MasterChef Italia 2019 finale, il vincitore è Valeria Raciti

MasterChef Italia 2019 è l’ottava edizione del talent culinario di Sky riservato a cuochi amatoriali, in onda su SkyUno ogni giovedì alle 21.15.

MasterChef 2019 vincitore

Il vincitore di Masterchef 8 si aggiudica 100.000 € in gettoni d’oro e la possibilità di pubblicare il primo libro di ricette è Valeria Raciti. Una vittoria inattesa e meritata.

MasterChef 2019 puntate

Le puntate dell’ottava edizione di MasterChef sono dodici. Ogni puntata è formata da due episodi di sessanta minuti l’uno.

MasterChef 2019 prima puntata

La prima puntata, formata dal primo e dal secondo episodio, va in onda il 17 gennaio 2019. 80 aspiranti concorrenti, provenienti da tutta Italia, hanno a disposizione 45 minuti per preparare un piatto con ingredienti portati da casa e 5 minuti per completarlo davanti agli occhi attenti dei giudici, con il supporto di parenti e amici in balconata. Per indossare il grembiule hanno bisogno di almeno tre sì. Solo 40 passeranno alla prova dell’Hangar. Ma lo vedremo la prossima settimana.

In questo primo doppio episodio non ci sono state molte emozioni: una carrellata di aspiranti concorrenti, pescati tra quelli che sono stati ‘premiati’ con il Grembiule, con una prevalenza per i casi più particolari e per i successi inattesi. Tra le storie più rappresentative quella della 72enne Anna, vedova di ‘Maciste’ che conquista con il suo piatto e la sua tenerezza; Federico, 20 anni, da 6 pescatore che fa innamorare Cannavacciuolo con la sua determinazione e che ispira la frase più bella della serata (“I tuoi figli saranno instabili, ma non hanno fatto la vita che ha fatto lui” da Locatelli a Bastianich); Virginia, 23 anni, filo di perle e abito bon ton, accompagnata dalla madre che si presenta già in lacrime: per lei Giurisprudenza è un mondo in bianco e nero, la cucina è a colori e quasi non crede di poter scappare da quel mondo (la mamma l’accompagna a MCI ma la domanda è perché non l’ha spinta a cambiare facoltà o vita: qui c’è una storia di rapporti familiari sotto…).

Promosso a pieni voti Giorgio Locatelli, alla sua prima prova casting e al suo primo effettivo incontro con la giuria al completo: compensa la tendenza sempre più marcata di Bastianich al ‘cazzeggio’ con una discreta dose di rigore, quando serve a dare una simbolica lezione; per il resto è un concentrato di rispetto, apertura e accoglienza, a fronte della coppia Barbieri/Cannavacciuolo chiamati a ricoprire in modo un po’ più marcato di prima il ruolo dei ‘poliziotti cattivi’ (l’anno scorso ci pensava Antonia ‘laser’ Klugmann).

MasterChef 2019 seconda puntata

La seconda puntata, formata dal terzo e dal quarto episodio, va in onda il 24 gennaio 2019. I 40 che hanno superato la prova del live cooking si ritrovano nell’Hangar per lo sforzo definitivo, che potrà garantire loro una postazione nella masterclass. Solo i 20 che riusciranno a vincere le sfide di gruppo o di coppia (dal branzino da sfilettare ai cibi da riconoscere con il solo olfatto, dal pollo da disossare fino alla preparazione di grandi classici della cucina italiana come le orecchiette alle cime di rapa o i passatelli) potranno accedere alla gara vera e propria.

Una ventina di sfide riassunte nelle due puntate del secondo appuntamento, costruite tutte come se fossero delle vere e proprie prove ‘ufficiali’: preparazione, assaggio, commento e consulto. Pochi colpi di scena, molte chiacchiere e tanti commenti: un modo per far conoscere concorrenti ed eliminati come se fossero tutti protagonisti.

MasterChef 2019 terza puntata

La terza puntata, formata dal quinto e dal sesto episodio, va in onda il 31 gennaio 2019. Finalmente si entra nella MasterClass per la prima Mystery Box e il primo Invention Test, mentre per la prima Esterna si sfama l’Aeronautica Militare: gli aspiranti chef dovranno preparare un intero menu – composto da primo, secondo e dolce – per 100 aviatori della 46esima Brigata aerea.

Per la prima Mystery Box, i 20 devono realizzare un piatto partendo da un ingrediente bianco – baccalà, merluzzo, capesante – e poi dipingendolo di tanti colori, per presentare i agiudici una sorta di proprio autoritratto di cuoco. All’assaggio ci vanno in otto, il migliore è Salvatore, che ottiene tante responsabilità nel primo Invention Test: la prima è scegliere se mandare alla prova i ‘Migliori’ o i ‘più deboli’ e se salvarsi subito. Lui decide di salvare i più deboli e gareggiare con i Migliori. La seconda è scegliere il piatto della sfida tra quelli dell’infanzia dei giudici: tra la pasta e fagioli di Cannavacciuolo, il coniglio con la polenta di Locatelli, il risotto ai granchi di mamma Linda Bastianich e le pappardelle alla lepre di Bruno, il concorrente sceglie la prima. E i migliori si scopriranno deboli, anche se non c’è nessuna eliminazione.

Il migliore, Guido, viene nominato Capo Brigata della prima Esterna, all’Aeroporto militare di Pisa, per servire un menu a 100 aviatori della 46esima Brigata aerea. Guido sceglie Salvatore come sous-chef e Anna come Capo brigata e Caterina come suo braccio destro. Gli altri 16 si dividono in due gruppi da 8 e Guido ne sceglie uno.

Risultato schiacciante per i Blu di Anna che conquista gli aviatori con un menù non da caserma. I Rossi vanno al Pressure Test tutto a base di uova: si comincia con un uovo di quaglia per fare una maionese, un uovo di gallina per un uovo in camicia e una omelette con uova di struzzo. Alla fine di questo lungo Pressure a tre step il primo eliminato è Paola.

MasterChef 2019 quarta puntata

La quarta puntata, formata dal settimo e dall’ottavo episodio, va in onda il 7 febbraio 2019. Nella prima prova i concorrenti dovranno inserire il caffè all’interno di piatti salati che contengono sostanze che favoriscono il sonno. La prova in esterna prevede che le due brigate rendano indimenticabile la Quinceanera di una ragazza italiana con origini sudamericane preparando piatti latino americani per gli 80 ospiti invitati presso Villa Renoir (Milano).

Gli eliminati della puntata sono Caterina, eliminata alla fine dell’Invention Test, e Tiziana B., peggiore del Pressure Test finale.

MasterChef 2019 quinta puntata

La quinta puntata, formata dal nono e dal decimo episodio, va in onda il 14 febbraio 2019. Per gli aspiranti concorrenti una Mystery all’insegna della gestione dei ristoranti e un Invention in cui gli aspiranti chef devono ricreare con fantasia un abbinamento classico della cucina italiana. Il migliore dell’Invention sarà uno dei capi-brigata dell’Esterna, ambientata nelle Langhe: si va tutti al Castello di Grinzane Cavour, riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio Mondiale dell’Umanità insieme ai paesaggi viticoli di Langhe, Roero e Monferrato, tra vino e tartufi. A giudicare i menu e le preparazioni i produttori vinicoli della zona e i Trifulau. La squadra perdente andrà al Pressure Test.

Alla fine della prima puntata l’eliminato è Tiziana ‘Positano’, tradita da un Invention Test a base di pane e cioccolato da usare in una ricetta salata che però non ha convinto con la sua millefoglie di melenzane e ricotta.

Al Pressure, invece, la paggio l’ha avuta Gerry, che non è riuscito a fare un fritto da MasterChef.

MasterChef 2019 sesta puntata

La sesta puntata, formata dall’undicesimo e dal dodicesimo episodio, va in onda il 21 febbraio 2019. Nella Mystery Box i concorrenti trovano 10 vegetali brutti ma buoni da preparare, un modo per sensibilizzare i consumatori a valorizzare anche le materie prime non perfette, che altrimenti andrebbero al macero. Tra le varie preparazioni tutte assolutamente vegetariane ha la meglio il Minestrone 2.0 di Salvatore, che così vince la prova e conquista un importante vantaggio nell’Invention Test. A dirla tutta, il vantaggio più importante è che può evitare la prova e il comandante questa volta ne approfitta: inoltre è lui a stabilire chi potrà cucinare per più tempo e chi per meno tempo, in un range che va dai 30 ai 60 minuti. In più i concorrenti dovranno preparare un piatto ‘a scatola chiusa’, ovvero scegliendo una delle scatole a disposizione che contengono una spesa che va dai 5 ai 55 euro. Ad avere 60′ – e quindi ad essere aiutati da Salvatore – sono Anna, Virginia e Alessandro; hanno 45′ invece Gloria, Giovanni e Samuele; per Guido, Gilberto e Federico scattano i 40′, mentre per Valeria, Giuseppe e Loretta scattano i 35′. Ultimi, con solo mezz’ora per cucinare, Vito e Verando. Proprio Vito è quello che fa più errori e deve abbandonare la cucina di MasterChef al termine della prima delle due puntate trasmesse.

Si riparte dall’Esterna, in quel di Roma, presso l’Italian Chef Academy con una platea di ospiti particolare e quattro giovani in più da distribuire tra le due Brigate in gara. A capitanare la Blu c’è Gloria, la migliore dell’Invention Test, che sceglie in squadra con sé Gilberto, Virginia, Alessandro, Samuele, Guido, Salvatore. A capitanare la Brigata Rossa, invece, va Verando. Ad assaggiare i due menu, decisi dai giudici, 60 membri dell’Associazione Italiana Persone Down, che così festeggia i suoi primi 40 anni. A dare una mano alle due brigate ci sono Emanuele, Giacomo, Giovanni e Luca, quattro ragazzi con la sindrome di Down che lavorano nella ristorazione e hanno la passione per la cucina. La vittoria va ai Rossi. Nel lungo Pressure Test, che vede Gilberto contro tutti, ha la peggio Samuele, che deve così lasciare MasterChef.

MasterChef 2019 settima puntata

La settima puntata, formata dal tredicesimo e dal quattordicesimo episodio, va in onda il 28 febbraio 2019. Nel primo episodio Barbieri, Bastianich, Cannavacciuolo e Locatelli sono giudici e arbitri della gara: dopo la Mystery Box i concorrenti dovranno replicare alcuni piatti presenti nei menù dei ristornati degli chef. Nel secondo episodio i reduci si trasferiranno tra i vicoli di Burano, nella laguna veneta, per una prova in esterna nella quale si confronteranno con le ricette della tradizione locale, giudicati da 30 osti di Venezia e della laguna. La brigata sconfitta finisce al Pressure Test.

La prima puntata si apre con una Mystery Box ‘boomerang’ che fa cadere i concorrenti in un tranello: pensano di dover far la spesa per uno dei loro rivali (la cui identità è nascosta sotto la scatola), ma poi si ritrovano a dover preparare un buon piatto con i 10 ingredienti con i quali pensavano di dover mettere in difficoltà l’altro. Alla fine della prova il migliore risulta Gilberto, che pure aveva fatto una spesa impossibile pensando di doverla consegnare ad Anna: il suo piatto è il migliore e riceve importanti vantaggi nell’Invention, tutto a base di piatti stellati. Ciascun giudice, infatti, presenta tre piatti del proprio menu di diversa difficoltà e Gilberto deve assegnarne uno a ciascun concorrente. Riesce a mettere in netta difficoltà Gloria, Virginia e Giuseppe – gli ultimi due tra i peggiori – e anche Anna, anche se in realtà le aveva assegnato un Chicken Parmesan (di Joe) che non era difficile, trattandosi di una cotoletta con pomodoro e formaggio. Ma lo sbaglia ed è lei a dover lasciare la cucina di MasterChef. Eliminata Anna al termine della prima delle due puntate.

Si riparte dall’Esterna a Burano, tra piatti tipici e una giuria composta da 30 osti. Salvatore, migliore dell’Invention, sceglie per la propria Brigata, quella Rossa, Federico, Virginia, Gilberto, Verando e Loretta. Alessandro, Valeria, Gloria, Guido, Giovanni e Giuseppe, scelto da Salvatore come capitano, compone la squadra Blu. Alla fine il verdetto è netto: per 26 a 4 vincono i Rossi e così gli altri vanno al Pressure Test, eccezionalmente in squadra e a staffetta. I sei in lotta per la sopravvivenza vengono divisi in due squadre da Salvatore che mette gli uni contro gli altri Guido (scelto come capitano), Giuseppe e Valeria contro Giovanni (scelto come capitano), Gloria e Alessandro. Devono realizzare in staffetta muta e in 45′ una ricetta senza titolo che soltanto i capitani hanno letto e hanno spiegato, in poco più di un minuto e mezzo, ai loro compagni. Ne vengon fuori due disastri, ma Guido, Giuseppe e Valeria si salvano. Gli altri continuano realizzando in solitaria il piatto che non è loro riuscito in squadra: alla fine il peggiore è Giovanni, che viene eliminato.

MasterChef 2019 ottava puntata

L’ottava puntata, formata dal quindicesimo e dal sedicesimo episodio, va in onda il 7 marzo 2019. Prevista una prova in esterna sui Navigli di Milano dove gli aspiranti chef per la prima volta devono lavorare nelle cucine di due ristoranti storici di cucina milanese. Nell’invention test, invece, dovranno replicare uno dei piatti più complessi di Paul Bocuse, padre della gastronomia francese.

La Mystery Box vede i concorrenti scegliere un ingrediente, tra quelli indicati, per il piatto di un avversario, indicato dai giudici. Una scelta di strategia che può essere un ostacolo o un’opportunità per brillare. Scelte mediamente banali, che rendono difficile emergere, a eccezione di un cavolfiore dato a Salvatore per un dolce, che rientra tra i tre migliori piatti. Ma il migliore della prova è Federico, con un secondo a base di quinoa. Per l’Invention Test Federico sale in balconata, non prima di aver creato le coppie che devono affrontare in staffetta la preparazione di un branzino in crosta con Salsa Choron di Paul Bocuse, maestro della cucina francese del ‘900, senza ricetta. Tutte le coppie sono create sulla base delle antipatie note, quindi il lavoro diventa più difficile. Solo Gloria e Gilberto riescono a presentare un piatto decente e sono i migliori della prova: diventano i Capitani delle Brigate per l’Esterna e creano le proprie squadre subito. Le peggiori sono Virginia e Valeria, che non vengono eliminate, ma vanno direttamente al Pressure Test.

Nella seconda puntata trasmessa, esterna in due ristoranti tradizionali milanesi sui Navigli. Gloria, capitano della Brigata Blu, sceglie per la sua squadra Federico, Salvatore e Giuseppe e vanno nelle cucine di L’Altro – Luca e Andrea, con Locatelli e Bastianich; Gilberto, Brigata Rossa, sceglie Loretta, Verando e Alessandro. Guido, che nessuno ha scelto, decide di andare con i Rossi e vanno con Cannavacciuolo e Barbieri a El Brellin. Lavorare con due menu ignoti e una vera sala non è facile per nessuna delle due brigate, anche se i Blu riescono a gestire meglio la situazione e a vincere. Sono i Rossi, quindi, ad andare al Pressure Test, ma Cannavacciuolo – che ha seguito la squadra – salva Gilberto e Alessandro, che hanno lavorato bene. Per gli altri una prova ‘Delivery’: dovranno gestire tre ordinazioni via app da consegnare ai giudici nei tempi dichiarati. Pop corn, Club Sandwiches, Maiale in agrodolce con ananas in tempura tra i piatti richiesti dai giudici.  Loretta, Guido e Valeria sono i migliori e si salvano: Virginia e Verando, in ritardo, con i pop corn fatti male, i club Sandwiches immangiabili, sono eliminati.

MasterChef 2019 nona puntata

La nona puntata, formata dal diciassettesimo e dal diciottesimo episodio, va in onda il 14 marzo 2019. E’ prevista una Mystery Box in cui gli aspiranti chef dovranno riproporre i piatti grazie ai quali hanno guadagnato l’accesso nelle cucine del programma. L’invention Test porterà i cuochi a sfidare i propri limiti e a superare se stessi. In esterna i concorrenti andranno al Centro Sportivo Pio XI di Roma per cucinare per i seminaristi e i sacerdoti impegnati nella Clericus Cup, il campionato di calcio vaticano promosso dal Centro Sportivo Italiano. La squadra perdente finirà al Pressure Test.

Nella Mystery Box i concorrenti aggiornano i piatti che hanno presentato alla prova che ha permesso loro di entrare nella MasterClass: all’assaggio vanno Federico, Gilberto, Loretta e Valeria, che vince la prova e ha un importante vantaggio nell’Invention Test. Una prova davvero a sorpresa, visto che dalla cloche spunta Iginio Massari con una sfida a base di torte da cerimonia di tre di scuole diverse. Valeria sceglie per sé, Alessandro e Giuseppe la torta à la francese, la più semplice; dà invece la torta al’italiana a Gilberto, Salvatore e Gloria; la peggiore, quella all’americana, va a Federico, Loretta e Guido. La migliore è proprio Valeria, con un’ottima prova anche di Giuseppe, incredulo. A rischio eliminazione Gilberto e Salvatore. Ed è proprio il Capitano a dover lasciare la cucina di MasterChef.

La seconda puntata parte con una partita tra Sacerdoti e Seminaristi al Centro Sportivo Pio XI di Roma, all’ombra del Cupolone, dove si gioca la Clericus Cup. Le due brigate devono cucinare per gli atleti a fine partita: le due squadre hanno come mister d’eccezione Cannavacciuolo e Bastianich. Valeria sceglie la Brigata Rossa (Menu: Zuppa di Cipolle e pane della consacrazione, petto d’oca farcito di fichi, melograno ed erbe amare) e come compagni Gloria, Giuseppe e Guido; i Blu (Crema di zucca con pane d’orzo, Quaglie ripiene con cipolle caramellate) sono Loretta, Federico, Gilberto e Alessandro e scelgono Gilberto (contro la volontà di Federico). Vince la Brigata Rossa.

Pressure Test a tre step a base di piatti di pasta stellati o particolari da replicare: si parte dalla cacio e pepe in vescica di maiale di Riccardo Camanini, una Stella Michelin e passa Gilberto; si continua con i rigatoni dolci pomodoro e mozzarella di Cristoforo Trapani, una Stella Michelin, con cui si salva Alessandro; si chiude con la carbonara da passeggio dorata e fritta di Barbara Agosti da Eggs di Roma che condanna Federico, costretto a lasciare la cucina di MasterChef.

 

MasterChef 2019 decima puntata

La decima puntata, formata dal diciannovesimo e dal ventesimo episodio, va in onda il 21 marzo 2019. La Mystery Box costringe i concorrenti a preparare una personalissima versione gourmet del minestrone di verdure. L’invention test ospita lo chef Marco Pierre White. In esterna le due brigate dovranno preparare un menù completo per 15 tra i più competenti e temuti critici gastronomici italiani. Al Pressure Test sarà fondamentale il gioco di squadra.

La Mystery Box vede i sette concorrenti alle prese con un minestrone gourmet, dopo una dimostrazione di Giorgio Locatelli: all’assaggio vanno Gilberto, che se la ride sotto i baffi e viene ammonito da Bastianich, Valeria e Giuseppe che convince i giudici e vince la prova. All’Invention Test arriva Marco Pierre White che porta tre dei suoi piatti: tra questi Giuseppe – che ha vinto la prova – sceglie per sé e per gli altri filetto mignon di vitello con purè di prezzemolo, ma il migliore è Alessandro, che vince la prova. I peggiori sono Guido, che si salva, e Loretta, eliminata.

Esterna nel Ristorante di MasterChef (che richiama subito un crossover con Hell’s Kitchen) con un parterre all’assaggio di 15 tra i più rispettati e temuti critici italiani. Ciascuna coppia prepara un piatto: il migliore è quello di Alessandro e Valeria che preparano dei tortellini dolci con brodo di frutti rossi. Al Pressure Test vanno Giuseppe e Guido con Gilberto e Gloria: nel primo step le due coppie devono preparare lo stesso piatto senza guardarsi e si salvano subito Gilberto e Gloria. Nel secondo step, di strategia e tecnica, il peggiore è Giuseppe, eliminato.

MasterChef 2019 undicesima puntata

L’undicesima puntata, formata dal ventunesimo e dal ventiduesimo episodio, va in onda il 28 marzo 2019. La Mystery Box obbliga i concorrenti a creare un nuovo sapore a partire da ingredienti comuni e non, tutti diversi tra loro. Nell’Invention Test gli aspiranti chef possono contare sull’iauto di Sous-Chef insoliti e molto particolari. Per la prova in esterna si vola in Spagna all’NH Collection Madrid Eurobuilding  dove i cuochi dovranno lavorare nelle cucine del DiverXO, il ristorante 3 stelle Michelin di David Munoz. Il pressure test decide quali concorrenti potranno accedere alla finale del programma.

MasterChef 2019 finale

La dodicesima puntata, formata dal ventitreesimo episodio e dalla finale, va in onda il  4 aprile 2019. Lo chef pluristellato Heinz Beck è il protagonista dell’Invention Test. I cuochi finalisti devono preparare un menù degustazione completo – entreé, antipasto, primo, secondo e dessert – capace di conquistare i palati dei quattro giudici. Chi vincerà tra Alessandro, Gilberto, Gloria e Valeria?

MasterChef 2019 quando va in onda?

L’ottava edizione di MasterChef Italia va in onda a partire dal 17 gennaio 2019 per dodici giovedì su Sky Uno.

MasterChef 2019 giudici

Masterchef 2019 giudici
Antonino Cannavacciuolo, Giorgio Locatelli, Joe Bastianich, Bruno Barbieri

Bruno Barbieri

Bruno Barbieri, cinquantaseienne chef bolognese che detiene in Italia il record per il maggior numero di stelle Michelin conquistate, sette, esordisce in tv su Gambero Rosso Channel e diventa famoso in veste di giudice di MasterChef Italia su Sky Uno nel 2011. Sulla stessa rete e nello stesso ruolo partecipa anche a Junior MasterChef Italia (2013-16) e Celebrity MasterChef (2017). Da solo è anche conduttore e giudice di 4 Hotel.

Joe Bastianich

Joe Bastianich è un imprenditore del campo della ristorazione newyorkese classe ’68 di origini italiane. E’ stato giudice negli Stati Uniti di MasterChef USA, Junior MasterChef USA e Restaurant Start-Up. In Italia è giudice dal 2011 di MasterChef Italia.  Per Sky è stato anche conduttore di Top Gear Italia nel 2016.

Antonino Cannavacciuolo

Antonino Cannavacciuolo, quarantatreenne di Vico Equense, Chef Patron di Villa Crespi (due stelle Michelin) esordisce in tv come conduttore della versione italiana di Cucine da Incubo nel 2013. E’ giudice di MasterChef Italia dalla quinta edizione (2015-2016). Dal 2017 conduce su Nove ‘O mare mio e Ci pensa Antonino.

Giorgio Locatelli

Giorgio Locatelli è uno chef di Vergiate che, dopo aver lavorato in ristoranti del nord Italia e in Svizzera si trasferisce a Londra presso il The Savoy di Anton Edelmann. Nel 1990 si trasferisce a Parigi. Nel 1994 torna nella capitale inglese per lavorare al ristorante Zafferano che con lui guadagna una stella Michelin nel 1995. Nel 2002 con sua moglie Plaxy apre Locanda Locatelli che ottiene nel 2003 una stella Michelin. Vanta già numerose esperienze televisive, ma tutte all’estero: Pure Italian (2002 -UK Food Channel), Tony and Giorgio (BBC2), Sicily Unpacked Italy Unpacked, Bake Off Rival, The Big Family Cooking Showdown (BBC).

MasterChef 2019 concorrenti

I concorrenti dell’ottava edizione di MasterChef Italia sono 20 e non sono stati scelti nel doppio appuntamento del 24 gennaio. Di seguito, in ordine d’età:

  1. Federico Penzo, 20 anni, di Chioggia, pescatore;
  2. Virginia Fabbri, 22 anni, di Urbino, vive a Pesaro e studia Giurisprudenza a Milano;
  3. Gilberto Neirotti, 23 anni, di Verona, studente di Giurisprudenza;
  4. Samuele Cesarini, 23 anni, di San Marino, macellaio di San Marino;
  5. Valeria Raciti, 30 anni, di Aci Sant’Antonio, segretaria amministrativa;
  6. Salvatore Cozzitorto, 31 anni, di Agrigento, comandante di navi mercantili;
  7. Alessandro Bigatti, 33 anni, di Lodi, lavora nell’azienda del suocero;
  8. Guido Fejles, 33 anni, di Cambiano, praticante avvocato;
  9. Verando Zappi, 33 anni, di Viterbo, responsabile marketing;
  10. Giuseppe Lavecchia, 35 anni, di Salice Terme, commerciante ambulante;
  11. Paola Chiaraluce, 36 anni, Product Manager, vive a Dublino da 8 anni;
  12. Gerry Alotta, 37 anni, di Busto Arsizio, maniscalco e addestratore di cavalli;
  13. Giovanni Venditti, 37 anni, di Campobasso, studia Medicina a Napoli;
  14. Gloria Clama, 40 anni, di Tolmezzo, operaia mulettista;
  15. Tiziana Rispoli, 42 anni, di Positano, commessa in un negozio di abbigliamento;
  16. Loretta Rizzotti, 51 anni, di Rivanazzano Terme, architetto;
  17. Vito Tauro, 51 anni, di Castellana Grotte, gommista;
  18. Caterina Gualdi, 53 anni, di Cene (BG), casalinga;
  19. Tiziana Bortolon, 53 anni, di Castelfranco Veneto, socia di un’azienda artigiana;
  20. Anna Martelli, 72 anni, di Pecetto Torinese, infermiera in pensione.

MasterChef 2019 ospiti

Tra gli ospiti che vedremo nell’ottava edizione ci sono lo chef rock Marco Pierre White, il re dei pasticceri Iginio Massari e lo chef stellato Heinz Beck.

 

MasterChef 2019 prove in esterna

Tra le esterne di quest’anno figurano:

  • Roma, in occasione della festa organizzata per il Quarantesimo Anniversario dell’AIPD, Associazione Italiana Persone Down.
  • Isola di Burano.
  • Madrid presso il ristorante 3 stelle di David Munoz.
  • Castello di Grinzane Cavour.

MasterChef Italia casting

Partiamo da una premessa: se vuoi iscriverti alle selezioni dell’ottava edizione di MasterChef Italia sei in ritardo.  Per la prossima edizione tieni presente che puoi partecipare al casting iscrivendoti dal sito Sky.it (ma devi registrarti) per compilare il form o mandando un messaggio su whatsapp al numero 348.1501820. Ricordati: l’iscrizione è aperta a tutti ed è gratuita, basta che hai più di 18 anni.

MasterChef online

MasterChef Italia 2019 logo
MasterChef Italia 2019 logo

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*