo quando venne eliminata Eleonora Anania. Reagì spaccando camerino e porta. Anche questo è rock and roll. Quanti mi vedevano a Viva? A volte nessuno, facevamo puntate dove l’Auditel segnava zero e a me non fregava una mazza perché mi ero divertito, sono i ricordi migliori della vita. Ziggie? Un momento orrendo, mi toccava ballare in tuta con un draghetto colorato, era un bellissimo programma per bimbi, ma lo chiusero. Mtv? Iniziai con Most Wanted, i ragazzi al telefono esponevano i problemi che avevano con qualcuno, io assieme a loro chiamavo il tizio con cui erano arrabbiati per sistemare la cosa, Trl era il loro Sanremo, una roba incredibile, sembrava di essere uno dei Beatles, finite le dirette quando andavamo in giro nelle piccole città i bodyguard ti ficcavano dentro una macchina e cinquecento persone ti correvano dietro per tre semafori di fila battendoti le mani sul petto” (da Millennium di novembre).

Iva Zanicchi (cantante, giudice di Tu sì que vales 5 e attrice ne L’ispettore Coliandro 7 nella puntata del 28 novembre su Rai2): “Mi hanno preso senza fare neanche il provino e mi hanno detto di essere me stessa. Ho recitato d’istinto, spontanea, naturale. La protagonista in parte mi somiglia, è romagnola — anche se io sono emiliana — e sanguigna, estroversa e caciarona come me. Quando ho sparato la prima volta sembrava una bomba, mi è preso un colpo… Il maestro di frusta invece mi ha insegnato con un colpo ad avvolgere il laccio intorno al collo di una persona, avevo paura di ammazzarlo davvero” (dal Corriere della Sera del 12 novembre).

Andrea Delogu (conduttrice di B come sabato in onda il sabato alle 13.30 e Stracult in onda il giovedì in seconda serata su Rai2): “La botta peggiore? Tre anni fa era fatta: dovevo presentare Sanremo Web. Poco prima della firma del contratto mi fanno sapere che il mio nome non era spendibile (alla fine le preferirono Sabrina Nobile, ndr). Sono rimasta quattro giorni sul divano senza muovermi. A chi devo gratitudine? Marco Giusti che mi chiamò a Stracult. Renzo Arbore. E Paola Marchesini che mi ha voluto a Radio2″ (da Il Messaggero del 12 novembre).

Mia Ceran (conduttrice di Quelli che il calcio… in onda la domenica alle 13.50 e Quelli dopo il tg… in onda dal lunedì al venerdì alle 21 su Rai2): “Il progetto è determinante. Per questo ho scelto di passare da giornalista seria a un ruolo più leggero, sempre all’interno di una situazione che mi piace… Il lato più comico? Lo devo alla Gialappa’s, mi hanno corteggiato e la decisione è stata abbastanza rapida, pensavano potesse funzionare una persona seria che venisse da un altro mondo, chi ero io per poter dire di no a quei miti?” (da Qn del 12 novembre).

Pippo Baudo (conduttore di Sanremo Giovani 2018): “Io e Rovazzi siamo due protagonisti di mondi musicali completamente diversi, non contrastanti, perché la musica poi unisce. Per me è molto eccitante. Onestamente non pensavo di tornare a fare Sanremo Giovani. Già l’anno scorso ho vissuto un forte impatto emotivo sul palco dell’Ariston, ho improvvisato una lettera aperta a Sanremo ed è venuta fuori una cosa empatica, profonda e sincera. Quel palcoscenico ha una magia, senti una specie di paura che ti passa appena vieni accolto dal pubblico” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 13 novembre).

Rovazzi (conduttore di Sanremo Giovani 2018): “Festival? Confesso che non l’ho mai seguito tantissimo, a parte l’ultima edizione che ha fatto uno scalpore pazzesco, c’era un forte interesse anche su Internet. Ho accettato di condurlo perché mi sembrava ci fossero tutti gli elementi perfetti per un esordio televisivo. Ha influito molto anche la presenza di Pippo Baudo, non penso che capiti spesso un’occasione del genere. Fra tre mesi potrò dire: ‘Ho condotto con Baudo’. È un trofeo che mi porto a casa. Certamente proverò a mettere del mio, perché quello che dico io l’ho sempre scritto personalmente, non mi faccio aiutare da altri. Ma niente musica. Non nascondo che dopo Sanremo Giovani mi piacerebbe avere un piccolo siparietto in una puntata di Sanremo Big…” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 13 novembre).

Stash (professore di canto di Amici 18, in onda dal 17 novembre alle 14.10 su Canale 5): “Poche settimane fa, un po’ a sorpresa, ero sul terrazzo di casa e mi ha contattato un autore del programma, che è anche un grande amico, ci ho messo un minuto e mezzo a dire sì a Maria De Filippi. Seguirò senza copioni la pancia e l’istinto. Il mio maestro è Elisa, che è stata il direttore artistico della mia squadra, dopo le prove del serale a volte rimanevamo lì a suonare fino alle cinque del mattino, ho imparato tantissimo da lei” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 13 novembre).

Alex Britti (professore di canto di Amici 18, in onda dal 17 novembre alle 14.10 su Canale 5): “Mi hanno chiamato mentre ero a Uta, in Sardegna, poco prima di un concerto, ero un po’ restio, ho chiesto di poter avere degli strumenti musicali da mettere a disposizione dei ragazzi e mi hanno accontentato, è stato un amichevole braccio di ferro, ci ho messo non più di 20 giorni a dire di sì, il tempo di organizzarmi. Insegnerò a cantare al meglio delle possibilità, a dosare le emozioni e a non strafare. Il mio maestro è Edoardo Bennato” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 13 novembre).

Emma Marrone (cantante): “Tornare ad Amici come coach? Non ci penso affatto. Il 99 per cento delle cose che escono sono inventate. Ad Amici credo di avere dato tanto. Ora basta, è un altro capitolo, ho voglia di cambiamento e penso che anche loro la pensino così. Comunque non potrei andarci fino a marzo, visto che sono in tour. Sanremo? Non avrebbe senso, ci sono già stata l’ho vinto e l’ho anche presentato. Se mi chiamassero come ospite sarebbe un onore, ma la gara no, l’ho già fatto due volte” (da Il Messaggero del 14 novembre).

Milly Carlucci (conduttrice di Ballando con le stelle): “Maria De Filippi? L’idea di averla come ‘ballerina per una notte’ mi renderebbe felicissima. Molto probabilmente saremo in onda nella stessa serata anche quest’anno, ma magari potremmo registrare o fare un collegamento in diretta. Maria è una donna talmente intelligente e spiritosa che non vedo perché non dovrebbe accettare il mio invito. Con lei nessuna rivalità! I dualismi, ahimè, fanno parte del gioco ma né io né Maria siamo mai state in competizione” (da Chi del 14 novembre).

Paola Perego (conduttrice): “Credo che in 35 anni di lavoro ho dimostrato quello che dovevo e oggi non mi interessano né la rete, né la fascia oraria, ma solo i progetti. Dunque tornerò in tv con le trasmissioni Superbrain a gennaio e Non disturbare, le interviste cui tengo molto” (da Chi del 14 novembre).

Chef Rubio (cuoco): “Rocco Schiavone? Ho detto no alla fiction tratta dalle opere di Antonio Manzini. Ne avevo discusso anni fa con il regista, Michele Soavi, che ringrazio per la stima. Ma non mi sentivo preparato per affrontare un provino. E ho fatto bene perché Marco Giallini è perfetto per quel ruolo. Spot televisivi? Ho rifiutato tante proposte poi passate ad altri colleghi e ho rifiutato diversi milioni. Non è un motivo di vanto o una strategia: semplicemente andavano contro ciò in cui credo. Non mi interessa reclamizzare le patatine o un elettrodomestico” (da Spy del 16 novembre).

About Fabio Traversa 47 Articles
Fabio Traversa nasce a Bari l'11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell'ultim'ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all'occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it, Soundsblog.it e GossipeTv.com. Da gennaio 2018 è autore su AltroSpettacolo.it.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*