Il prezzo del bitcoin scende mentre aumentano le tensioni tra Russia e Ucraina

Martedì, bitcoin è stato scambiato a $ 36.649 alle 2:30 ET, ed è sceso di quasi il 6,5% nelle ultime 24 ore, secondo i dati di CoinDesk. La criptovaluta più preziosa del mondo è scesa sotto i $ 40.000 durante il fine settimana e ha continuato a scivolare come La crisi in Ucraina peggiora.
Quasi perso la moneta metà del suo valore Dal massimo di novembre di $ 68.990 a causa delle tensioni geopolitiche, La possibilità di un aumento dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve statunitense e le restrizioni di alcuni Principali economie sugli asset digitali.

Anche i peer di Bitcoin hanno sottoperformato. Ethereum, la seconda criptovaluta più preziosa al mondo, è scesa di oltre l’8% nelle ultime 24 ore e viene scambiata a $ 2.520.

Gli esperti affermano che Bitcoin potrebbe non stabilizzarsi a breve.

“Bitcoin è un partecipante riluttante alla volatilità che colpisce tutti gli asset rischiosi dalle tensioni Russia-Ucraina”, ha scritto in una nota Edward Moya, capo analista di mercato di OANDA, la scorsa settimana. “La corsa sulle montagne russe in bitcoin non finirà presto”, ha detto.

Gli investitori di tutto il mondo erano nervosi questa settimana a causa dell’aggravarsi della crisi in Ucraina. Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato alle forze russe di unirsi a due regioni separatiste filo-Mosca nell’Ucraina orientale dopo che lunedì sono state riconosciute come stati indipendenti.

La mossa per riconoscere i territori separatisti sembra essere l’inizio di un’operazione militare potenzialmente più ampia contro l’Ucraina, hanno detto alla CNN quasi una dozzina di funzionari statunitensi e occidentali.

READ  Approvazione finale per Tesla Giga Berlin prevista entro fine settimana, cerimonia di apertura prevista dal 22 al 23 marzo: Report

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply