Il presidente della nuova società Peloton respinge la proposta di vendita dell’azienda

Il nuovo CEO di Peloton ha rifiutato l’idea di essere un gruppo di home fitness messo in venditaInvece, promette di continuare a crescere raddoppiando i suoi contenuti, espandendosi in nuovi paesi e aumentando il suo portafoglio di prodotti.

Le azioni della società di New York sono aumentate la scorsa settimana dopo le notizie in merito Nike, Amazon Altri gruppi stavano valutando potenziali offerte dopo che il loro valore di mercato era crollato di oltre l’80%.

Ma Barry McCarthyL’ex direttore finanziario di Netflix e Spotify, nominato la scorsa settimana CEO di Peloton, ha dichiarato al Financial Times che si sarebbe trasferito dalla California a New York per cogliere un’opportunità di crescita a lungo termine, non per supervisionare una vendita.

“Se pensassi che la società sarebbe stata rilevata nel prossimo futuro, non riesco a immaginare che sarebbe un’attività razionale trasferirsi in tutto il paese”, ha affermato. “Ci sono così tante altre cose che posso fare durante il mio tempo che sono molto redditizie che uscire con un’azienda in procinto di vendere”.

McCarthy ha riconosciuto che qualsiasi decisione di vendere sarebbe nelle mani di addetti ai lavori che controllano la maggioranza dei voti attraverso la supervisione delle azioni, tra cui Il co-fondatore John Foleyche la scorsa settimana ha portato il ruolo di CEO a diventare CEO.

“Questo non è il mio voto”, ha detto McCarthy. “Tuttavia, è un voto degli azionisti e sono fiducioso che una grande percentuale dei voti sarà espressa per la mia guida dell’azienda, motivo per cui ho accettato di entrare nel business in primo luogo”.

READ  I lavoratori di Starbucks a Mesa, in Arizona, votano per il sindacato

Le azioni di Peloton sono scese fino al 5% dopo che il Financial Times ha pubblicato i commenti di McCarthy e sono scese del 3% a $ 33,58 nelle contrattazioni della tarda mattinata di lunedì.

un investitore attivo, Capitale di Blackwellha esortato Peloton a trovare un acquirente e ad incentivarlo a eliminare la struttura di voto a doppio livello.

McCarthy ha affermato che la sua strategia di crescita si concentrerà sui contenuti, spiegando che “dove vive la magia” di Peloton è sui suoi schermi digitali, non sulle sue biciclette collegate o sui tapis roulant. L’espansione della comunità digitale e il miglioramento dei contenuti potrebbero rendere Peloton “un’azienda in rapida crescita con margini di profitto molto elevati”, ha affermato.

McCarthy ha affermato che il suo “playbook” comporterà lo sviluppo di “accessori per la linea di prodotti” in modo che i clienti possano possedere più dispositivi. Ha aggiunto, tuttavia, che una “struttura dei prezzi completamente diversa” potrebbe sostituire la quota di abbonamento mensile di $ 39 che è rimasta fissa da quando l’azienda ha venduto le sue prime biciclette tramite Kickstarter.

FT ha ottenuto separatamente i dettagli del lancio di due marce in sviluppo a Peloton.

Il primo, nome in codice Project Caesar, è un vogatore connesso che fornisce feedback su un modulo utente. Secondo le foto e i dettagli delle specifiche visti dal Financial Times, il vogatore è dotato dello stesso tablet del prodotto Peloton Bike+, funziona con resistenza magnetica e sarà caratterizzato da lezioni con istruttore in studio e sull’acqua.

Negli ultimi mesi, alcuni dipendenti hanno testato il vogatore nelle loro case. Due persone che hanno familiarità con la questione hanno detto che potrebbe essere annunciato prima o durante “Homecoming”, un evento annuale per i fan di Peloton che si svolgerà il 13 maggio.

READ  La tua auto a noleggio 2019 potrebbe valere $ 7.200 in più del previsto

Project Cobra introdurrà il primo prodotto power dedicato a Peloton. È progettato per competere con il Tonal, un sistema di pesatura per avvolgicavo prodotto dal concorrente Peloton. A differenza del Tonal, il Cobra non è fissato al muro ed è abbinato a una TV anziché a un touch screen. Il prodotto non sembra imminente come il vogatore.

McCarthy ha rifiutato di commentare lanci specifici, ma ha sottolineato che Peloton era “un’azienda di fitness connessa, non un’azienda di biciclette”.

McCarthy ha affermato che Foley continuerà a svolgere ruoli strumentali nei prodotti, nella strategia e nella visione, mentre il suo compito è creare un ambiente in cui tutti si esibiscono al meglio, come “allenatore di calcio professionista”. Si è risentito per il suggerimento che potrebbe non essere chiaro chi guida l’azienda.

“Per essere inequivocabilmente chiari, io sono l’amministratore delegato. Le decisioni atterrano sulla mia scrivania. Se c’è un disaccordo tra noi sul percorso da seguire, avrò l’ultimo voto”, ha detto McCarthy. “Ora, vengo senza John? ” No. Ha dei superpoteri? Sì . . .[And I’m going]Assorbire da lui ogni grammo di superpotere fintanto che me lo permetterà”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply