Korpiklaani a Milano: foto e commenti dal concerto ai Magazzini Generali, 5 Marzo 2018

Fuori dai Magazzini Generali c’è ancora qualche cumulo di neve, frutto del maltempo degli scorsi giorni, ma dentro il locale, per i veri amanti del Folk Metal, si respira l’aria estiva del Fosch Fest: le quattro band del “Folk Metal Superstar Tour” sono infatti veterane del festival che si teneva a Bagnatica, un festival rimpianto da molti e che, dopo una pausa nel 2017, non sta dando segni di vita neanche per il 2018…
E’ quindi questa l’occasione di godersi quattro gruppi da sempre amati in Italia, con l’ottima idea di dare ad ognuno il tempo giusto per una esibizione da quasi headliner: i Trollfest, primo gruppo in scaletta, suoneranno 45 minuti, poi Heidevolk e Arkona con un’ora, e Korpiklaani un’ora e mezza. A conti fatti, sono oltre quattro ore di folk metal in tutte le sue declinazioni: un’ottima offerta!
Questo, però, vuole anche dire che i Trollfest si esibiscono alle 18.00, mentre il locale si sta ancora riempiendo. E’ un peccato che in molti si siano persi il loro concerto: la band norvegese è la quintessenza di “band di riscaldamento”. Non si può rimanere indifferenti alla loro proposta, non solo musicale ma anche visiva. Un enorme cappello costitituito da palloncini al posto delle corna vichinghe, un fisarmonicista/Pikachu, un sassofono trasparente, bolle di sapone… mettiamola così: se prendete il folk metal molto seriamente, probabilmente odiate i Trollfest. Ma se concedete spazio all’ironia, questo sarà stato uno dei concerti più divertenti a cui si possa assistere, compreso il trenino finale al posto del moshpit.
Dopo un’esibizione così travolgente, gli Heidevolk appaiono troppo seriosi e “pesanti”, ma fortunatamente hanno idee geniali come un ritornello che richiede a tutti di urlare “Woof woof woof” come dei lupi, e quando si abbandonano al lato folk del metal sembrano brillare di più. C’è anche da sottolineare come, in una serata composta da “quattro headliner”, il gruppo Olandese si trovi schiacciato da cazz0ni dei Trollfest e l’enorme attesa rivolta verso gli Arkona. Sembra proprio che in molti siano qui principalmente per l’esibizione del gruppo russo, e l’atmosfera è carica fin da quando sul palco compare il teschio di una mucca, seguito da una oscura figura incappucciata: è Masha Scream, ipnotica come sempre, che parte con una serie di pezzi in growl potente. Anche gli Arkona, però, sembrano ottenere più consensi con i pezzi anthemici e più tendenti al folk – Masha ha anche una gran voce, e la si ascolta meglio quando canta, anzichè urlare. Comunque, tutti soddisfatti della prestazione…
Infine, i Korpiklaani. C’è bisogno di parlarne? Iniziano con “Happy Little Boozer”, chiudono inneggiando a birra, vodka e tequila. Nel mezzo, una festa folk-metal senza pause. I Finlandesi sono da anni maestri dei palchi, sanno come intrattenere un club quasi soldout, e sanno scegliere i brani migliori per non fermare mai la festa. Ogni loro passaggio in Italia attira fan carichissimi, e anche questa sera è andata così. Hanno ragione loro, sempre.

Una nota, in chiusura, sulla varietà linguistica espressa dai gruppi questa sera. Gli Arkona cantano in Russo, gli Heidevolk in Olandese, i Korpiklaani in finlandese con rarissime punte di inglese, ed i Trollfest propongono il Trollspråk (un loro mix di Norvegese e Tedesco mezzo inventato, perchè tanto quando hai un look del genere, chi se ne frega dei testi…).
Eppure, c’è stato qualcuno nelle prime file che si è cantato tutte le “hit”, indipendentemente dalla lingua. Ma fosse anche solo una, delle lingue proposte: quanto è metal urlare il testo di “V pogonye za beloy tenyu” in Russo? Hanno proprio ragione le varie (e tendenziose) ricerche delle misteriose università americane: chi ascolta metal è decisamente più intelligente della norma.

Folk Metal Superstar a Milano: le foto dei concerti

Trollfest @ Milano, 5 Marzo 2018

Trollfest Trollmannen Magazzini Generali Milano tour 2018

Heidevolk @ Milano, 5 Marzo 2018


Arkona @ Milano, 5 Marzo 2018


Korpiklaani @ Milano, 5 Marzo 2018

Matson Korpiklaani Milano Magazzini Generali 2018

Folk Metal Superstar: le scalette suonate a Milano

Korpiklaani ai Magazzini Generali di Milano: setlist

Happy Little Boozer
Pilli on pajusta tehty
Tuonelan tuvilla
Wooden Pints
Lempo
Erämaan Ärjyt
Ruumiinmultaa
Petoeläimen kuola
Vaarinpolkka
A Man With a Plan
Metsamies
Cottages and Saunas
Rauta
HenkseliPoika (Song from upcoming album)
Juodaan viinaa
Hunting Song
Sahti
Beer Beer
Vodka

Arkona ai Magazzini Generali di Milano: setlist

Mantra (Intro)
Shtorm
Tseluya zhizn
Khram
V pogonye za beloy tenyu
Mantra (Outro)
Az’
Arkaim
Goi, Rode, Goi!
Skvoz’ Tuman Vekov
Zakliatie
Stenka na Stenku
Yarilo

Heidevolk ai Magazzini Generali di Milano: setlist

Ontwaakt
Ostara
A Wolf in My Heart
Wapenbroeders
Nehalennia
Yngwaz’ Zonen
Britannia
Tiwaz
Saksenland
Drankgelag
De hallen van mijn vaderen
Gungnir
Vulgaris Magistralis

TrollFest ai Magazzini Generali di Milano: setlist

Professor Otto
Brakebein
Brumlebassen
Toxic (Britney Spears cover)
Brumlebassen
Steel Sarah
Kaptein Kaos
Die Grosse Echsen
Solskinnsmedisin
Helvetes Hunden GARM

Folk Metal Superstar Tour a Milano: il concerto in diretta sui social

Oltre ad aver postato la classica foto seguita da commenti in diretta sulla pagina Facebook di MusicaMetal/AltroSpettacolo (sulla quale potete anche lasciare le vostre opinioni al concerto, o a questa recensione!), questa volta ho anche usato le Instagram Stories per postare qualche foto con commento direttamente dai Magazzini Generali: nel caso vogliate seguirmi su Instagram, mi trovate come @mister_metallo, e questo è quello che ho postato ieri – lo salvo qui, compreso di emoji, hashtag stupidi e tutto il resto, prima che le stories lo spazzino via scadute le 24 ore.


Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*