Hell’s Kitchen Italia 2018: vince Nicola

Hell’s Kitchen Italia torna su SkyUno con la sua quinta edizione martedì 6 novembre con 8 nuove puntate, 14 concorrenti e un solo giudice, Carlo Cracco. Lasciato l’impegno di MasterChef, Cracco si dedica solo al suo ‘ristorante televisivo’, mutuato da Gordon Ramsay ma al quale ha dato un suo tocco personale. Vediamo cosa prevede questa nuova edizione.

Hell’s Kitchen Italia 5, le novità e la gara

La principale novità della quinta stagione è nella prima puntata, che vede la selezione definitiva dei concorrenti, che da 20 aspiranti passano a 14 effettivi, presto divisi nella Brigata Rossa e nella Brigata Blu. Altra novità, la presenza in sala di un Tavolo Speciale che assaggia tutti e due i menù: i primi ospiti sono tre super fan del programma.

Nella formula della gara, invece, nessuna novità di rilievo nella formula del cooking talent, fatta di prove vantaggio e penalità, sfide a squadre e servizi serali ad alto tasso di urla e piatti rotti.

Hell’s Kitchen Italia 5, il premio

In palio un contratto da Executive Chef in uno dei ristoranti dell’hotel 5 stelle J.W. Marriott Venice Resort & Spa, sull’Isola delle Rose nella Laguna di Venezia.

Hell’s Kitchen Italia 5, il cast

Carlo Cracco è il capo assoluto e supremo, cui spetta diritto di ‘vita’ o di ‘morte’. Al suo fianco, nel ruolo di Sous-Chef, troviamo ancora una volta  Sybil Carbone (finalista della prima edizione) e Mirko Ronzoni (vincitore della seconda). Responsabile della sala e del servizio il maître ‘Luchino’ Cinacchi. 

Hell’s Kitchen Italia 2018, i concorrenti

Sono venti, come detto, gli aspiranti concorrenti, che nella prima puntata saranno scremati fino ad arrivare ai 14 titolari, 7 uomini e 7 donne.

DONNE

  1. Elena Fotia: 28 anni, romana, pasticcera;
  2. Ginevra Bassetti: 28 anni, di Fiesole (FI), responsabile di cucina;
  3. Mayla Bucci: di Ortona (CH), Sous-Chef;
  4. Michela Truncellitto: 32 anni, di Roma, Personal Chef e capo partita di antipasti di mare;

UOMINI

  1. Diego Bencetti: 34 anni, bresciano, capo cuoco.
  2. Nicola Pepe: 22 anni,di Legnano, capo partita;
  3. Rodolfo Tagliafierro: 39 anni, di Rho, cuoco e direttore del suo ristorante;

ELIMINATI

  • Ai casting:
    • Clelia Guidotti: 26 anni, di San Giovanni Persiceto, ristoratrice;
    • Federico Figus: di San Gavino Monreale, capo partita.
    • Maria Pia Moscatelli: di Fermo, aiuto cuoco a Parigi;
    • Samantha Fernandez: 20 anni, di Mendrisio (Canton Ticino), apprendista cuoca.
    • Marco Arduini: 28 anni, nato a Dubrovnik ma vive a Pescara, gestisce una cucina;
    • Simone Napolitano: 22 anni, di Rho, cuoco.
  • Alla prima puntata: Federica Gianelli, 49 anni, food blogger.
  • Alla seconda puntata: Piero Rainone: di Maratea (PZ), Chef di cucina e pasticceria in una scuola.
  • Alla terza puntata: Manuel Porfidio: 31 anni, di Seregno (MB), cuoco.
  • Alla quarta puntata:  Luca Siotto: 42 anni, di Napoli, capo cuoco, e Lory Ignone: 30 anni, di Cisternino (BR).
  • Alla quinta puntata: Federica Sana: 33 anni, di Bergamo e Fabrizio Latino: 28 anni, di Milano, Chef di cucina.

Hell’s Kitchen Italia 2018, puntate

Hell’s Kitchen Italia 2018, prima puntata 6 novembre

Nella prima puntata, in onda martedì 6 novembre, Carlo Cracco sceglie personalmente i componenti delle due brigate. A fine puntata viene eliminata Federica Gianelli: 46 anni, di Magenta, food blogger.

Hell’s Kitchen Italia 2018, seconda puntata 13 novembre

Nella seconda puntata, in onda martedì 13 novembre, lo chef stellato Cristiano Tomei giudica le brigate in una prima prova a squadre a tema prodotti della terra ed erbe di campo. Ciascuna squadra deve scegliere tre prodotti della terra da valorizzare in tre diversi piatti che compongano un menu: alla fine Tomei e Cracco premiano la migliore performance della Brigata Rossa. I Blu devono quindi sostenere una prova individuale: il peggiore non parteciperà al Servizio serale e sfiderà al Duello Finale il peggiore del Servizio. La prova individuale chiede ai Blu di combinare due piatti molto diversi tra loro (tipo trippa e cannoli siciliani): il piatto peggiore è quello di Manuel che non riesce a fondere risotto alla zucca e bagnacauda.

Al servizio serale Cristiano Tomei siede al Tavolo Speciale, che assaggia tutti e due i menu. Il servizio non va liscio a causa degli sgombri crudi di Elena, le uova mal cotte di Lory, la pasta fatta male di Fabrizio e di Piero, che lascia addirittura la plastica nel piatto dell’ospite. Alla fine il servizio migliore, anche se non eccelso, è delle Rosse. I Blu scelgono come peggiori Piero e Fabrizio e Cracco chiama al duello finale proprio il prof. Piero, che sbaglia la consistenza degli gnocchi alla parigina al cospetto di Manuel che non li aveva mai fatti prima. Manuel è salvo, Piero viene eliminato.

Hell’s Kitchen Italia 2018, terza puntata 20 novembre

Nella terza puntata, in onda martedì 20 novembre, sono ospiti La Pina ed Emiliano Pepe. I due cucineranno al posto dei cuochi professionisti: la coppia dovrà infatti farsi guidare dalle due brigate nella preparazione di un piatto. Fra le due squadre, ad avere la meglio sarà quella che sarà in grado di suggerire più efficacemente agli ospiti i passaggi della non semplice ricetta scelta da Cracco. La prova è vinta dai Blu, per cui la squadra Rossa sostiene la prova individuale per stabilire chi è a rischio eliminazione e dovrà sostenere il duello finale col peggiore del servizio. La prova individuale, di 45′, ha una particolarità: ogni concorrente può bloccare una rivale per 5′. Si scatena una guerra. Alla fine il piatto peggiore è quello di Federica. Al Servizio Serale il Tavolo Speciale è occupato da food blogger che daranno voti a vista: le Brigate quindi possono seguire live l’andamento del servizio. Vincono le Rosse: i Blu mandano in nomination Fabrizio e Rodolfo, ma Cracco non è d’accordo e sceglie Manuel. Il duello finale tra Manuel e Federica è a base di scorfano ripieno. Il peggiore è quello di Manuel che deve lasciare Hell’s Kitchen.

Hell’s Kitchen Italia 2018, quarta puntata 23 novembre

Da questa puntata Hell’s Kitchen Italia va in onda sempre di venerdì. Ospite Chef Cannavacciuolo. Prova a squadre senza acqua: i concorrenti devono cucinare senza acqua, ma estraendo succhi da verdure e con l’ausilio di vino, latte e birra. Vincono le Rosse perché nel terzo dei loro piatti i Blu hanno proprio sbagliato la prova. Sono loro quindi a doversela vedere in una sfida individuale al cospetto del mixologist Simone Caporale: a sorteggio si ritrovano a dover costruire un piatto con gli ingredienti usati dal bartender per i suoi cocktails. L’ingrediente forte se lo assegnano a vicenda con una catena. Il peggiore è Luca, che sbaglia la cottura dell’anatra e deve lasciare Hell’s Kitchen. Michela viene spostata ai Blu, non senza problemi. Per il servizio arriva Cannavacciuolo che aggiunge al menu quello che lui chiama “il piatto dell’amicizia”, ovvero lo spaghetto agio, olio e peperoncino, ma alla sua maniera. E diventa un piatto stellato. Allo chef’s table tre gourmand che di fatto premiano le Rosse. Ma Cracco assegna il pareggio e così le brigate devono indicare ciascuna due nominati alla prova finale. Le Rosse nominano Lory e Mayla, i Blu Fabrizio e Rudy: Cracco porta alla sfida finale, a base di ‘boccone del prete’, Lory e Rudy. Troppi gli errori di Lory, in queste settimane, uniti alla sua scarsa propensione all’ascolto. E così Lory viene eliminata.

Hell’s Kitchen Italia 2018, quinta puntata 30 novembre

Prima sfida in esterna per le Brigate, che vanno all’Hotel Excelsior Gallia di Milano per convincere Cracco e il Direttore con la loro prima colazione a base di ravioli cinesi, pancakes e focacce arabe. Le Rosse convincono, anche perché Michela, nei Blu, serve un uovo in camicia fatto male, a Cracco, in un luogo in cui lo standard è solo uno: il massimo. La prova individuale si svolge sotto lo sguardo vigile di Chef Pino Lavarra, che dalla Puglia, passando dalla Campania e da mezzo mondo, ha conquistato Hong Kong. Porta con sé una serie di ingredienti ai più ignoti che dovranno essere usati tutti in una ricetta. Il peggiore della prova risulta Diego, che andrà alla sfida finale. Servizio molto particolare: per la prima volta, infatti, le due brigate dovranno servire un banchetto russo. Tutti i piatti devono essere uguali e uscire insieme, ma gli errori sono tanti e anche folli, come il pelo di un braccio in un piatto. Alla fine Cracco chiede due nominati per squadra: le Rosse mandano Mayla, che ha sbagliato il pollo rischiando di presentarlo crudo, e Federica, che ha fallito nel ruolo di capo per un carattere un po’ troppo debole; i Blu spediscono Fabrizio e Rodolfo. Cracco elimina a vista Federica, che deve lavorare sul proprio carattere per poter essere un giorno un executive chef, e manda Fabrizio alla sfida finale con Diego. Prova su Insalata Russa: la migliore è quella di Diego. Fabrizio viene eliminato.

Hell’s Kitchen Italia 2018, sesta puntata 7 dicembre

Nella sesta puntata, in onda venerdì 7 dicembre 2018, i concorrenti si recano in uno dei ristoranti dell’hotel 5 stelle J.W. Marriott Venice Resort & Spa, sull’Isola delle Rose, dove incontrano colui che diventerà il datore di lavoro del vincitore, il general manager Enrique Tasende. La prova a squadre metterà rossi e blu a confronto con la cucina dello chef Frederik Berselius, che propone ai concorrenti come ingredienti licheni, muschi e radici di vario tipo. La sfida viene vinta dalla Brigata Blu: le Rosse quindi si ritrovano alla prova individuale che determina chi sfiderà il peggiore del servizio nella Sfida Finale, ovvero Ginevra.

Ci si prepara al servizio con uno spostamento nelle squadre: Cracco sposta Nicola dai Blu ai Rossi e così le Brigate devono trovare un proprio equilibrio. Per le Rosse è una serata complicata a causa della leader Mayla e del nervosismo di Elena: i Blu vincono e le Rosse nominano Mayla ed Elena. Tra le due Cracco, estremamente deluso dal comportamento delle ragazze, sceglie Elena.

La sfida finale tra Elena e Ginevra è a base di fegato alle veneziana: vince Ginevra, Elena viene eliminata.

Hell’s Kitchen Italia 2018, settima puntata 14 dicembre

Nella settima puntata, in onda venerdì 14 dicembre 2018, i concorrenti si sfidano per ottenere l’agognata giacca nera. Ospite Costantino della Gherardesca che porta nelle cucine del programma le sue passioni, dall’arte iraniana alla moda nigeriana, fino alla musica indiana. Gli chef devono fondere in un solo piatto le sue aspirazioni. La Brigata Vincitrice è quella Rossa: Mayla, Nicola e Ginevra conquistano la Giacca Nera. I Blu, ovvero Rodolfo, Michela e Diego, devono giocarsi le ultime due Giacche Nere disponibili con una sfida individuale a base di frattaglie: i migliori sono Rodolfo e Michela. Diego viene eliminato.

Nel servizio serale ormai ognuno gareggia per sé: non ci sono più Brigate e Squadre. I migliori per Cracco sono Nicola, Michela e Ginevra che vanno direttamente alla finale mentre Rodolfo e Mayla si contendono l’ultimo posto da finalista disponibile con la Sfida Finale. Nella gara del soufflè vince Mayla: Rodolfo è il secondo eliminato. I finalisti sono Mayla, Nicola, Ginevra e  Michela.

Hell’s Kitchen Italia 2018, finale

Nell’ottava e ultima puntata, in onda venerdì 21 dicembre 2018, i quattro finalisti si giocano il titolo prima con un piatto che racconti se stessi. Viene eliminata Mayla. Nicola, il migliore, va direttamente al servizio. Ginevra e Michela si giocano l’altro posto con un piatto che racconti Chef Cracco. Passa Ginevra. I due superfinalisti Nicola e Ginevra devono preparare i propri piatti che vengono assaggiati dai commensali e da due chef tre stelle Michelin. A fine servizio Chef Cracco chiama Nicola e Ginevra in ufficio per comunicare il verdetto. Vince Nicola.

Gli ospiti di Hell’s Kitchen Italia 5

Tra gli ospiti annunciati di questa quinta edizione gli chef Antonino Cannavacciuolo e Cristiano Tomei, oltre a Costantino della Gherardesca e La Pina.

Hell’s Kitchen Italia 2018, il format

Hell’s Kitchen Italia 5 è prodotto da Dry Media: composto da 8 puntate in tutto, il programma è di Paola Papa, Romina Ronchi, Luca Danesi, Ilaria Brosi, Jacopo Ghirardelli, Valentina Monti, Sergio Carfora, Vincenzo Maiorana, Mariachiara Salvi, Veronica Pennacchio, per la regia di Umberto Spinazzola.

Quando va in onda Hell’s Kitchen Italia 2018?

Tutti i martedì per 8 settimane a partire dal 6 novembre su SkyUno HD e in live streaming su SkyGo per chi è abbonato al servizio. Il programma è disponibile poi su Sky on demand.

Hell’s Kitchen Italia 2018 sui social

Il programma ha un proprio sito ufficiale, un account Twitter ufficiale, una pagina FB e un profilo Instagram. L’hashtag ufficiale è #HKIta.

 

Hell’s Kitchen Italia 2018, la prima puntata

Come anticipato, dei 20 aspiranti concorrenti solo 14 resteranno in gara. Alla fine dei casting è partito il primo servizio, che ha visto subito la Brigata Rossa, quella delle donne, in netta difficoltà con le omelette di Cracco. Lo chef le caccia via e fa finire il servizio ai sous-chef. Al duello finale Cracco porta Lory e Federica, la food blogger, per una prova a base di vol-au-vent. Alla fine ha la meglio Lory, soprattutto perché i fegatini di Federica Gianelli erano poco cotti.

 

About Giorgia Iovane 131 Articles
Amante di Bim Bum Bam e Saussure, laureata in Comunicazione con una tesi sulla lingua della fiction italiana e addottorata sulle trasposizioni fictional dei Promessi Sposi e de La Cittadella, collaboro da anni con la cattedra di Semiotica del Suor Orsola Benincasa di Napoli, facendo anche danni sulla web radio di ateneo (runradio.it). Dopo 5 anni di Televisionando e con 5 anni di TvBlog all'attivo, sono sempre in cerca di occasioni per scrivere.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*