Nameless Music Festival: foto e commenti da Domenica 9 Giugno 2019

Nameless Music Festival a Barzio di sera

Il Nameless Music Festival si posiziona sempre più come uno dei festival di musica elettronica più amato in Italia, ed è in continua ascesa: i dati affermano che nel 2016 le presenze furono di 30,000 persone, nel 2018 si toccarono le 40,000, e per l’edizione 2019 si è sfondato il tetto delle 50,000. Segno che le cose fatte bene, e nel contesto giusto, pagano.
Con il tempo, si stanno aggiungendo sempre più palchi: siamo solo alla settima edizione, eppure si è passati dal palco unico dedicato alla EDM, a quello hip-hop, e dall’anno scorso c’è un “igloo” in cui seguire la techno in intimità. Il Nameless quindi al momento sta vivendo di due anime, quella dance e quella hip-hop, che a volte flirtano e si incontrano (alcune basi rap spingono molto sui bassi), ma che trovano i propri spazi separati al festival: molti dei presenti erano decisamente venuti o per seguire la programmazione dance, o quella hiphop, entrambe ricchissime.

Siamo stati al terzo giorno di NMF19, Domenica 9 Giugno, e l’atmosfera è stata di festa permanente, aiutata dai monti che incorniciavano tutti i palchi, dalla ruota panoramica gratuita, e dal fatto che, nonostante le nuvole minacciose, abbia piovuto solo per una ventina di minuti.

Verso le ore 17, il cielo non prometteva bene

Parlare dei singoli concerti hip hop sul Mountain Stage, o delle esibizioni dei vari dj sul Main Stage, è esercizio quasi inutile: riassumere ore e ore di musica di qualità in poche righe sarebbe poco appagante, è meglio parlare dell’atmosfera che si respirava. Certamente, fin dal primo pomeriggio il palco hip-hop ha visto molti fan ancorarsi alle transenne per avere una buona posizione per i concerti della sera, ma c’è da dire che tutti gli artisti sembravano essere conosciuti e apprezzati dal pubblico: Beba è stata richiestissima; Ernia ha spezzato cuori, ed è stato doppiamente applaudito quando è tornato sul palco come ospite di Nitro; la Dark Polo Gang ha portato una gran festa sul palco, e solo Capo Plaza ha avuto la forza di esibirsi dopo di loro.
Ogni concerto è seguito quasi senza pause da quello precedente, mantenendo altissimo il ritmo fin dal primo pomeriggio. Ammirevole anche il palco in sè, che dava la possibilità di “circondarlo” su tre lati, offrendo massima visibilità da ogni parte, e con un bel set di schermi e luci a sovrastarlo.

Mountain Stage circondato di persone!

Sul Main Stage, il pubblico è stato molto più mutevole: non c’era l’esigenza di stare il più vicino possibile alla consolle – anzi, la caccia era allo spazio migliore al centro, per sentire al meglio i bassi e per ballare comodamente. Su questo mega-palco, sono stati frequenti i lanci di coriandoli, stelle filanti, e ci sono stati getti di aria compressa e fuoco e fiamme. La festa è stata continua, con qualche sorpresa come quella di EDMmaro che ha portato una intro apposita per celebrare la sua morte e resurrezione (coincise con la chiusura del suo profilo instagram), e a giudicare dalle facce soddisfatte di tutti, la lineup è stata come sempre di massimo livello, fra artisti italiani e internazionali.

Main Stage party

A contorno dei concerti, un ambiente vivibile a tutti i livelli, con code accettabili per i pagamenti, per mangiare, e anche per andare in bagno. I parcheggi sono abbondanti, i più lontani anche serviti da navette: l’intero contesto del festival è da “presa bene”, l’ideale per il tipo di musica offerta.

Qui di seguito, le foto del Mountain Stage.

Nameless Music Festival 2019, Domenica 9 Giugno: le foto dei concerti

Capo Plaza al Nameless Music Festival 2019

Dark Polo Gang al Nameless Music Festival 2019

Nitro al Nameless Music Festival 2019

Ernia al Nameless Music Festival 2019

Lazza al Nameless Music Festival 2019

Beba al Nameless Music Festival 2019

Tauro Boys al Nameless Music Festival 2019

Varie dal Nameless Music Festival 2019

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*