Krist Novoselic spiega perchè Kurt Cobain non ha preso parte alla mini-reunion dei Nirvana

Lo ammetto, anche a me “ha fatto strano” quando l’altra sera ho letto di una “Nirvana Reunion” (scritto proprio così da molti giornali online), accaduta l’1 Settembre a Seattle, durante un concerto dei Foo Fighters.
Quel che è successo, è che i Foo Fighters ovviamente sono capitanati da Dave Grohl, ma nella lineup hanno anche Pat Smear, un turnista live per i Nirvana, e per quella data in particolare la band d’apertura erano i Giants In Trees di Krist Novoselic. Durante il set dei Foo Fighters, Krist è stato chiamato sul palco, e i tre ex-Nirvana hanno suonato Molly’s Lips, una cover dei The Vaselines resa famosa dai Nirvana su Incesticide.

Sono rimasto perplesso dal titolo “Nirvana Reunion” (ripeto: usato solo dai giornali, perchè per le persone sul palco probabilmente era “alcuni amici che si conoscono da 30 anni, suonano qualcosa insieme per divertimento ed esorcizzare antichi problemi), ma essendo un adulto, ho preso atto che ovviamente Kurt Cobain non avrebbe potuto prendere parte alla reunion, e sono andato avanti con la mia vita.
Molte persone online, invece, si sono lamentate moltissimo per questa “falsa reunion”, e Alternative Nation ha raccolto alcune delle critiche più avvelenate. A queste, ha risposto Krist con un Tweet:

“Abbiamo provato a contattare Kurt per questo concerto – ma per quante volte abbiamo provato a metterci in contatto, lui non ha mai risposto. Il telefono continuava a suonare a vuoto, e Kurt non ha un’email. In effetti non ho mai mandato un’email a Kurt, e io sono online dal 1993”

Sarcasmo, risposta bruciante, e anche un po’ di black humor.
Krist, un campione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*