Macron, l’appello di Putin all’Ucraina convince il presidente francese che ‘la brutta situazione non è ancora arrivata’.

“Il vostro Paese pagherà molto perché è un Paese isolato, indebolito e soggetto a sanzioni da molto tempo”, ha detto Macron a Putin, che, secondo un funzionario francese, ha invitato Vladimir Putin a non mentire. Lui stesso. “

Secondo funzionari russi e ucraini, il presidente francese ha affermato che la mossa è stata avviata da Putin quando i funzionari ucraini erano pronti a tenere colloqui con la delegazione russa. Ma in base allo scambio dei due leader, non vi è alcuna indicazione che giovedì si possa trovare una soluzione diplomatica.

“Questa volta, [Putin] Si rifiuta di fermare i suoi attacchi all’Ucraina “, ha affermato Macron Scritto su Twitter Poi giovedì.

Il servizio di notizie del Cremlino ha citato Putin per aver affermato che i motivi della “operazione militare speciale” – la parola usata dal Cremlino per riferirsi all’invasione russa dell’Ucraina – sarebbero stati “comunque soddisfatti”.

“I tentativi di guadagnare tempo trascinando i negoziati porteranno a ulteriori richieste a Kiev durante i nostri negoziati”, ha detto Putin a Macron.

Un alto funzionario francese ha affermato in forma anonima che le osservazioni di Putin riflettevano l’impegno del governo francese a “continuare l’azione militare fino alla fine”.

Secondo il servizio di notizie del Cremlino, Macron ha anche contestato la dichiarazione di Macron mercoledì, in cui denunciava il “brutale attacco di Putin all’Ucraina” e affermava che Putin aveva scelto la guerra.

Nel suo discorso, Macron ha affermato che le affermazioni di Putin di voler “dinacizzare” l’Ucraina erano “una bugia” e “un insulto alla storia di Russia e Ucraina e alla memoria dei nostri anziani che hanno combattuto fianco a fianco contro il nazismo”.

READ  Il QB dei Seattle Seahawks Russell Wilson accetta di scambiare con i Denver Broncos, ottenere e selezionare tre giocatori

In una risposta diretta a quei commenti giovedì, il servizio di notizie del Cremlino ha affermato che Putin non era d’accordo con i “molti commenti” sollevati nel discorso di Macron e ha negato che la Russia fosse dietro i bombardamenti delle principali città ucraine.

Macron è l’unico leader occidentale ad aver mantenuto relazioni pubbliche con Putin dall’invasione dell’Ucraina, che ha descritto come un tentativo del presidente francese di aprire la porta a colloqui significativi. Anche Putin e Macron hanno parlato lunedì e giovedì scorso.

Prima dell’invasione, Macron ha guidato gli sforzi occidentali per prevenire un’escalation della crisi attraverso i canali diplomatici e il mese scorso si è recato a Mosca per ingaggiare Putin. Da metà dicembre i due leader si sono parlati più di una dozzina di volte, secondo la presidenza francese. Macron ha avuto frequenti contatti con il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky, dopo la sua chiamata con Putin giovedì.

“Mantenere il dialogo è assolutamente essenziale per evitare la sofferenza umana”, ha twittato Macron giovedì. “Continuerò i miei sforzi e la mia espressione. Dobbiamo evitare il peggio”.

Robin Dixon a Mosca e Claire Parker a Washington hanno contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply