L’ultima partita casalinga dell’allenatore K: l’UNC trasforma la finale di Cameron Indoor di Mike Krzyewski nella sua stessa celebrazione

Durham, Carolina del Nord Questo è ciò che può succedere quando stai cercando di organizzare una festa di pensionamento con 9.000 dei tuoi amici più cari, con il difficile avvertimento di includere una partita di basket.

Questa era la notte di Mike Krzyzewski. duca Ha organizzato uno dei più grandi addii che gli sport universitari abbiano mai visto. Era nostalgia. Era complicato. Era un duca per eccellenza. Ciò significa che molte persone lo amano e molte persone lo odiano. Il che significa che è stato fatto perfettamente. Tutto ciò ha creato il più grande arretrato, forse mai, per una partita di basket del college della stagione regolare.

Ha poi aggiunto la più grande rivalità negli sport americani alla sua leggenda con una delle sorprese più sorprendenti nei suoi 102 anni di storia.

Non classificato, Supreme Bubble Team Carolina del Nord 94, n. 4 Duca 81. Incredibile sabato sera Al Cameron Indoor Stadium.

L’ultimo addio casalingo di Krzyzewski è ufficialmente sabotato dallo stimolante Tar Heels di Hubert Davis. Chi sono questi ragazzi a proposito? Non lo stesso girone che un mese fa era incollato ai 20 in casa contro i galli. Questa squadra ha segnato 67 ed è stato totalmente imbarazzante. La squadra di sabato sera aveva una media di 1,25 punti per possesso e sembrava una delle prime 10 squadre del paese. La Carolina del Nord, perdente di 11,5 punti, non solo ha battuto Duke, ma è scappata dalla partita e ha rovinato la stima di Krzyzewski in modo appropriato.

Raramente sono le notti in cui questi due nemici senza vita si incontrano e si presume in modo schiacciante che una delle due squadre supererà l’altra. Stupidamente, la maggior parte di noi pensava esattamente questo.

L’UNC ha consegnato una K e una L e ha strappato una W così bella, che si classifica immediatamente vicino alla vetta delle più grandi vittorie di stagione regolare dei Tar Heels negli oltre 100 anni di storia di questo orgoglioso spettacolo.

Questo è il modo in cui gareggi.

“Odio usare il termine Marina”, ha detto Krzyzewski, un laureato a West Point. “Ma tieni a galla una nave. La nostra nave sarebbe affondata oggi, qualunque cosa accada.”

Celebrazioni post-partita Alla Cameron doveva essere una celebrazione di una carriera senza eguali. E lo erano, ma quell’ovazione è arrivata con confusione. Dopo la sconfitta, i giocatori del Duke si sono ritirati, imbronciati, e sono finiti sulla panchina dove si trovava l’UNC pochi istanti prima. Krzyzewski è apparso con una comprensibile delusione in faccia. Afferrò la mano della sua amata moglie, Topolino, e si inchinò a un rapido commento fuori testo mentre si avvicinava da solo al microfono allestito a Central Court.

“Questo non fa parte del programma”, ha detto. “Questa è la mia improvvisazione da parte mia. Mi dispiace questo pomeriggio.”

Il posto voleva rallegrarsi nonostante la perdita. Krzyzewski non lo possedeva.

Ha detto: “State tutti zitti”. “Lasciatemi dire che è inaccettabile. Oggi era inaccettabile, ma la stagione era molto accettabile. E vi dico che la stagione non è finita”.

READ  Media russi: la detenzione di WNBA Griner è stata prorogata fino al 19 maggio

Poi sono arrivati ​​gli applausi. Voleva che tutti vedessero che questo era l’uomo che avevano bisogno di vedere in quel momento. È quello che hanno visto anche per gran parte della notte, perché la Carolina del Nord aveva un duca dietro e il vecchio Krzyzewski era furioso. I giudici hanno cavalcato e non sembravano un ragazzo pronto ad abbandonare la competizione. Quella era Carolina, maledizione. Dopodiché, non aveva altro che complimenti da fare ai giocatori di Davis e al suo spettacolo.

“Il loro programma, come il nostro, è basato su molto orgoglio e hanno dimostrato quel giorno venendo qui”, ha detto Krzyzewski.

Con Dirk Nowitzki, Jerry Seinfeld, Adam Silver, Killer Murray e tanti altri dignitari nell’edificio, è lecito supporre che il Cameron Indoor Stadium non sia mai stato così pieno prima d’ora. La capacità ufficiale è 9314, ma probabilmente ce ne sarà di più nell’arena. Il Cameron Indoor si è scaldato ed è rimasto caldo, addensando l’ambiente già pesante una volta che Cameron Crazes è stato introdotto nelle traballanti gradinate.

Al contrario, rispettati alunni di basket Duke – quasi 100 di loro, quasi la metà degli ex giocatori di Krzyzewski – hanno riempito le tribune poche file dietro la panchina di Duke, la maggior parte in piedi per tutta la partita.

“Era emozionante, ma prima della partita pensavi e ti sentivi un po’ in lacrime e poi dicevi: ‘Smettila, non posso farlo'”, ha detto Krzyszewski. In effetti, quando tutti i ragazzi erano lì, era tipo, wow, non era così emozionante quanto bello”.

Christian Lattner, Grant Hill, Jay Williams, JJ Riddick, Shane Battier, Carlos Boozer, Steve Wojciechowski e quasi 90 dei loro fratelli hanno tutti sostenuto l’intera partita dietro la panchina di Duke. All’inizio sembrava che il team universitario stesse seguendo i consigli di JV. Questi ragazzi vogliono schiacciare Carolina. Non volevano il dramma. UNC-Duke è senza spettacoli teatrali e senza tensioni. Il tipo di gioco che raramente veniva loro fornito.

Si corretto.

“Gli ultimi giorni sono stati molto belli ed è stata una celebrazione del nostro programma e poiché non mi sono allenato, è stato come festeggiare me, cosa che non mi piace”, ha detto Krzyzewski. “Quindi abbiamo vissuto in un attico negli ultimi giorni con il servizio in camera e tutti dicevano cose carine e oggi non abbiamo giocato a Hunger”.

La Carolina del Nord è stata focalizzata sul laser, a partire da pochi minuti dalla vittoria ai supplementari di Tar Heels di lunedì contro. Siracusa. Davis è entrato negli spogliatoi e ha detto alla squadra che non c’era tempo per festeggiare. Avevano meno di cinque giorni per prepararsi alla partita più importante della stagione. Duca aspetta. È ora di mettersi al lavoro e rimanere concentrati. Davis ha interpretato perfettamente la situazione. La Carolina del Nord si è riscaldata e si è esercitata efficacemente nell’oscurità per tutta la settimana. Ridotto a giocatore junior in preparazione per la partita di sabato, il gioco stesso è sembrato secondario rispetto all’addio di Krzyzewski.

READ  Phil Mickelson perde altri due sponsor dopo i controversi commenti sauditi

Proprio quello che voleva la Carolina del Nord. Krzyzewski ha poi ammesso che poteva sentirsi come se stesse arrivando anche lui.

“Ero preoccupato per alcune cose che entravano nella partita”, ha detto Krzyzewski. Uno: Hmm.

Le trame sono arrivate immediatamente. L’UNC – non in vantaggio nella sconfitta del 5 febbraio contro Duke – ha aperto la partita con un vantaggio di 9-2. Duke non ha preso il comando fino alle 11:07. Gli Heels hanno resistito sul 14-0 nella prima metà di Duke’s, stabilizzandosi abbastanza da ridurre il divario nel primo tempo a due.

Si è rivelata la prima volta che la Carolina del Nord ha vinto una partita in questa stagione nonostante avesse perso nel primo tempo. È stato anche storico in questo senso: mai prima l’UNC aveva giocato una partita che vedeva quattro Tar Heels segnare almeno 20 punti. Sabato è accaduto quanto segue: Armando Bacot 23, Caleb Amore 22, RJ Davis 21 e Brady Manic 20.

Il bakout è stato fantastico. Krzyzewski ha detto che è il migliore della NFL in questa stagione, andando 10-11 da terra. Ha anche avuto un grosso problema di ritardo che ha frustrato il tentativo di Duke di tenerla vicina.

Sabato è stata anche la prima vittoria di una squadra non classificata della Carolina del Nord contro i primi cinque Blue Devils di Cameron dal 1990.

“E’ davvero un’ottima squadra e hanno giocato molto meglio di come abbiamo giocato oggi”, ha detto Krzyszewski.

Questa è stata la 31a partita di Davis come allenatore della Carolina del Nord. Era, di gran lunga, il suo migliore. La prestazione più impressionante è stata in North Carolina in questa stagione, senza arrivare secondo. Sorprendentemente, Davis ha guidato i suoi cinque prati per l’intera seconda metà. Backout, Manek, Love, Davis e Black non sono stati esclusi. Verso la fine del gioco, quando sospettavi che fosse in arrivo un’altra spinta di Duke, invece sono stati David e Manek più e più volte. Trevor Keele3-punto dall’angolo con 2:58 dalla fine che lo taglia a 79-74 North Carolina. È l’ultima volta che Duke spera di vincere. Manek ha risposto con una tripla dall’angolo opposto, cementando il vantaggio a otto e tenendo lontano Duke.

L’UNC ha battuto Duke 21-10 durante la finale 5:12. Duke ha sbagliato sette dei suoi ultimi dieci colpi. Duke ha sovraperformato la Carolina del Nord dal 58,1% al 38,9% nella prima metà delle riprese. I secondi 20 minuti sono stati un capovolgimento del copione: UNC ha raggiunto il 59,4%; Duke si è avvizzito del 42,1% durante la cottura. Era il momento di fusione di Krzyzewski. I colpi di Duke hanno smesso di cadere e i volti di Cameron hanno iniziato a abbassarsi, in netto contrasto con forse 100 fan dell’UNC premuti dietro la panchina dei Tar Heels che stavano iniziando a urlare di gioia. In inferiorità numerica in questa cattedrale gotica del basket, il loro momento stava arrivando. Stava per succedere davvero.

READ  Aggiornamenti live delle Olimpiadi: Michaela Shiffrin perde la medaglia, gli Stati Uniti prendono il quarto posto nel misto in parallelo

Dopo il match, questa scena forte negli spogliatoi. Davis e Bakut si abbracciano per più di un minuto. Anche Manek sta piangendo.

“Ha attraversato momenti difficili in quel momento Oklahoma“Per lui è stato in grado di sperimentare quel lato di lui”, ha detto a CBS Sports l’assistente dell’UNC Brad Frederick.

Rendendo le cose ancora migliori per l’UNC, la vittoria raddoppia come una vittoria decisiva in carriera nel campionato NCAA. È difficile vedere come il comitato di selezione del campionato NCAA possa tenere questa squadra fuori dal campo, qualunque cosa accada nell’ACC. Questa squadra dovrebbe essere dentro.

Con il tempo che stava per scadere, i giocatori della Carolina si sono radunati in campo in una felice festa. I pazzi erano storditi. L’amore li ha salutati prima di tornare alla linea della stretta di mano. (Poi abbiamo avuto un po’ di salsedine in più in competizione, come l’assistente duca Chris Carwell Davis non ha stretto la manoe illuminando bacheche e social media nel processo.)

Era il giorno di Krzyszowski, poi era la notte della Carolina del Nord. L’autobus della Carolina del Nord per Franklin Street si è fermato senza una barriera di polizia intorno alle 21:30 e migliaia sono usciti per festeggiare. I giocatori uscirono e si unirono agli studenti della Carolina. L’hanno guadagnato. Anche Davis ha dovuto sporgere la testa e riconoscere la folla. È stato un buon anno e i fan non lo hanno sempre trattato in questo modo. Forse stasera cambierà le cose in meglio.

Ora il campionato ACC ti aspetta. Krzyzewski ha ammesso che gli ultimi tre o quattro giorni lo avevano reso “un po’ stanco”.

Disse: “Sono contento che sia finita”. “Alleniamoci e vediamo cosa diavolo succede nel torneo. Sono passati più o meno gli ultimi giorni e gran parte di ciò è successo, penso, perché abbiamo già vinto (il titolo della stagione regolare ACC). Non non sentiamo pressione noi Possiede Per vincere quella partita”.

Possiamo imparare che la cosa migliore per Duke è stata perdere questa partita. È possibile che la delusione per questa sconfitta non finisca mai (se c’era una partita di regular season che non potevi perdere, era questa), ma lo shock arriverà presto. Forse ciò porterà a Duke lo stesso tipo di urgenza e concentrazione che la Carolina del Nord ha usato sabato sera, quando la migliore rivalità negli sport americani ha distorto ancora una volta la trama.

Dato l’arretrato e la natura ipotetica delle tante vittorie di Duke, questa è senza dubbio la vittoria più soddisfacente – se non divertente – dei fan dell’UNC su un Duke di sempre. Hai una possibilità di rovinare l’ultima partita casalinga dell’allenatore K.. Carolina ha superato la prova. La sua base manterrà questo sui fedeli del Duca per sempre. È troppo agrodolce per Duke, ma questo lo rende formidabile per la competizione. Giù in Carolina, questa persona vivrà in una conversazione per sempre, non importa quale sia la sua tonalità di blu preferita.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply