Frasi culTV: Antonella Clerici, Carlo Conti, Piero e Alberto Angela, Daria Bignardi

Ecco le dichiarazioni cult sulla televisione rilasciate a quotidiani o settimanali da personaggi dello spettacolo e/o addetti ai lavori.

Dichiarazioni tv 14-20 luglio 2019

Tito Stagno (giornalista): “La notte dello sbarco sulla Luna? Senza saperlo inventammo Domenica In. C’erano spezzoni di film a tema spaziale, canzoni del tipo Tintarella di luna, sfilate di moda con capi tipo Star Trek. C’era persino una modella che somigliava a Naomi Campbell e che si chiamava Luna. C’era una concentrazione di ospiti da far impallidire Bruno Vespa. Dal Quirinale il presidente Saragat, dal Vaticano il Papa, in studio a Roma avevamo Michelangelo Antonioni, Alfonso Gatto, Mario Soldati, a Milano c’era Guido Piovene. Tutti si sentirono parte di un’impresa che non riguardava soltanto tre americani ma l’umanità intera” (da Il Giornale del 15 luglio).

Carlo Conti (conduttore): “Tale e quale show? Il cast mi sembra variegato come sempre. Non è facile comporlo perché bisogna valutare tanti fattori: l’esperienza, la curiosità che può suscitare un personaggio in questa nuova veste, la sua attualità, il talento, la bravura, l’intonazione e la capacità di modulare voci diverse… Ormai abbiamo l’esperienza per scegliere i giusti tasselli del mosaico. Ma se mi chiedete chi stupirà di più, oggi non posso rispondervi perché il potenziale lo si vede solo quando parte il programma. Magari alcuni sulla carta sembrano fortissimi, ma poi non danno il massimo. Altri invece si fanno prendere dalla sfida con sé stessi e alzano l’asticella puntata dopo puntata. Jessica Morlacchi e Davide De Marinis dopo Ora o mai più 2? Io non guardo il curriculum di chi si propone, ma il provino. Il fatto di essere tornati sotto i riflettori ha dato a questi due personaggi più entusiasmo e voglia di mettersi in gioco” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 16 luglio).

Piero Angela (conduttore con il figlio Alberto di Ulisse-Quella notte sulla Luna, in onda il 20 luglio alle 21.15 su Rai1): “Dopo il cosmo e i dinosauri abbiamo preso strade diverse. Padre e figlio insieme… insomma, non andava bene. Ognuno ha fatto i suoi programmi. Alberto lavora ancora oggi per il mio Superquark facendo i suoi servizi, ma in modo autonomo. E quando mi ha chiesto: ‘Perché questo speciale non lo facciamo insieme?’ mi sono stupito e ho risposto: ‘Ma come, abbiamo sempre evitato…’. ‘Sì, ma questo è diverso’. Sono rimasto colpito da questa proposta molto affettuosa. Mi sono sentito un po’ vecchietto, però… (ride, ndr)” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 16 luglio).

Alberto Angela (conduttore con il papà Piero di Ulisse-Quella notte sulla Luna, in onda il 20 luglio alle 21.15 su Rai1): “Era una cosa corretta da fare dal punto di vista giornalistico: è l’anniversario di un evento che lui ha vissuto come testimone. Mi è sembrato ovvio coinvolgerlo, avere la sua diretta testimonianza, il suo grande tesoro di conoscenze e di esperienze. E ce lo avevo… in casa! Era da tempo che desideravo tornare a fare qualcosa con lui. E dopo Viaggio nel cosmo del 1998, un po’ come gli Avengers, ritorniamo attraverso lo spazio (ride, ndr)” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 16 luglio).

Daria Bignardi (conduttrice): “Io e Laura Carafoli (direttore dei contenuti di Discovery, ndr) ci siamo incontrate più di un anno fa. In quell’occasione mi aveva chiesto di fare qualcosa per Nove, ma non sapevo esattamente cosa proporre. Sono rimasta colpita e attratta da una sua frase: mi ha detto che avrei avuto carta bianca. Ho pensato che quello che mi è sempre piaciuto fare è raccontare la realtà, perché mi piace e perché sono una persona curiosa. Il mondo ha tante cose da dire e io faccio soltanto da mediatrice parlando con la gente e intervistandola. Adoro ascoltare le persone e le loro storie. Così ho suonato l’adunata per coinvolgere i miei autori di sempre e ci siamo rimessi al lavoro. Per me la diretta è fondamentale, perché fino a un minuto prima di andare in onda succedono cose delle quali potrei parlare con gli intervistati, siano essi star, persone comuni o nuovi protagonisti” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 16 luglio).

Antonella Clerici (conduttrice): “Ci sta che un direttore decida di cambiare. Ma qui ci sono anche due aspetti da valutare: c’è un contratto in corso e dovrebbe valere anche quello che uno ha fatto per l’azienda. Sono sempre stata un soldato per la Rai, ho sempre detto di sì, non mi sono mai tirata indietro, anche quando dopo il Sanremo del 2010 potevo permettermi di puntare i piedi: ma non fa parte del mio carattere e non l’ho mai fatto. Manca la sintonia con la direttrice di Rai1 Teresa De Santis? Ci siamo viste a lungo, abbiamo parlato di un emotainment, valutato l’ipotesi di un Sanremo Kids… Ma dall’ultimo colloquio che ho avuto con lei sono uscita con l’idea che non fosse uno scambio di progetti ma di opinioni. Ho capito che vengo vista come una che deve essere messa da qualche parte, non come un cavallo su cui puntare. Penso che la Rai dovrebbe guardare avanti piuttosto che al passato. La Rai ha un marchio fortissimo come Sanremo ma lo usa solo 5 giorni l’anno per il Festival. Sanremo Young o Sanremo Kids possono essere una chiave, però bisogna crederci, con una striscia quotidiana, con provini diffusi, con il coinvolgimento dei social… Il primo anno di Sanremo Young è stato ottimo, il secondo meno, ma è stato fatto di corsa, senza supporto. Portobello? Mi aspettavo di più anche io, ho ammesso — e non sono in tanti a farlo — che è stato un errore farlo, non mi tiro indietro. Ma ha avuto una media del 16,5% di share, miglior risultato di un programma di intrattenimento al sabato negli ultimi 3 anni. Mi hanno proposto lo Zecchino d’Oro ma non un progetto complessivo. Non voglio fare da tappabuchi, anche perché non penso di meritarlo. Mi piace giocare in Serie A, non mi accontento dei campetti di provincia. E sono anche stufa di fare come in passato: partivo lancia in resta e mi trovavo da sola con la spada sguainata. La Rai è la prima scelta, vedremo cosa succederà” (dal Corriere della Sera del 18 luglio).

Maurizio Seymandi (conduttore): “La famosa battuta della signora Longari è una citazione: con Mike Bongiorno lavoravamo anche alla radio e avvenne lì che, durante un miniconcorso, una signora sbagliò una risposta che riguardava un pettirosso. Io ironizzai: ‘Mike, la signora è caduta sull’uccello’. Poi lui se la giocò in tv e divenne uno dei tormentoni più famosi della televisione italiana” (dal Corriere della Sera del 18 luglio).

Licia Colò (conduttrice): “Mi occupo di certe tematiche da una vita e ho sempre seguito La7 come spettatrice: mi sembrava mancasse proprio un programma che si occupasse di ambiente e l’ho proposto al direttore di rete Andrea Salerno. Eden-Un pianeta da salvare sarà un modo di guardare il mondo al di là delle frontiere, delle barriere geografiche, degli stati. Il pianeta va visto come un unicum, sia perché lo è, sia perché va vissuto come un’unica entità, un solo organismo. Discuteremo di cambiamenti climatici, di inquinamento e carenza d’acqua, di desertificazione e disboscamenti. Ne parleremo sempre partendo da luoghi meravigliosi: mostreremo tante bellezze, ma anche tante fragilità. Kilimangiaro non è una ferita, forse dovevo essere più paziente: non lo sono stata — perché non lo sono di carattere — e ho pagato il prezzo, per me è come un ex fidanzato, chissenefrega. E poi soffro per altre cose, non per il lavoro” (dal Corriere della Sera del 20 luglio).

About Fabio Traversa 76 Articles
Fabio Traversa nasce a Bari l'11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell'ultim'ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all'occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it, Soundsblog.it e GossipeTv.com. Da gennaio 2018 è autore su AltroSpettacolo.it.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*