Frasi culTV: Simona Ventura, Milly Carlucci, Alba Parietti, Il paradiso delle signore confermato, Mina a Sanremo?

Ecco le dichiarazioni cult sulla televisione rilasciate a quotidiani o settimanali da personaggi dello spettacolo e/o addetti ai lavori.

Dichiarazioni tv 14-20 aprile 2019

Maurizio Pistocchi (ex moviolista Mediaset): “Io di nuovo in tv? Sarà difficile. Le cose e le persone cambiano. E non sempre in meglio” (da La verità del 14 aprile).

Carmen Russo (showwoman): “Abbiamo pensato di raccontare con un pizzico di ironia la nostra vita familiare attraverso il linguaggio del reality. Il progetto è ancora in divenire ma dopo Casa Vianello potrebbe arrivare Casa Turchi-Russo! In fondo l’hanno fatto i Kardashian, famosi per essere famosi. Almeno io ed Enzo Paolo abbiamo un mestiere” (da Il Tempo del 15 aprile).

Massimiliano Pani (produttore e figlio di Mina): “Sanremo? Se la Rai le chiedesse di scegliere i brani in gara e le permettesse di mantenere la sua visione artistica, credo proprio che accetterebbe” (da Il Messaggero del 15 aprile).

Fabrizio Salini (a.d. della Rai): “Mina è Mina. E di fronte a un’apertura come questa manifesto tutto il mio interesse e quello dell’azienda. Chiamerò Massimiliano Pani nei prossimi giorni per dirgli che siamo ovviamente disponibili, per uno o più incontri, per ascoltarlo e ragionare sul futuro del Festival. Per la seconda settimana di maggio abbiamo organizzato un incontro, a Milano, con alcuni professionisti del settore musicale per discutere di composizione delle giurie, meccanismi di voto e possibili conflitti di interesse. Con il loro contributo speriamo di trovare la opportune soluzioni per fare un Festival sempre migliore” (da Il Messaggero del 16 aprile).

Simona Ventura (conduttrice di The Voice of Italy 6, in onda dal 23 aprile il martedì alle 21.20 su Rai2): “Ho già chiaro cosa intendo fare, ne ho discusso con il direttore di rete Carlo Freccero, con i coach e pure con gli olandesi che hanno creato il format originale: ogni Paese ha un margine di libertà e io me lo prenderò tutto! Dalle voci in gara mi aspetto che durino anche fuori, dopo il talent. I ragazzi che stanno passando le selezioni sanno suonare uno strumento, tanti scrivono i testi dei loro pezzi, un talento raro da trovare oggi. Sono giovani, difficilmente sopra i 30 anni. Devono imparare che questa è un’opportunità da mordere. E lo devono capire anche le loro famiglie. Sono bravi, d’accordo, ma non sono Lady Gaga o Freddie Mercury: questa è una sfida di partenza, non l’ultima spiaggia. Continuerò a sperimentare. Non è mica facile, ma io scelgo sempre la via più difficile. Sto scrivendo uno show sugli Anni 80 e 90. E non è un’operazione nostalgia. Pechino Express? La cosa era nell’aria ed è nei piani, ma non ci ho ancora messo la testa. L’isola dei famosi mi ha ucciso non solo professionalmente, ma anche umanamente. Ho avuto due fortune: la mia tempra e Maria De Filippi che mi ha voluto a Selfie e Temptation Island. Non finirò mai di ringraziarla. Belen Rodriguez a Temptation? Mi piace perché è una delle mie creature televisive” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 16 aprile).
“Se a Riccardo Fogli fosse venuto un colpo che fine avrebbero fatto tutti? Io mi sarei comportata diversamente, opposta con il corpo. Condurre un programma non significa solo avere il copione e leggere il gobbo. Non ho visto niente, preferisco non guardare lo scempio che è stato fatto, è un dolore troppo grande. L’Isola in cui io ho investito passione, sangue, lavoro, sudore è diventata un’altra cosa, declinata in stile ‘Grande Fratello on the beach'” (da Vanity Fair del 17 aprile).

Vittorio Grigolo (direttore artistico del serale di Amici 18, in onda il sabato alle 21.10 su Canale 5): “Maria De Filippi mi ha confidato che si è avvicinata di recente alla lirica dopo la mia partecipazione allo show da ospite, quando ho cantato sia Donizetti sia i Queen, pensare a me per lei è stato come fare 2 più 2. Mi piace questo ruolo, non sono un docente, ma un tutor per i ragazzi. Faccio bilanci, do consigli sull’energia e la tensione in gara, schiero i miei campioni come in una squadra di calcio. Ricky Martin è un grande artista e sa mettere gli altri a proprio agio, mi diverto a punzecchiarlo, mi piace accendere lo spirito antagonista” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 16 aprile).

Gerry Scotti (conduttore di Caduta libera!, in onda dal 21 aprile alle 18.50 su Canale 5): “Dopo lo speciale di Pasqua con i barzellettieri di La sai l’ultima? da lunedì parte l’edizione ufficiale che ci terrà compagnia tutta l’estate ed oltre. La vera notizia è proprio questa: per la prima volta andremo in onda fino a metà novembre. Dal 23 giugno l’appuntamento cambierà nome e diventerà Caduta libera splash. Modificheremo le luci e le domande saranno più estive. Ritroviamo Niccolò Scalfi. I quiz di oggi vivono sull’usa e getta, mi piace l’idea del campione che torna. Mai avremmo pensato che un campione di 20 anni restasse così a lungo. Ma chissà che presto non siate testimoni di un altro record” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 16 aprile).

Alba Parietti (opinionista): “Isola dei famosi? I nostri interventi erano centellinati, ho parlato di più a Sanremo con Pippo Baudo che non mi faceva leggere nemmeno il numero verde. Cercavo di dire il mio pensiero in tempo reale, ho fatto la stessa cosa anche dopo il video in cui Corona parlava del presunto tradimento subìto da Fogli. Ci siamo resi conto tutti dell’incidente ma, se mi fossi presa la scena e mi fossi alzata per uscire dallo studio, sarei stata disonesta. Non abbandono mai la squadra per la quale gioco. Io e Alda D’Eusanio ci siamo sentite frustrate, abbiamo incassato e reagito con il sorriso, lei ha voluto esternare il proprio malcontento, io l’ho fatto direttamente in trasmissione quando qualcuno ha provato a zittirmi. Ma sono sempre grata a chi mi sceglie, al massimo ripenso a una frase di Groucho Marx: ‘Ho passato una serata meravigliosa, ma non era questa’. Guardando il GF capisci le ambizioni di una parte dei ragazzi di oggi, e non sono troppo alte. Il mio sogno è quello di fare un programma che avvicini i giovani e i grandi attraverso la cultura, l’arte, la musica, il dibattito” (da Chi del 17 aprile).

Bianca Guaccero (conduttrice di Detto fatto, in onda dal lunedì al venerdì alle 14 su Rai2): “Riconfermata? Non so ancora nulla, ma ne sarei felicissima. Ho scommesso su qualcosa che non conoscevo e non era scontato che il pubblico reagisse così positivamente alla mia presenza” (da Chi del 17 aprile).

Ezio Bosso (direttore d’orchestra e conduttore di Che storia è la musica, in onda da fine maggio su Rai3): “Sarò un Fiorello della musica classica, suono, scherzo, per me immagino un massacro, ma dimostrerò in diretta l’effetto che fa, la tempesta emotiva che scatenano le note quando ti prendono in pieno. Ospiterò personaggi dello spettacolo, dello sport, della cultura, della moda e della scienza, i più digiuni possibile di repertorio classico, ma che hanno voglia di mettersi in gioco. Del resto la musica ha sempre sbeffeggiato i seriosi e noi lo faremo ascoltando Beethoven. I colleghi, pochi e in disparte, interverranno solo suonando brani correlati ai capolavori protagonisti, le sinfonie n. 5 e n. 7″ (da Il Messaggero del 18 aprile).

Milly Carlucci (conduttrice di Ballando con le stelle 14, in onda il sabato alle 20.35 su Rai1): “Maria De Filippi è una portabandiera delle donne di spettacolo. Ha fatto tutto. È riuscita a diventare conduttrice, autrice e produttrice. Nella tv italiana nessuna è come lei. Noi rivali? Perché dovremmo esserlo? Rivalità è quella dei canali che ragionano in termini economici: più pubblico, più pubblicità. Un punto di share in più vale 25 milioni di euro l’anno. Non è poco. Le reti possono farsi la guerra, ma io di nemici non ne ho. Vorrei portare in trasmissione Maria come Fiorello, sogno impossibile, lo so, ma per Fiorello farei carte false. Lui è grandioso. Ha la natura del jazzista. Programma tutto in modo maniacale, poi va in scena e improvvisa. Prendetelo pure come un appello” (da Oggi del 18 aprile).

Gigi D’Alessio (coach di The Voice of Italy 6, in onda dal 23 aprile il martedì alle 21.20 su Rai2): “Lo scopo è di operare affinché la vita di questi artisti emergenti prenda quota dopo la fine del programma perché l’effetto possa durare nel tempo. Io e gli altri ci metteremo volentieri al servizio del vincitore e dei più meritevoli. Il significato, il destino di The Voice si vedranno dopo l’ultima puntata. La media mi sembra alta, e poi credo possano crescere con il nostro sostegno. Importante sarà non consumarli in fretta, evitare che finiscano nel meccanismo usa e getta in cui capitano tanti ragazzi” (da Il Mattino del 19 aprile).

Manuel Agnelli (conduttore di Ossigeno, in onda il giovedì alle 23.15 su Rai3): “Ho partecipato ai talent uscendone da dio. Uscendone vivo. Soprattutto uscendone. Non ho paura di affrontare cose del genere se posso usarle per qualcosa di importante. Il peso mediatico è forza e la tv è l’unica cosa che ti può far fare quel salto. Ciò che ho fatto è servito. Il tour nei teatri serve a disintossicarmi dal gigantismo ma la trasmissione che per il secondo anno faccio su Rai3, Ossigeno, corona il sogno che ho da sempre: far conoscere a più gente possibile persone e cose che per me hanno una qualità” (da Repubblica del 20 aprile).

Gianandrea Pecorelli (produttore de Il paradiso delle signore, in onda dal lunedì al venerdì alle 15.40 su Rai1): “Le nuove puntate saranno 160, saremo sul set ad agosto per uscire a metà ottobre. Quanto alla riduzione dei costi proveremo in tutti i modi a non abbassare la qualità” (da Il Messaggero del 20 aprile).

Sabrina Ferilli (attrice): “Lavoro solo con Mediaset perché la preferisco, lì trovo persone libere e ci scegliamo, mi sento tutelata. In Rai non lavoro da 14 anni e preferisco non dire altro” (da Il Fatto Quotidiano del 20 aprile).

About Fabio Traversa 63 Articles
Fabio Traversa nasce a Bari l'11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell'ultim'ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all'occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it, Soundsblog.it e GossipeTv.com. Da gennaio 2018 è autore su AltroSpettacolo.it.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*