Infernal Forces: foto-report dalla prima edizione del festival black/death a Trezzo, 27 Ottobre 2018

Dopo il successo del Metalitalia Festival, confermato anche dall’ultima edizione, gli organizzatori (tutti: Metalitalia, Eagle Booking, il Live Club di Trezzo) ne lanciano una versione più estrema, esclusivamente dedicata a death e black metal. Chi si è trovato bene con il Metalitalia Fest, sa già cosa aspettarsi: una buona organizzazione di spazi e tempi (addirittura, durante la giornata gli show hanno iniziato a cominciare in anticipo), metal market piuttosto variegato, zone dedicate a cibo e relax. E soprattutto, band motivate e con lunghi tempi a disposizione per i concerti.
Cospargendoci il capo di cenere (ma cospargendolo anche ai datori del “lavoro con cui si campa”, che ci hanno bloccato fino alle 18.30), abbiamo assistito solo a metà delle edibizioni, ovvero le ultime quattro.

Infernal Forces: live-report da Trezzo

Sono arrivato al Live Club di Trezzo subito dopo l’esibizione degli Hour Of Penance, trovando una marea di gente impegnata a mangiare, bere e riposarsi prima del rush finale. Girando per gli stand e salutando vecchi amici, riesco a vedere il finale del meet&greet con gli Impaled Nazarene: mentre parlo con uno degli addetti ai lavori, chiedendo come sta andando la giornata, Mika Luttinen saluta tutti, si alza dal tavolo e cade da almeno un metro di altezza, non accorgendosi del gradino che poneva la band sopra ad un podio. Si rialza con nonchalance e si avvia verso l’uscita – quando poi la sua band salirà sul palco, esibendo una bottiglia di whisky già vuota, si potrà immaginare il come ed il perchè di questo esilarante svarione.

Tornando all’interno del locale, gli Enthroned prendono possesso del palco, con face (e corpse) paint di grande atmosfera. Segue un’ora di black metal pesante, con suoni ottimi e grande aggressività. La platea è piena poco oltre la metà della sala, ma molte persone sono impegnate ancora con cibo, bevande e acquisti. Per lo show degli Impaled Nazarene l’affluenza è molto più massiccia – d’altronde l’annuncio che l’amatissimo “Suomi Finland Perkele” sarebbe stato suonato per intero, ha incuriosito molti. Il risultato è stato interessante, con una partenza a razzo ed un lento deterioramento delle condizioni di Luttinen: niente dovuto alla sua caduta di prima, ma piuttosto alle bottiglie di alcool vuote sul palco. Perde un po’ di grinta e lucidità, e quando il disco viene esaurito, ci si aspetterebbero dei bis, ma Mika chiede a tutti scusa, dice che non riesce ad andare avanti e lo spettacolo finisce una ventina di minuti prima del previsto. E’ stato bello e intenso, ma lascia un po’ perplessi. Fortunatamente, il concerto ha anche portato sul palco tre tizi completamente fuori di testa (due vestiti da dinosauri, uno da donna), che irrompono più o meno legalmente prima del terzo brano, lasciando tutti senza parole (potete vederne qualche foto qui sotto: ma chi erano?).
Per gli Hypocrisy il Live Club si dimostra pieno quasi fino al limite, con il parterre ansioso di assistere allo show di Peter Tagtgren e soci. Le aspettative non sono deluse: il gruppo svedese picchia forte e duro fin dai primi minuti, con un palco sistemato da veri headliner e dei suoni pulitissimi, che permettono sia di godere della voce di Peter, che di ascoltare le note dei musicisti. Il concerto inizia prima del previsto, ma purtroppo questo non vuol dire che si suoni di più – anzi, anche gli Hypocrisy decidono di tagliar corto e lasciare dieci minuti prima del tempo a disposizione, nonostante le ovazioni del pubblico.
I Kataklysm, ultimo gruppo in scaletta, soffrono un po’ dopo l’esibizione del gruppo che li ha preceduti (e con il quale sono in tour attualmente): sembra che una considerevole fetta di pubblico fosse qui per l’esibizione di Tagtgren, e che abbia abbandonato il Live Club soddisfatta una volta che gli Hypocrisy hanno suonato l’ultima nota. Inoltre, la prestazione del gruppo di Maurizio Iacono impiega qualche brano prima di scaldarsi a dovere – quando, dopo i primi tre pezzi, il cantante Italo-Canadese inizia a parlarci in Italiano chiedendo di “non far fare alla band una figura di merda proprio in Italia”, ci si chiede se stia scherzando o meno, visto che il pubblico sembra un po’ spento. Ma poi si parte con Thy Serpents Tongue, e l’atmosfera cambia: pogo sfrenato, pezzi che picchiano come fabbri, e unione più intensa fra band e fans. Le incitazioni in Italiano servono, e sentire Maurizio che parla con il cuore, aiuta a dare il massimo anche dopo 10 ore di metal estremo. A livello di calore, quindi, i Kataklysm hanno meritato il posto da headliner, rispetto a degli Hypocrisy tecnicamente perfetti ma leggermente freddi.

L’impressione finale sull’Infernal Forces è positiva, come sono da anni positivi i commenti sul Metalitalia Fest: vorrà quindi dire che il nuovo festival toglierà il lato più estremo al fest più antico (che infatti quest’anno era orientato sul power/doom)? Lo scopriremo solo nel 2019, sperando che questi esperimenti e nuovi annunci diventino un altro, gradito appuntamento nel panorama Italiano.

Infernal Forces: le foto dei concerti

Enthroned

Impaled Nazarene

Hypocrisy

Kataklysm

Infernal Forces: tutte le informazioni sul festival “estremo” a Trezzo

Infernal Forces 2018: la lineup completa del festival


INFERNAL FORCES 2018
Sabato 27 ottobre 2018

KATAKLYSM (unica data italiana)
HYPOCRISY (best of show – unica data italiana)
IMPALED NAZARENE (special “Suomi Finland Perkele” show)
ENTHRONED (unica data italiana)
HOUR OF PENANCE
ANTROPOFAGUS
DISTRUZIONE
THE SPIRIT

Infernal Forces 2018: biglietti

Prezzo del biglietto in prevendita: €35 + dp
Prezzo del biglietto in cassa la sera dello show: €40

Infernal Forces 2018: presentazione delle band e del festival

Co-headliner, e quindi con minutaggio uguale, si esibiranno in unica data italiana i deathster canadesi KATAKLYSM, che saranno impegnati nel tour promozionale del loro nuovo album “Meditations” in uscita a giugno per Nuclear Blast, e le leggende del death metal svedese HYPOCRISY, i quali torneranno sui palchi dopo vari anni di assenza con un best of show celebrativo della loro carriera costellata di capolavori.

Li precederà una doppietta dedicata al black metal più corrosivo, composta dai famigerati finlandesi IMPALED NAZARENE, che suoneranno in esclusiva per l’Italia l’intera pietra miliare “Suomi Finland Perkele“, e dai belgi ENTHRONED, realtà consolidata della scena europea che vanta album di prima grandezza rilasciati tanto negli anni Novanta quanto nel nuovo millennio!

Prima di loro un tris d’eccellenza per il death metal italiano: HOUR OF PENANCE, ANTROPOFAGUS e DISTRUZIONE.

Apriranno le danze i black metaller tedeschi THE SPIRIT, scelti da Kataklysm e Hypocrisy come compagni di tutto il tour europeo.

Come ogni festival marchiato Metalitalia.com, sarà possibile incontrare gli artisti sul posto in meet&greet gratuiti e aperti a tutto il pubblico con le band che daranno la disponibilità e trovare una selezione di stand e venditori di CD, merchandise e articoli musicali vari. Il Live Club ha inoltre potenziato la propria offerta per quanto riguarda la ristorazione e sul posto troverete vari punti ristoro con un assortimento di cibi tradizionali e vegani.

Live Club Trezzo: come arrivare

Raggiungere il Live Club in auto

Trezzo sull’ Adda e’ servita dalla Autostrada A4 Milano – Venezia, ed è facilmente raggiungibile da diversi punti della Lombardia. Prendere l’uscita “Trezzo sull’Adda”: usciti dal casello autostradale girare a destra, salire sul cavalcavia: scendendo proseguire verso la rotonda, girare a sinistra in Viale Lombardia, proseguire fino ad un’altra rotonda, girare ancora a sinistra in Via Mazzini, girare subito a sinistra per entrare nel parcheggio di fronte al Live Club, al numero 58.
Per chi invece non utilizza l’autostrada, consigliamo comunque come riferimento il casello autostradale di Trezzo sull’Adda per raggiungere il Live Club.

Raggiungere il Live Club con i mezzi pubblici

Il Live Club è raggiungibile con i mezzi pubblici in orario pre concerto, grazie alla vicinanza della Linea Metropolitana MM2 fermata Gessate, collegata al Live Club con pullman Nordest trasporti Z310, fermata Viale Lombardia (200m dal Live); oppure la linea Nordest trasporti Z301 Milano / Bergamo (NordEst trasporti), che viaggia in autostrada e ferma a 200 metri dal Live.

Per Tornare: I mezzi pubblici che collegano alla metropolitana smettono il servizio intorno alle 22, mentre gli headliner si stanno esibendo.
Il Live Club ha attivato un servizio navetta anche per chi vuole raggiungerci senza utilizzare l’auto e spesso si trova in difficoltà per il ritorno negli orari notturni. Il servizio navetta effettua solamente la tratta di rientro dal Live Club alla stazione centrale Fs di Milano la sera dell’evento. La partenza è programmata circa 30 minuti dopo la fine dello spettacolo, (variabile a seconda dell’evento). Il servizio è garantito solo se richiesto e confermato con un anticipo di almeno 48 ore rispetto all’evento. Per prenotare è necessario inviare una mail a servizionavetta@liveclub.it ed indicare:
– Evento per cui è richiesto il servizio
– Numero di persone da trasportare
– Nome, cognome e recapito telefonico cellulare del richiedente

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*