Frasi culTV: Adriana Volpe, Andrea Delogu, Anna Falchi, Marco Liorni, Mara Venier, Carlo Conti, Antonio Ricci

Ecco le dichiarazioni cult sulla televisione rilasciate a quotidiani o settimanali da personaggi dello spettacolo e/o addetti ai lavori.

Dichiarazioni tv 21-27 giugno 2020

Antonio Ricci (ideatore di Striscia la notizia e di Paperissima Sprint, in onda su Canale 5 dal 28 giugno alle 20.40): “Giovanna Botteri? Tutto è nato da una fake news: l’idea che Striscia l’avesse insultata. C’è da dire che tra l’inviata gattara e la mannequin la mia simpatia va alla prima. In realtà era un servizio a difesa della Botteri, una pippa inutile, non certo un servizio satirico. Uno di quei pezzi che definisco ‘defatiganti’ e che con arte norcina da bartender mescolo nel cocktail di Striscia per dare un respiro, e far risaltare il servizio successivo. Eppure a sinistra è partita la solita invidia del martire della Chiesa cattolica. Si sta esagerando con il politicamente corretto? Certo. È qualcosa di aberrante, di liberticida, che conduce alla censura più bieca e alla reazione più reazionaria. Alla fine, dopo aver visto il filmato, l’ha riconosciuto pure la Botteri: non c’era nessun insulto. Però la polemica è servita a tutti. La Rai, come dovuto ai suoi abbonati paganti, ha provveduto finalmente a migliorare le condizioni dello studio di Pechino, le cui luci facevano diventare verdi i capelli dell’inviata. Noi abbiamo avuto più di un milione e mezzo di visualizzazioni sul sito. Per Striscia sono più temibili i violenti. Solo quest’anno le nostre troupe hanno subìto 22 aggressioni, senza riguardi per le donne. Stefania Petyx è stata più volte aggredita, qualche tempo fa le avevano fatto esplodere la macchina a Palermo, la settimana scorsa Erica senza K è stata presa a schiaffi in Calabria da rivenditori di auto con il contachilometri manomesso, Rajae, essendo musulmana, è sempre nel mirino degli opposti integralisti. Solidarietà? Quasi zero” (dal Corriere della Sera del 21 giugno).
“A un certo momento sembrava che, andando quasi tutte le trasmissioni in diretta, venissero a mancare gli scarti, le ‘papere’. Poi Internet, le telecamere, i telefonini ci hanno fornito la possibilità di avere le ‘papere’ del pubblico da tutto il mondo. Le Veline? Vengono confermate a Striscia, sono bravissime. Striscia? È stata una sfida: andare in onda senza uscire tra la gente, senza consegnare tapiri, senza gli striscioni delle partite, senza pubblico in studio. Per motivi di sicurezza dovevamo contare su una riduzione del personale, si lavorava a rotazione, in distanziamento. Riunioni due volte a settimana e tutti con le mascherine: per fortuna siamo una squadra affiatata e ci si capiva anche solo guardandosi negli occhi” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 23 giugno).
“Il peggior nemico di Paolo Bonolis è se stesso, ma lui ha la capacità e l’intelligenza di capire dove ha sbagliato e far tesoro dell’esperienza. La soddisfazione maggiore? La sfida delle Velone, ragazze in gara tra i 65 e i 90 anni. Batterono Miss Italia. Il divertimento purissimo e la gioia di vivere” (da La Stampa del 26 giugno).

Jan Michelini (regista): “Doc? Quando è arrivato le fiction sulla Rai stavano andando male e inoltre eravamo terrorizzati dalla sovraesposizione dei medici, sempre al centro della cronaca in quei giorni, e pensavamo che ci sarebbe stato un rifiuto da parte del pubblico. Invece è accaduto il contrario, anche perché i medici sono diventati giustamente degli eroi in tutto il mondo. Le riprese di alcune scene che avrebbero concluso la seconda stagione, ma che sono state bloccate dal lockdown, avranno inizio all’inizio di luglio e proseguiranno per una decina di giorni” (da Avvenire del 21 giugno).

Carlo Conti (conduttore di Top Dieci, in onda su Rai1 il venerdì alle 21.30): “Proposte indecenti? Mai, giusto qualche approccio per cambiare rete, ma non sono mai stato corteggiatissimo. In Rai sto bene. Questione stipendi? Negli ultimi quattro anni è già stato ridotto due volte, quindi non c’è problema: mi dispiace solo perché così pagherò meno tasse, quelle tasse che servono a infermieri, medici, forze dell’ordine, maestri e altri. Paolo Bonolis ha dichiarato di voler smettere tra poco? Non lo so, dipende dalle energie, dalle idee e dal pubblico, però ho già rallentato, soprattutto dopo la nascita di mio figlio e la morte di un amico, Fabrizio Frizzi. Ero già sulla strada della sottrazione, ma quanto è accaduto a lui ha accelerato la decisione di cambiare” (da Il Fatto Quotidiano del 21 giugno).

Federica Sciarelli (conduttrice di Chi l’ha visto?, in onda su Rai3 il mercoledì alle 21.20): “Sono così intima del dolore altrui da averlo fatto mio. Mi segue, mi accompagna, mi tinge le giornate e anche i pensieri. E scavo, scavo, scavo. Perciò avrei voluto staccarmene anche se la trasmissione regge il tempo e i miei 16 anni di conduzione non li sento” (da Il Fatto Quotidiano del 22 giugno).
“Non sono assolutamente stanca! Anzi, è un privilegio condurre un programma come questo che fa servizio pubblico. Il problema, dopo tanti anni che parli di cose drammatiche e tratti temi dolorosi, non è la stanchezza, ma il fatto che assorbi il dolore degli altri come una spugna. Se mai dovessi andarmene? Noi abbiamo delle inviare bravissime, opterei per una soluzione interna. Talk show politico? È un’altra falsità. Noi conduttori parliamo di tutto con i nostri direttori. Ho fatto solo una chiacchierata con Franco Di Mare sul fatto di mettere il venerdì sera la politica, visto che per 15 anni l’ho seguita per il Tg3. Penso che Rai3 debba avere tanta informazione” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 23 giugno).

Andrea Delogu (conduttrice de La vita in diretta estate, in onda su Rai1 dal 29 giugno dal lunedì al venerdì alle 16.45): “Io e Marcello Masi? Credo che questa volta molti rimarranno stupiti, ci siamo mischiati con i ruoli — se questi sono i ruoli definiti. Siamo entrambi conduttori e Marcello si dedica anche a argomenti di intrattenimento, mentre io già a Radio2 mi occupo di temi di tutti i tipi. Dunque saremo complementari. Arbore? Ho avuto la fortuna di lavorare con un mattatore che conosce il pubblico. Non la televisione e c’è una grande differenza. Con Renzo è facile stare sul palco: qualsiasi cosa accada in scena con lui l’errore diventa show. Anche a Stracult ho imparato a lavorare sugli errori, a farne un punto di forza. Invece a La vita in diretta estate voglio mettere alla prova una versione più precisa di me, in un orario importantissimo, con tanti occhi addosso” (dal Corriere della Sera del 23 giugno).

Marco Liorni (conduttore di Reazione a catena, in onda su Rai1 dal 29 giugno alle 18.45): “Abbiamo dovuto ripensare la scenografia e, tra le altre novità, il pubblico in studio non ci sarà. Almeno non in carne e ossa. I nostri fan più affezionati saranno in collegamento video da casa loro: il calore che ci regalano è davvero prezioso. Insomma, sarà un’edizione insolita…” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 23 giugno).

Tonino Quinti (autore di Reazione a catena, in onda su Rai1 dal 29 giugno alle 18.45): “Abbiamo adattato la scenografia alle esigenze del momento. Il nostro programma si basa sull’intesa tra i tre concorrenti di ciascuna delle due squadre in gara e il distanziamento non è semplice. Per ottenerlo abbiamo pensato a delle postazioni non in linea ma ai vertici di un triangolo: il capitano è davanti e gli altri due sono leggermente più indietro, ma si possono guardare e hanno degli auricolari grazie ai quali possono comunicare tra loro a bassa voce. Noi in onda li sentiamo mentre gli avversari in studio no. La postazione di Marco Liorni è al centro, frontale rispetto ai concorrenti. Manca un elemento portante che è il pubblico in sala, con il suo calore e il suo coinvolgimento. Così abbiamo tolto la tribuna e messo un grande schermo dove vedremo in video collegamento alcuni rappresentanti del nostro pubblico e dei fan dei social” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 23 giugno).

Valeria Fabrizi (attrice): “Che Dio ci aiuti 6? Se Dio vuole, inizieremo a girare il 30 giugno. Nel cast ci sono Francesca Chillemi, Gianmarco Saurino, Simonetta Columbu e sono felice che torni Diana Del Bufalo, che è un amore e canta divinamente. E arrivano due nuovi ragazzi: Pierpaolo Spollon ed Erasmo Genzini” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 23 giugno).

Roberto Giacobbo (conduttore): “Nuova edizione di Freedom da settembre su Italia 1? Ci saranno molte sorprese. Vi posso dire che racconteremo cosa di splendido gli italiani hanno fatto nel mondo e che ci sarà un mini furgoncino di 60 centimetri, con ruote motrici e telecomandato, che camminerà accanto a me e mi parlerà come il robottino di Guerre stellari C-3PO. Ci è voluto un anno di lavoro per realizzare questa nuova serie, escludendo i mesi di stop causati dall’emergenza Covid. Ed è molto curata. Sarà più dinamica, intrigante e interessante che mai” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 23 giugno).

Anna Falchi (conduttrice di C’è tempo per…, in onda su Rai1 dal 29 giugno dal lunedì al venerdì alle 10): “Il programma è pensato per i ‘sempreverdi’, quella fascia di persone che utilizzano la tv ancora per informarsi e intrattenersi. L’obiettivo è aprire delle finestre sull’Italia andando nelle città o nei luoghi di vacanza per mostrare la vita dei sessantenni che, con la loro esperienza, sono pronti a dare suggerimenti ai loro coetanei. Dalla coltivazione dell’orto alla cura e al benessere della persona. A questa età si pratica sport, si viaggia e si coltivano mille passioni. Beppe Convertini? Tra noi c’è affetto sincero e grande rispetto” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 23 giugno).

Adriana Volpe (conduttrice di Ogni mattina, in onda su Tv8 dal 29 giugno dal lunedì al venerdì alle 10): “Sono orgogliosa di essere stata scelta come volto femminile di Tv8. Alessio Viola e io non ci conoscevamo ma ci siamo subito trovati bene. La nostra non sarà una conduzione patinata e non avremo testi scritti: lasceremo spazio alle storie e a chi le racconterà. Quattro ore di preparazione e quattro ore di diretta sono un impegno notevole” (da Tv Sorrisi e Canzoni del 23 giugno).
“Un linguaggio moderno, semplice e innovativo che si unisce con la serietà, credibilità, autorevolezza che da sempre contraddistinguono l’informazione Sky. Ma, per me, il fattore più importante è la libertà di dire quello che mi pare come mi pare, senza condizionamenti. E d’ora in avanti io lavorerò solo con chi mi garantirà questo” (da Il Giornale del 25 giugno).
“Un tono empatico e positivo, mai urlato. E un forte coinvolgimento con il pubblico da casa attraverso i social. Non dimentichiamoci, poi, la squadra composta da Daniele Piervincenzi per le inchieste, Luca Calvani per l’attualità, Flora Canto per la cronaca rosa e Aurora Ramazzotti per i servizi di costume, oltre ai contributi di Selvaggia Lucarelli, Edoardo Stoppa e Giovanni Ciacci” (da Qn del 25 giugno).

Pupo (cantante): “GF Vip? Sono felice che Alfonso Signorini mi abbia riconfermato e mi abbia eletto a sua spalla. Siamo compagni di avventura ideali perché in lui convivono l’alto e il basso, la cultura alta e quella popolare, in me convivono il basso e il più basso: lui è colto per definizione, io sono colto sul fatto perché mi faccio beccare sempre, quindi siamo un mix explosivo, il re e il principe dell’imprevedibilità. Giulia De Lellis opinionista? Non mi dispiace perché è brillante, spigliata, ho visto che fa grandi cose sui social” (da Chi del 24 giugno).

Francesco Pannofino (attore): “Disponibile a fare una nuova serie di Boris? Io certamente sì ma so che anche gli altri componenti del cast ne sarebbero felici, da Caterina Guzzanti, Carolina Crescentini, Paolo Calabresi, Ninni Bruschetta. Però la serie era frutto dell’intelligenza, del cuore, dell’umorismo dei suoi tre autori, Giacomo Ciarrapico, Luca Vendruscolo e Mattia Torre. Mattia ci ha lasciati l’anno scorso, una perdita straziante e assurda. Senza di lui non so come Boris potrebbe rinascere” (da Qn del 25 giugno).

Vira Carbone (conduttrice di Buongiorno benessere, in onda su Rai1 il sabato alle 10.40): “Le repliche hanno avuto un grande seguito. Ma sono felicissima di tornare in onda, con puntate nuove, il 12 settembre e grazie al neodirettore di Rai1, Stefano Coletta, per la prima volta andremo in diretta e non più registrati (un grazie lo devo anche a Giancarlo Leone, ex direttore Rai, che ha creduto nel mio progetto). Mi piace curare il rapporto coi telespettatori. Finora l’ho fatto sui social, rispondendo personalmente a tutte le domande. Da settembre potremo avere anche le telefonate in diretta” (dal Corriere della Sera del 25 giugno).

Mara Venier (conduttrice di Domenica In, in onda il 28 giugno alle 14 su Rai1): “Delle giovani chi mi piace? Andrea Delogu ha carattere e personalità. Fatima Trotta ha ritmo, è ironica. Un Festival al femminile? Chissà. Prima o poi lo faranno. È già successo con Raffaella Carrà, Simona Ventura e soprattutto con Antonella Clerici. Il suo Sanremo è stato un successo clamoroso. Ecco, con lei farei volentieri qualcosa. Prossima Domenica In? La prossima settimana cominciano le riunioni, a casa mia. Non ho ancora le idee chiare, anche se una cosa l’ho capita: il format sono io. Mi piacerebbe avere dei compagni di viaggio, non un cast fisso ma amici con cui condividere qualche domenica. E manterrò le interviste. Chi vorrei con me? Stefano De Martino, una vera rivelazione. Lui lo voglio” (da Il Messaggero del 27 giugno).

About Fabio Traversa 125 Articles
Fabio Traversa nasce a Bari l'11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell'ultim'ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all'occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it, Soundsblog.it e GossipeTv.com. Da gennaio 2018 è autore su AltroSpettacolo.it.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*