Le giocatrici della squadra femminile statunitense vedono l’accordo come un punto di svolta

Le giocatrici della nazionale femminile che hanno trascorso anni a lottare per la parità di retribuzione hanno salutato uno storico accordo di US Soccer per pagare una controversia discriminatoria da 24 milioni di dollari con la squadra, nonché un impegno per la parità di retribuzione e bonus per il gioco di squadra maschile.

“Penso che guarderemo indietro a questo momento e penseremo: ‘Wow, che incredibile punto di svolta nella storia del football americano che ha cambiato il gioco e ha cambiato il mondo, davvero, per sempre'”, ha detto il centrocampista Megan Rapinoe.

Le due parti hanno annunciato martedì un accordo per dividere i giocatori per $ 22 milioni, circa un terzo di quello che chiedevano per il risarcimento dei danni.. US Soccer ha anche accettato di creare un fondo di 2 milioni di dollari per i giocatori nelle loro carriere dopo il calcio e gli sforzi di beneficenza volti allo sviluppo dello sport femminile.

La proposta è andata anche oltre, poiché il consiglio di amministrazione della NFL si è impegnato a ottenere la parità di retribuzione, inclusi i bonus della Coppa del Mondo. Conclude efficacemente la causa per discriminazione di genere intentata dai giocatori nel 2019.

Ma c’è un altro intoppo: il contratto collettivo di lavoro con i sindacati dei calciatori. I negoziati con le donne continuano dopo la scadenza del 31 dicembre dell’ultimo accordo di capacity building, con scadenza fissata al 31 marzo.

L’accordo è stato una vittoria per la donna il cui pubblico ha cantato “Equal Pay!” Quando hanno vinto la Coppa del Mondo per la seconda volta consecutiva in Francia nel 2019.

READ  40 La migliore vogatore ad acqua del 2022 - Non acquistare una vogatore ad acqua finché non leggi QUESTO!

“Penso che a volte sia molto difficile parlare ed esprimere il tipo di discriminazione, abuso, ingiustizia e mancanza di rispetto che molte donne spesso provano nel loro lavoro”, ha detto Rapinoe. “E penso che siamo stati in grado di iniziare a esprimerlo, mettendogli una faccia, facendo punti per parlargli e mettendogli dietro una sorta di movimento”.

L’accordo è stato un successo anche per il presidente della FA Cindy Barlow-Kohn, un ex giocatore diventato presidente della FA nel marzo 2020.

“Ora possiamo iniziare a lavorare con i giocatori per sviluppare questo gioco perché non sono solo i migliori giocatori del mondo, sono i migliori ambasciatori del nostro sport”, ha detto Kuhn. “Sono così felice che abbiamo raggiunto questo obiettivo. Non vedo l’ora di lavorare insieme e voltare pagina”.

Kuhn ha sostituito Carlos Cordero, che si è dimesso dopo che il sindacato ha intentato una causa legale nel caso in cui le donne avevano meno capacità fisiche e responsabilità rispetto ai loro colleghi maschi. Cordero sta attualmente cercando un lavoro da Kon Quando il Consiglio nazionale dell’USSF si riunisce il 5 marzo per votare su un mandato di quattro anni.

La battaglia legale è iniziata quando cinque star americane, tra cui Rapinoe, Becky Sauerbrunn e Alex Morgan, hanno presentato un reclamo alla Federal Equal Employment Opportunity Commission nell’aprile 2016. I giocatori hanno intentato una causa tre anni dopo, chiedendo il risarcimento ai sensi della legge federale sulla parità di retribuzione e Titolo VII Carta dei diritti Civile.

Le due parti hanno risolto la parte relativa alle condizioni di lavoro a dicembre 2020, affrontando questioni come voli charter, alloggio e superfici di gioco. Avrebbero dovuto discutere il 7 marzo presso la Corte d’Appello del Nono Circuito degli Stati Uniti nel tentativo di restituire la parte della parità di retribuzione che un tribunale distrettuale degli Stati Uniti aveva rifiutato.

READ  I prezzi dei biglietti salgono alle stelle per la partita d'addio dell'allenatore di basket Duke Mike Krzyzewski al Cameron Indoor

I giocatori e la federazione hanno chiesto martedì mattina alla Corte d’Appello di cancellare il caso dall’ordine del giorno. I 22 milioni di dollari saranno divisi in importi individuali suggeriti dai giocatori, previa approvazione del tribunale distrettuale.

“Ogni generazione ha combattuto quella lotta per colmare il divario e ogni generazione ha lasciato questo programma migliore per quella lotta, e noi giocatori attuali siamo lieti che questa lotta abbia colmato quel divario”, ha detto Sauerbrunn. “Ci sono molti successi in campo come la Coppa del Mondo, le Olimpiadi e i campionati, ma questo sarà davvero uno dei momenti più importanti”.

Kuhn ha affermato che l’approccio della federazione all’equazione dei premi della Coppa del Mondo deve ancora essere determinato. La federazione ha finora pagato bonus dalla FIFA, che ha stanziato $ 400 milioni per il torneo maschile 2018, di cui $ 38 milioni per il campionato francese, e $ 30 milioni per il torneo femminile 2019, di cui $ 4 milioni per la campionessa americana.

“Fino a quando la FIFA non pareggia, abbiamo bisogno che sia l’AP maschile che l’AP femminile lavorino con il football americano per trovare una soluzione alla loro equazione”, ha detto Kuhn.

Gli uomini giocavano secondo i termini del CBA scaduto a dicembre 2018. La Federazione femminile era al tavolo delle trattative martedì pomeriggio.

Gli Stati Uniti hanno vinto quattro Coppe del Mondo dall’inizio del programma nel 1985, mentre gli uomini non hanno raggiunto le semifinali dal 1930.

“È davvero incredibile stare al fianco di tutte queste donne in nazionale e sentire che stiamo facendo la differenza, non solo per noi stessi, ma per la prossima generazione, per le donne che stanno fianco a fianco nello sport e nella forza lavoro. ” ha detto Morgan. “Sento che era molto più grande di quanto mi aspettassi, in senso positivo”.

READ  Classificazioni TV domenica 13 febbraio 2022 - The Hollywood Reporter

___

Altro da AP soccer: https://apnews.com/hub/soccer e https://twitter.com/AP_Sports

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply