Laura Pausini

Laura Pausini biografia

Laura Pausini è nata a Faenza il 16 maggio del 1974, ma la sua ‘casa’ è Solarolo (RA). La sua carriera inizia nel 1993 con Sanremo, con il brano La solitudine, ma diventa rapidamente una star internazionale. Già dopo la seconda partecipazione al Festival (canta Strani amori, piazzandosi in terza posizione) pubblica il primo disco in lingua spagnola e nel 1995 si fa conoscere sul mercato inglese e si afferma rapidamente anche in America Latina.

Da allora è un’escalation di successi: nel 1997 ha il suo primo tour mondiale “Laura Pausini – World Wide Tour ‘97, che bissa due anni dopo, mentre debutta con una tournée mondiale nei Palasport nel 2001 e ottiene ben 4 nomination ai Latin Grammy Awards. Nel 2006 vince il Grammy Award per il miglior album pop latino grazie a Escucha. Nel 2007 è la prima donna a tenere un concerto a San Siro a Milano, esperienza che bissa nel 2016.

Tra dischi, ben 19, e tour, duetti e milioni di copie vendute in tutto il mondo, Laura diventa mamma: l’8 febbraio 2013 nasce Paola, avuta dal compagno, il chitarrista Paolo Carta.

In tv debutta come giudice-coach The Voice Messico nel 2014, mentre l’anno dopo è nel talent La Banda e nel 2016 è nel prime time di Rai 1 con Paola Cortellesi in Laura & Paola. Il 2018 vede un nuovo progetto discografico per Laura Pausini: il 16 marzo esce Fatti Sentire, nuovo album di inediti, anticipato dal singolo Non è detto: prime due date annunciate del prossimo tour mondiale il 21 e 22 luglio al Circo Massimo. 

Laura Pausini a Sanremo

Sanremo, Laura Pausini in gara

Laura Pausini vince Sanremo 1993 nella sezione Novità con La Solitudine: è questa la sua prima volta al Festival, che basta a conquistare pubblico e critica con la sua voce e con la storia adolescenziale di un amore pendolare interrotto da genitori promossi al lavoro. Nel 1993 Laura Pausini ha solo 18 anni, ma ottiene l’affetto e la stima dei maestri d’orchestra, che applaudirono le sue esibizioni.

La Pausini torna a Sanremo l’anno dopo, 1994, questa volta tra i Big con Strani Amori, piazzandosi al terzo posto.

Sanremo, Laura Pausini ospite

Più ospite che concorrente: a fronte di due sole partecipazioni in gara, Laura Pausini è stata ospite già tre volte, cui si aggiunge questa quarta a Sanremo 2018.

La sua prima volta da superospite è a Sanremo 2001, cantando La solitudineIn assenza di teTra te e il mare e Il mio sbaglio più grande: a condurlo quell’anno c’era Raffaella Carrà e lei era ormai già una star internazionale.

Ci torna nella serata finale di Sanremo 2006, edizione condotta da Giorgio Panariello con Ilary Blasi e Victoria Cabello, con un medley che non prescinde dai brani presentati al Festival, oltre a Come se non fosse stato mai amore, all’anteprima di She (Uguale a lei) e a un duetto con Eros Ramazzotti con cui cantò Volare – Nel blu dipinto di blu.

Dieci anni dopo e partecipa alla prima serata di Sanremo 2016 per duettare con la ‘piccola Laura’ su La Solitudine prima di un medley con Invece noStrani amori e Vivimi: per quell’edizione dovette rinunciare alla co-conduzione, per la quale era stata chiamata da Carlo Conti, a causa dei tanti impegni in agenda.

Torna a Sanremo 2018, a 25 anni dalla sua prima volta.

Laura Pausini a Sanremo 2018

Laura Pausini a Sanremo 2018 ospite di Claudio Baglioni nel 25° anniversario di La Solitudine, con cui la Pausini vinse Sanremo 1993 tra i giovani: fu il suo debutto musicale e l’inizio della sua carriera internazionale.

Laura Pausini canta a Sanremo il 6 10 febbraio, nella prima serata finale del Festival: chissà che non venga affidata proprio al lei l’apertura dell’edizione, come a Sanremo 2016, magari in duetto con Claudio Baglioni, proprio per festeggiare i 25 anni della carriera con chi, in questo stesso 2018, ne celebra 50.

Come per gli altri ospiti italiani, del resto, si parla di una doppia esibizione, di cui uno in coppia col direttore artistico, su un brano caro alla carriera di Baglioni: chissà che non si provveda in questo caso a un mash-up tra La Solitudine e Signoria Lia, prima canzone del cantautore romano.

Di certo Laura Pausini deve tanto al Festival: vediamo insieme la storia di Laura Pausini a Sanremo.

Laura Pausini a Sanremo 2018: l’esibizione

Entra accompagnata da Claudio Baglioni: doveva essere l’ospite della prima serata, ed invece Laura Pausini, colpita da una brutta laringite ad inizio settimana, ha dovuto aspettare l’ultima serata per esibirsi all’Ariston. Per lei, la presentazione in prima mondiale del suo nuovo album, con il singolo “Non è detto”.

Per lei, però, una sorpresa: così come lei è intervenuta telefonicamente la prima serata, Fiorella ha ricambiato chiamando lui durante la sua esibizione. “Vi volevo fare solo un saluto: così abbiamo cominciato, così finiamo”, commenta lo showman, rifiutando gentilmente la possibilità di fare un duetto via telefono, ma riuscendo comunque a fare la sua figura.

Ed è proprio Fiorello ad introdurre “Avrai”, il duetto che la Pausini canta con Baglioni.

Ma la sua esibizione riserva anche un’uscita: per “Come se non fosse mai stato amore”, infatti, la Pausini esce dall’Ariston e canta circondata dal pubblico.

About Giorgia Iovane 143 Articles
Amante di Bim Bum Bam e Saussure, laureata in Comunicazione con una tesi sulla lingua della fiction italiana e addottorata sulle trasposizioni fictional dei Promessi Sposi e de La Cittadella, collaboro da anni con la cattedra di Semiotica del Suor Orsola Benincasa di Napoli, facendo anche danni sulla web radio di ateneo (runradio.it). Dopo 5 anni di Televisionando e con 5 anni di TvBlog all'attivo, sono sempre in cerca di occasioni per scrivere.

1 Commento

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*