La notizia razzista è stata la fonte principale del processo per crimini ispirati dall’odio agli assassini di Ahmed Arbery

Tutti e tre gli imputati sono stati giudicati colpevoli di tutte le accuse al processo penale per odio.

Ciò è avvenuto principalmente dopo il processo di stato lo scorso novembre Discussioni evitate sulla razzaMcMichaels e Bryan condannati all’ergastolo – con Bryan Idoneo alla libertà vigilata Dopo aver scontato 30 anni – per la loro condanna con l’accusa di omicidio criminale.
Gli imputati sono stati accusati di interferenza con i diritti, a Odio il crimine, E tentato rapimento. I McMichaels hanno affrontato ciascuno un’accusa di incendio doloso. Ora possono affrontare l’ergastolo per crimini federali.

Questi sono i messaggi razzisti emersi da questa inchiesta.

Dopo la condanna di Ahmed nel processo di stato per tre bianchi ad Arbury, il reverendo a sinistra.  Al Sharpton, la madre di Ahmed Arbery, Wanda Cooper-Jones e l'avvocato Lee Merritt sono stati visti fuori dalla morte del tribunale della contea di Clin.

L’ex collega Travis McMichael l’ha definita bugiarda

Quando l’analista dell’intelligence dell’FBI Amy Vaughan ha preso posizione la scorsa settimana, ha testimoniato su notizie e post sui social media che contenevano linguaggio calunnioso e insulti razziali tra Travis McMichael e i suoi amici.

In uno scambio di testo del marzo 2019 è entrata la prova che Travis McMichael ha inviato un messaggio a un amico che voleva il suo nuovo lavoro perché non doveva lavorare con i neri. Secondo il veicolo, “stanno distruggendo tutto”, ha scritto. “Ecco perché mi piace farlo ora. Non in vista.”

In un altro caso, lui e un amico hanno scritto di “aver commesso crimini efferati” in riferimento agli episodi di bullismo a cui hanno partecipato durante il liceo.

Due uomini accusati di aver ucciso Ahmed Arbery usano insulti razzisti nelle notizie, un testimone testimonia al loro processo federale per crimini d'odio

In una conversazione letta ad alta voce nella corte d’aviazione, dopo che un amico gli ha inviato un messaggio che il ristorante che hanno visitato era “pieno di un altro tipo di persone”, Cracker Barrel ha suggerito di cambiarne il nome in un insulto razziale.

Ha inviato una canzone di Johnny Rebel al suo amico, che ha modificato in un video diffamatorio razzista, in cui un ragazzo di colore balla a una parte dello spettacolo “The Ellen DeGeneres Show”. Il video vero e proprio dello spettacolo non utilizzava canzoni offensive.

READ  Annunci diretti: la Russia occupa l'Ucraina

Sotto un video di Facebook che mostrava un gruppo di giovani principalmente neri che picchiava un ragazzo bianco, Travis McMichael ha commentato: “Sparo a tutti” e ha definito il gruppo “scimmie”.

Travis McMichael ha risposto a un video inviato da un amico che mostrava un uomo di colore che metteva della salsa barbecue sulla testa di un uomo bianco, dicendo che avrebbe “ucciso” un uomo di colore e avrebbe usato calunnie razziste. Sia l’accusa che Vaughan hanno descritto il video come razzista piuttosto che razziale.

Christy Ronquil ha testimoniato che Travis McMichael era il suo supervisore della Guardia Costiera mentre prestava servizio a Pascacula, Mississippi, nel 2011. I due avevano una relazione professionale, ma poiché usciva con la sua coinquilina che occasionalmente si vedeva in contesti sociali, Ronquil ha testimoniato.

Un giorno, quando McMichael e il suo compagno di stanza sono entrati, Ronquille è andata a fare uno spuntino in una struttura da pranzo condivisa, ha testimoniato. Ha acceso il gioco NBA a Ronqui e ha detto che un uomo di colore a cui era abituato ci stava giocando. Travis McMichael ha iniziato ad avere commenti amari sull’essere sessualmente attivo con un giocatore di basket, ha detto.

I pubblici ministeri hanno evitato di scommettere sulle indagini sugli assassini di Ahmed Arbery.  Le banche centrali non avranno questa opzione

“Mi ha chiamato un amante delle parole inutili”, ha detto Ronquil, e più di una volta l’ha definita una calunniatrice.

Ronquil ha detto di aver parlato con suo padre poco dopo l’incidente. Ha testimoniato che “non è stata educata a usare un linguaggio simile”. Stava piangendo fuori dall’aula dopo la sua testimonianza a Ronquille.

Jason Seacrist, dell’agente speciale del Georgia Bureau of Intelligence’s, ha detto ai giudici di aver notato la targa di vanità sul camioncino di Travis McMichael dopo aver esaminato le riprese della telecamera del corpo scattate sulla scena dell’omicidio di Arbery. Secrist ha detto che non sapeva chi l’avesse rimosso. La targa mostra la vecchia bandiera dello stato della Georgia, l’emblema dello stato a sinistra e la bandiera federale a destra, ha detto.

READ  40 La migliore lenzuola matrimoniali del 2022 - Non acquistare una lenzuola matrimoniali finché non leggi QUESTO!

Una cassetta degli attrezzi era attaccata al camion, con le iniziali di una croce confederata blu sul coperchio interno, ha testimoniato. Secrist ha detto che il GOB aveva le sue iniziali sotto la decalcomania, ma non sapeva cosa significasse.

Greg McMichael si è indignato, ha gridato razzista e la donna ha testimoniato

Kim Ballesteros, un ex vicino di casa di McMichaels, ha descritto l’inquilino di Gregory McMichael alla corte usando un linguaggio razzista.

“È una grande donna di colore, non sta pagando l’affitto correttamente”, ha detto Palestros alla giuria. “Il suo nome è Tricheco per lei.” Ha testimoniato che l’anziano McMichael gli ha detto che la donna non ha pagato l’affitto in tempo, quindi ha spento il suo condizionatore dall’esterno. Era estate e il caldo era alto.

“Avresti dovuto vedere quanto velocemente il grosso grasso nero a ** è arrivato con l’assegno dell’affitto”, ha detto Gregory McMichael, secondo la testimonianza del colesterolo.

Carol Sears è stata la ventesima e ultima testimone.

Sears, di Lorschmond, New York, ha testimoniato venerdì che lui e sua figlia hanno partecipato a una causa a Brunswick nel 2015. Gregory McMichael è stato assunto come autista, ha detto.

Sulla via del ritorno all’aeroporto, Sears ha testimoniato della scoperta del leader dei diritti civili. Morte di Julian Bond. Bond era una tavola Presidente della NAACP E Presidente Fondatore Centro di diritto sulla povertà del sud.

Secondo Sears, McMichael ha risposto: “Vorrei che quel ragazzo fosse stato sul campo molti anni fa”.

“Tutti questi neri non sono altro che guai. Voglio che muoiano tutti”, ha continuato nella sua testimonianza.

READ  Biden su Putin: "Penso che sia un criminale di guerra"

McMichael ha continuato ad avere una “rabbia arrabbiata” per i neri, testimoniando a Sears e descrivendo le sue parole come arrabbiate e significative.

“È stato davvero scioccante”, ha detto.

William “Roddy” Brian ha continuato a usare un linguaggio offensivo, ha testimoniato il ricercatore

C’erano anche prove che il telefono di Bryan fosse razzista e Vaughan testimoniò che conteneva la parola n e l’uso della parola “bootlip”, che secondo lui era “Mr. La parola preferita di Brian.”

Ha spesso usato calunnie contro i neri nelle notizie Martin Luther King Jr. giorno, Vaughan ha detto ai giudici.

Un amico ha definito Brian il “Grand Marshal” in un messaggio che prendeva in giro l’idea che sarebbe stato il Grand Marshal della parata del MLK Day, ha detto un analista dell’FBI.

I pubblici ministeri criminali dell'odio affermano che Ahmed Arbery non sarebbe stato ucciso se fosse stato bianco

“Non lo farebbe mai perché non si preoccupa particolarmente dei neri o del MLK Day”, ha spiegato Vaughan alla giuria.

In un messaggio a un amico durante l’MLK Day 2020, Brian ha scritto “Happy Bootlip Day” a un amico. La notizia è stata letta ad alta voce in tribunale.

“Ho lavorato come un fottuto oggi”, ha detto Brian nel messaggio.

Il 19 febbraio 2020, un’altra notizia tra Bryan e un amico – quattro giorni prima dell’uccisione di Arberry – ha scoperto che Bryan usciva con sua figlia, un uomo di colore.

Secondo i rapporti citati in tribunale, ha scritto: “Adesso è con lui”.

L’8 aprile 2020, quando qualcuno ha inviato a Brian una foto di se stesso con sua figlia e il suo ragazzo, ha risposto: “Come ho detto, non ha detto nulla di se stessa, perché dovremmo?”

Al rapporto hanno contribuito Pamela Kirkland, Alta Spells, Denise Royal, Kevin Conlan e Nick Valencia della CNN.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply