Madre Mia su Rete 4 arriva il docufilm su Albano Carrisi

Madre Mia Albano
Madre Mia Albano

Madre Mia è un docufilm in due puntate, in onda su Rete 4, dopo vari rinvii, domenica 10 e 17 giugno 2018, che esplora la vita di del famoso cantante Al Bano e di quattro generazioni della sua famiglia, i Carrisi, attraverso gli occhi di mamma Jolanda, la donna che la star di Cellino San Marco ha più volte definito “L’origine del mio mondo“.

C’era una volta, tanti anni fa… Sono gli anni della Seconda Guerra Mondiale: la quotidianità di Cellino San Marco e della famiglia Carrisi si intreccia con quella dell’Italia tutta. Ma ad Albano la vita di campagna, nella provincia del Sud Italia, sta stretta. Quel ragazzo, infatti, diventerà Al Bano e per realizzare il suo sogno non esiterà a lasciare nido e paesello per trasferirsi nella Milano degli Anni CinquantaSinossi ufficiale

Madre Mia in tv

Madre Mia Al Bano Carrisi
Madre Mia Al Bano Carrisi

Madre mia prima puntata

La prima puntata di Madre mia va in onda su Rete 4 domenica 10 giugno 2018 alle 21.10.

Madre mia seconda puntata

La seconda puntata di Madre mia va in onda su Rete 4 domenica 10 giugno 2018 alle 21.10.

Chi è Albano?

Madre Mia Albano
Madre Mia Albano

Non puoi non saperlo, perché ti ho già presentato in cantautore pugliese classe ’43 nell’articolo dedicato a The Voice of Italy 2018:

Presentare Albano Carrisi, in arte Al Bano, potrebbe sembrare quasi un insulto per uno dei cantanti italiani più prolifici (55 album pubblicati) e più conosciuti al mondo. Se non lo conosci devi conoscerlo: il settantacinquenne cantautore di Cellino San Marco ha partecipato a quindici edizioni del Festival di Sanremo vincendolo una volta, nel 1984 con Ci sarà, in coppia con la compagna di una vita, Romina Power, e salendo sul podio altre cinque volte, secondo nel 1982 con Felicità e 2007 con Nel perdono, e terzo nel 1987 con Nostalgia canaglia, nel 1989 con Cara terra mia e 2011 con Amanda è libera.

Albano è stato anche attore di alcuni musicarelli tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio degli anni settanta, conduttore di programmi tv come Così lontani così vicini, concorrente de L’Isola dei famosi, protagonista di speciali televisivi e soggetto di una docufiction, Madre Mia.

La sua vita privata, perennemente al centro delle cronache di gossip, è condivisa con due donne, Romina Power, con la quale è stato sposato per ventinove anni e dalla quale ha avuto quattro figli, Ylenia, Yari, Cristel e Romina Jr., e Loredana Lecciso, la sua compagna da diciassette anni, che gli ha dato altri due figli, Jasmine e Albano Jr..

Rispetto a qualche settimana fa devi sapere che Albano è diventato nonno di Kay, il figlio di Cristel Carrisi e che il 20 maggio ha festeggiato il suo settantacinquesimo compleanno durante una puntata di Amici.

Jolanda Ottino mamma di Albano

Albano, in un’intervista al settimanale Chi. ha detto della novantacinquenne Jolanda:

Mia madre è la base della nostra famiglia, ma anche la testimone di 90 anni di storia d’Italia. Alla sua età è ancora inarrestabile e pensa che senza i suoi piatti io possa deperire. La sua vita sembra davvero un romanzo – prosegue il cantante – ha attraversato tutti gli eventi dimostrando che se mantieni i valori importanti non perdi mai la rotta. È sempre stata una rivoluzionaria, per esempio, per stare insieme all’amore della sua vita, mio padre Carmelo Carrisi, è scappata da casa in bicicletta e l’ha sposato.

Madre mia guest star

Tra le star che danno un contributo al documentario figurano Rita Dalla Chiesa, Barbara D’Urso, Lino Banfi e Mara Venier. E’ probabile anche la presenza di Romina Power e Loredana Lecciso.

Madre mia L’origine del mio mondo

Madre mia L’origine del mio mondo è anche un romanzo scritto da Al Bano e Roberto Allegri, edito da Baldini + Castoldi.

«Sono sempre stato affascinato dalla vita di mia madre. La sua esistenza sembra una di quelle storie che si narravano una volta davanti al tepore del camino acceso in inverno oppure di fronte al mare, a quell’andirivieni di onde vecchie quanto il mondo…». Così Al Bano inizia a raccontare la straordinaria vicenda umana della madre Jolanda. «Attraverso i suoi ricordi e quelli che mi faceva mio padre, ho ricostruito la sua vita e assomiglia veramente a un romanzo. Nata subito dopo la fine della prima guerra mondiale, in un mondo contadino quasi del tutto scomparso, rimase prestissimo orfana della mamma. La vita l’ha messa subito alla prova, portandole via la mamma che era ancora piccola. Subì le angherie della matrigna, crebbe imparando a fare la sarta, si innamorò di mio padre e, contravvenendo alle regole di famiglia che la volevano maritata dopo le sorelle, fuggì con lui per costruire il proprio destino. Poi le privazioni durante la seconda guerra mondiale, quando il marito era prigioniero in Germania, gli scontri con un figlio che voleva conquistare il mondo cantando, i viaggi attorno al mondo, l’orgoglio per i miei successi, le sofferenze che hanno segnato la nostra famiglia e che lei ha affrontato con silenzio e dignità inaudite. Sempre usando i valori come armi per difendere il bene.» Una storia d’amore, dedizione, sofferenze e grandi gioie che si intreccia con quella degli ultimi novant’anni del nostro Paese.Descrizione del libro

Madre mia credits

Realizzato da: Emiliano Ereddia e Marzia Rurali
Prodotto da: Videonews
Regia: Andrea D’Asaro
Produzione esecutiva: Martina Vasile
Condotto da: Luigi Galluzzo
Location: Cellino San Marco

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*