Kamala difende Harris Pitton quando gli viene chiesto da Charlemagne Tha God se lui o Manzi è presidente

“Allora chi è il vero presidente di questo paese, Joe Manchina o Joe Pitana, vicepresidente signora?” Charlemagne ha chiesto a Comedy Central di “The God’s Honest Truth” in una clip rilasciata prima dell’intervista di venerdì con The God Harris.

“Andiamo Carlo Magno. Andiamo, sono Joe Biden”, ha detto Harris al conduttore del talk show notturno. “Non posso dirlo a volte”, ha risposto, prima che Harris lo interrompesse.

“No, no, no, no. Sono Joe Biden. Sono Joe Biden. Non iniziare a parlare come un repubblicano. Chiedigli se è il presidente, sono Joe Biden, io sono il vicepresidente. Mi chiamo Kamala Harris”.

Harris ha letto un elenco di risultati che questa amministrazione crede di aver raggiunto, ma ha riconosciuto la “frustrazione” tra gli americani che affermano che l’elenco dei risultati non è sufficiente.

I democratici sperano di vedere progressi in Built-back Better nel nuovo anno poiché l'azione si blocca per ora

“Va bene, quindi sono dispiaciuto, ma non nego l’impatto che abbiamo avuto, c’è ancora tanto lavoro da fare, ammettiamo che non sarà facile da fare. Ma non molliamo, lo farò non mollare”, ha aggiunto.

In un’altra clip rilasciata dall’intervista, Harris ha affermato che era sbagliato incolpare solo i democratici per non aver soddisfatto le priorità del presidente, incolpando invece i repubblicani.

“Penso che sia sbagliato cercare di pensare questo attraverso la lente contro Democratici e Democratici quando i Repubblicani sono costantemente e all’unanimità ostacolano il progresso”, ha detto Harris. “Pertanto, sottolineiamo dove dovrebbe essere davvero, come può ottenere un sostegno bipartisan oggi e quest’anno negli Stati Uniti nel 2021 e su alcune questioni fondamentali, come sostenere la nostra democrazia”.

I democratici affrontano diversi punti critici nella diffusa espansione del web di sicurezza sociale di Biden, che rimane irrisolta. Aspettati una svolta Consentirà al nuovo anno di approvare una legge chiamata Built Back Better.

La leadership democratica inizialmente ha fatto pressioni per un referendum al Senato su Built Back Better prima di Natale, ma l’azione sulla legge è stata ritardata per una serie di motivi. All’inizio di questa settimana, la CNN ha riferito che i colloqui chiave tra Biden e Mancin, un referendum oscillante cruciale, erano lungi dall’essere una risoluzione su una serie di questioni. I legislatori stanno lottando per capire come affrontare lo stato conteso e risolvere i conflitti politici come le agevolazioni fiscali locali e il testo legislativo non è ancora finalizzato.

La Casa Bianca afferma che Kamala Harris sarà l'alleata di Biden se contesterà la rielezione
Giovedì, Biden È stato implicitamente riconosciuto in una lunga dichiarazione Con le trattative in corso e l’azione pratica con Mansin, i Democratici salteranno la scadenza natalizia che ha automaticamente imposto una scadenza per il passaggio del Senato.

“Io e il mio team siamo in costante discussione con il senatore Mansin; quel lavoro continuerà la prossima settimana”, ha detto Biden in una nota.

READ  Incendio in Colorado: ordine di evacuare più di 30.000 persone

“Ci vorrà del tempo per finalizzare questi accordi, preparare modifiche legislative e completare tutti i passaggi parlamentari e procedurali necessari per un voto al Senato”, ha continuato. “Svolgeremo questo lavoro insieme nei prossimi giorni e settimane; noi (presidente) Chuck Schumer ed io siamo determinati a vedere il conto con successo il prima possibile”.

Tuttavia, il presidente ha ribadito di ritenere ancora che il disegno di legge sarebbe stato approvato alla fine.

Suzanne Malveaux e Clare Foran della CNN hanno contribuito al rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply