Le azioni russe sono scese e il rublo è sceso al minimo storico

L’attacco diffuso delle forze russe ha preso di mira le infrastrutture militari e diversi aeroporti in tutta l’Ucraina. Quando le forze russe attaccarono da tutte e tre le parti, l’offensiva iniziò poche ore prima dell’alba e si diffuse rapidamente in tutta l’Ucraina centrale e orientale. Putin ha avvertito che ci sarebbe stato uno spargimento di sangue se le forze ucraine non avessero deposto le armi.

Giovedì la Borsa di Mosca ha sospeso le negoziazioni, ma quando l’accordo è ripreso, il titolo è andato in caduta libera.

L’indice MOEX è sceso del 45%, mentre l’indice RTS denominato in dollari è sceso di oltre il 40% alle 4:15 ET. L’incidente ha distrutto circa 75 miliardi di dollari dal valore delle più grandi compagnie russe.

Le banche e le compagnie petrolifere russe, insieme alle azioni, sono state duramente colpite dalla volatilità degli scambi Sberbank (SBRCY) – Il più grande prestatore della Russia – a un certo punto ha perso il 57%. Il loro valore. Rosneft, dentro PP (PP) Detiene il 19,75% del capitale, in calo del 58%. Le azioni BP sono scese del 5% a Londra.

Il rublo è stato scambiato a 85 contro il dollaro, in calo del 4% dopo aver precedentemente raggiunto un nuovo massimo di 89,60. La banca centrale russa ha dichiarato che interverrà nel mercato valutario e fornirà più liquidità al settore bancario.

Gli Stati Uniti, l’Unione Europea, il Regno Unito e altri alleati hanno annunciato all’inizio di questa settimana nuove sanzioni contro la Russia, con Mosca che ha affermato che invierà truppe in due aree di divisione nell’Ucraina orientale. La Germania sospende la certificazione per il controverso gasdotto Nord Stream 2

READ  40 La migliore termometri da cucina per alimenti del 2022 - Non acquistare una termometri da cucina per alimenti finché non leggi QUESTO!

Funzionari di Stati Uniti, UE e Regno Unito hanno chiarito che saranno prese misure più drastiche se la Russia invaderà.

Giovedì, il ministro degli Esteri tedesco Annalena Barbach ha affermato che l’UE sta per scatenare “sanzioni complete” sulla Russia e che il mondo deve rispondere in modo deciso o correre il rischio di pagare prezzi ancora più alti.

“Ci siamo svegliati in un mondo diverso oggi”, ha detto ai giornalisti a Berlino. “Inizieremo l’intera serie di massicce sanzioni contro la Russia”, ha detto.

Gli stati baltici di Lituania, Estonia e Lettonia hanno chiesto alla Russia di espellere SWIFT, un servizio di messaggistica sicuro che facilita il pagamento a 11.000 istituti finanziari in 200 paesi.

I tre paesi hanno invitato la comunità internazionale a “condannare fermamente l’aggressione russa e imporre severe sanzioni in risposta a tali atti oltraggiosi, inclusa la separazione delle banche russe dalla Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunications (SWIFT)”. Rapporto Congiunto.

In una dichiarazione, Swift ha affermato che si trattava di una “cooperativa globale neutrale” e che “qualsiasi decisione di imporre sanzioni a paesi o singole entità spetta esclusivamente alle agenzie governative competenti e ai legislatori compatibili”.

L’esclusione della Russia dallo SWIFT ridurrebbe la sua economia del 5%, stima l’ex ministro delle finanze Alexei Goodrin nel 2014 – l’ultima volta che il permesso è stato preso in considerazione in risposta all’annessione della Crimea alla Russia.

Reuters riferisce che Sberbank si è detta pronta a qualsiasi miglioramento e ha agito attraverso scenari per garantire la protezione delle finanze, dei beni e degli interessi dei propri clienti.

– Charles Riley ha contribuito alla relazione.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply