Lacuna Coil, show del 20esimo anniversario: l’abbiamo vissuto via web

Si è tenuto ieri, all’O2 Shepherd’s Bush Empire di Londra, l’attesissimo concerto per i 20 anni di carriera dei Lacuna Coil, ribattezzato #119show (per via della data, Gennaio 19).
Non vogliamo recensire un concerto a cui non siamo stati: ma la curiosità attorno a questo show, che è anche stato ripreso per un dvd, è talmente alta che vale la pena di parlarne, di cercare su YouTube qualche indizio, di guardare le foto su Instagram.
I risultati sono spettacolari: la band aveva promesso molte sorprese, ed il palco è stato incredibile fin dall’inizio, con una scenografia circense che si è poi riveata fondamentale anche per tutto l’impianto teatrale e per gli ospiti in scena.

Un post condiviso da Sara Tassinari (@tasara85) in data:

Altra sorpresa, è stato il trovare una Cristina Scabbia platinata!

Un post condiviso da Metalfan.nl (@metalfan.nl) in data:

Tutti i membri dei Lacuna Coil, comunque, avevano personalizzato il loro look, con Marco Coti Zelati a scrivere in testa la data del concerto.

Un post condiviso da Lacuna Coil (@lacunacoilofficial) in data:

Parlavamo di impianto teatrale/circense: gli ospiti sul palco non sono cantanti, ma ballerini e performer capaci di ballare appesi a cerchi sospesi nel vuoto, o fare giochi pirotecnici.
Alla fine, anche Cristina si è librata nell’aria…

Un post condiviso da Sarah ? (@strangelittlebirds) in data:

Un post condiviso da Sarah ? (@strangelittlebirds) in data:

Un post condiviso da Inkng (@allerlei.schreierlei) in data:

Parlando della scaletta, pubblicata su setlist.fm, notiamo come siano stati estratti brani da ogni album della discografia, compresi gli EP del 1998 e del 2000, e lasciando la parte del leone proprio ai primissimi lavori: In a Reverie, Unleashed Memories e Comalies si prendono metà della scaletta, per il piacere dei fan della primissima ora.

*****
A Current Obsession
1.19
My Wings
End of Time
Blood, Tears, Dust
Swamped
The Army Inside
Veins of Glass
One Cold Day
The House of Shame
When a Dead Man Walks
Tight Rope
Soul Into Hades
Hyperfast
I Like It
Heaven’s a Lie
Senzafine
Closer
Comalies
Our Truth
Falling Again (pianoforte)
Wide Awake (pianoforte)
I Forgive (But I Won’t Forget Your Name)
Enjoy the Silence (Depeche Mode cover)
Nothing Stands in Our Way
*****

Infine, qualche video già caricato su YouTube.

Non possiamo parlare dell’atmosfera del concerto, visto che non c’eravamo, e decisamente un paio di video su YouTube non restituiscono l’entusiasmo dei fan. Per ascoltare bene tutti i brani, e per vedere esattamente tutto quello che è successo, bisognerà aspettare il live dvd.

Infine, una riflessione per rispondere a chi dice “perchè un gruppo milanese ha festeggiato i 20 anni a Londra?”.
Innanzi tutto, vale sempre il detto latino “Nemo propheta in patria”: emergere in un contesto familiare è sempre più difficile, e i Lacuna Coil stessi, presentando lo show, dissero che “Londra è una città che ci sta molto a cuore, ci ha accolto a braccia aperte 20 anni fa quando tutto ha avuto inizio e sarà la città perfetta per celebrare questo traguardo”. Non prendiamoci in giro, i Lacuna Coil hanno ottenuto prima un grosso successo in giro per il mondo, per poi iniziare a riempire i locali in Italia ed ottenere il giusto apprezzamento.
Inoltre, visto che appunto stavano registrando un live cd/dvd, ha più senso che Cristina parli in Inglese al pubblico, piuttosto che in Italiano – sarebbe stato ancora più bizzarro sentirla parlare in Inglese ad un pubblico Italiano…
E poi, non c’è una regola che debba legare una band al loro luogo natale: pensiamola al contrario, quanto fu esaltante sapere che i Dark Tranquillity avrebbero registrato il loro live-dvd a Milano?
Ah, e poi probabilmente la burocrazia locale non avrebbero autorizzato tutte quelle scintille del palco.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*