Non disturbare 2019: sesta puntata

Non disturbare | Paola Perego Simona Ventura
Non disturbare: Paola Perego con Simona Ventura

Non disturbare è un talk tutto al femminile di Rai1, prodotto da Stand By Me, condotto da Paola Perego, in onda dal 25 giugno 2018 per sei seconde serate (23.50 circa).

Non disturbare 2019

La seconda edizione, sempre composta da 6 puntate, va in onda da martedì 2 luglio 2019 in seconda serata su Rai1 (inizialmente prevista dal 21 giugno, slitta al 28 per lasciare spazio a La Traviata in diretta dall’Arena di Verona in omaggio a Franco Zeffirelli e successivamente slitta di nuovo). Tra gli ospiti figurano Elena Santarelli, Rita Dalla Chiesa, Sabrina Salerno, Paola Barale, Marisela Federici, Totò Schillaci, Pierluigi Diaco, Cristiano Malgioglio e Guillermo Mariotto.

Non disturbare puntata 6 agosto 2019

Nella sesta puntata, in onda martedì 30 luglio 2019, Paola Perego entra nelle stanze di Serena Grandi e Pierluigi Diaco:

L’attrice bolognese confessa a Paola di avere ormai perso fiducia nel genere maschile dopo la separazione da Beppe Ercole e che l’unico uomo di cui si fida ciecamente oggi è l’amatissimo figlio Edoardo. Serena Grandi racconta poi il rapporto conflittuale che da sempre ha col proprio corpo e di come il suo procace sviluppo fisico sia stato una medaglia dalla doppia faccia: da un lato le grandi opportunità come la collaborazione con Tinto Brass, di cui rivela come nacque il suo provino per “Miranda”, dall’altra gli apprezzamenti a volte eccessivi degli uomini che spesso la soffocavano. Dopo il periodo di maggior successo, durante il quale ha intrecciato una relazione platonica con Pino Daniele e ha ricevuto anche una Ferrari sotto casa da parte di un ammiratore, l’attrice ha conosciuto momenti di sofferenza fisica e psicologica dovuti ad accuse giudiziarie da cui poi è stata assolta, fino al recente ritorno sulle scene con il film “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino.

Paola bussa poi alla camera di Pierluigi Diaco, che parte raccontando il suo legame con il cane Ugo, un bassotto a pelo ruvido, che per lui e il suo compagno Alessio è una sorta di surrogato di un figlio. Rivela poi l’ammirazione per sua madre, che, rimasta vedova, ha dovuto crescere da sola 4 figli, educandoli alla disciplina e al senso del dovere. La mancanza del padre, che Pierluigi ha perso quando aveva solo 5 anni e dal quale ha comunque ereditato la passione per la radio, lo ha portato a cercare altrove figure paterne: tra tutti Maurizio Costanzo, da cui apprende il fondamentale valore della curiosità, Sandro Curzi, che lo introduce per primo in RAI, Giuliano Ferrara, da cui impara l’arte della sintesi nella scrittura, e Gianni Boncompagni, che gli insegna l’importanza della tv jazz, ossia improvvisata. Il giornalista ripercorre poi gli aneddoti più curiosi della sua vita, come quelli con Indro Montanelli (che lo definì “creteenager”) ed Enzo Biagi (che lo coinvolse nel suo programma “Rotocalco televisivo”), mentre non manca una dedica finale al padre Giuseppe, definito “un’amorevole assenza”.

Non disturbare puntata 30 luglio 2019

Nella quinta puntata, in onda martedì 30 luglio 2019, Paola Perego entra nelle stanze di Marisela Federici e Marco Masini:

La nobildonna, definita suo malgrado “regina dei salotti romani”, ripercorre con ironia la sua vita non convenzionale, dalla nascita in Venezuela “da un cocktail etnico folle”, con nonna danese e nonno spagnolo, Carlos Delgado Chalbaud, poi diventato Presidente del Paese. Dopo il suo assassinio, a 6 anni è fuggita dal Venezuela con la sua famiglia, prima in Spagna e successivamente in Italia. Marisela racconta a Paola anche le sue vicissitudini sentimentali, dal rapporto con il primo marito, il finanziere Roger Tamraz, che le era infedele, fino al matrimonio con il grande amore della sua vita, lo scomparso Paolo Federici. La chiacchierata confidenziale tocca anche argomenti più frivoli, come le leggendarie cene e feste nella sua villa sull’Appia, soprannominata “La Furibonda” in onore del proverbiale temperamento della sua proprietaria, ora con tanto di metal detector all’ingresso dopo una brutta esperienza con tre ladri. Insieme a Paola, infine, immagina di organizzare per gioco una cena virtuale con alcuni personaggi famosi, dalla “parvenu” Meghan Markle, alla quale consiglia un corso accelerato di buone maniere, a Donald Trump, passando per Che Guevara e Angela Merkel.
Paola Perego busserà poi alla porta di Marco Masini, del quale scoprirà anche un lato del carattere meno noto, quello ironico e divertente, in occasione di uno scherzo telefonico a Paolo Belli, suo collega nella Nazionale Italiana Cantanti. A Paola racconterà una vita intensa segnata anche dalla sofferenza, come la perdita di sua madre a 18 anni, con la quale aveva un rapporto speciale, e alla quale ha dedicato il brano “Spostato di un secondo”, perché la musica per lui è “un antidolorifico molto efficace”. Oggi la donna che ama di più è sua sorella Susanna, che per molti versi gli ha fatto da madre. Marco rivela che una volta stava anche per sposarsi, ma poi ha cambiato idea perché ancora oggi non crede nelle promesse a lungo termine. Inevitabile parlare del periodo più buio della sua vita, quando girava voce che portasse sfortuna, vissuto come una vera persecuzione, sebbene non abbia mai provato alcun rancore o risentimento verso chi, forse per gioco, ha dato inizio a quelle illazioni. Una crisi fortunatamente conclusasi con la vittoria a Sanremo 2004 con “L’uomo volante”, canzone che per lui è emblematica dell’inizio di un nuovo percorso.

Non disturbare puntata 23 luglio 2019

Nella quarta puntata, in onda martedì 23 luglio 2019, Paola Perego entra nelle stanze di Giancarlo Magalli e Sabrina Salerno:

Il conduttore, attore e doppiatore romano, ora anche star del web con il suo seguitissimo profilo Instagram, ripercorrerà la sua vita, dalla prima tv avuta in casa negli anni ’50, quando tutta la famiglia si riuniva di fronte a ‘Lascia o raddoppia’, a quando era compagno di classe di Mario Draghi e Luca Cordero di Montezemolo. E ancora, il suo desiderio di lavorare nel cinema, osteggiato dal padre che avrebbe voluto per lui la sua stessa carriera di assicuratore e che finì poi per presentarlo al genero di Totò, come assistente sul set del grande comico, fino al più recente rifiuto di interpretare ‘Don Matteo’ a causa degli 8 mesi di riprese a Gubbio. Giancarlo Magalli verrà, poi, coinvolto da Paola Perego come concorrente nel celebre gioco dei fagioli di Raffaella Carrà, di cui lui stesso fu l’ideatore. Come penalità per i tentativi falliti, ne usciranno divertenti scherzi telefonici a Pippo Baudo e Roberta Morise. Nel raccontare la sofferenza per il divorzio dalla prima moglie e il rapporto con le sue due figlie, dietro il cinismo e l’ironia, il conduttore si rivelerà un uomo e un padre tenero, dolce e a tratti insicuro.

Insicurezza e fragilità emergono anche nell’intervista a Sabrina Salerno, showgirl, cantante e attrice, nonché vero e proprio sex symbol e icona del pop italiano e internazionale, che racconterà a Paola il rapporto col suo corpo, oggi sereno, ma complicato e pieno di paranoie quando era ventenne e trentenne, gli anni del grande successo, vissuti come un incubo a causa soprattutto di una persona che la manipolava. Sin da giovane rivela che provava una forte rabbia interiore, forse per il rapporto all’epoca conflittuale coi genitori, specie per l’assenza del padre, che ha incontrato solo a 12 anni. Nel ripercorrere le figure maschili che hanno segnato la sua vita, Sabrina si soffermerà sulla sua relazione col suo idolo dell’epoca, Pierre Cosso, “matto ma dolce”, sul rapporto col marito, incontrato a 24 anni, che per lei è stato l’inizio di un vero cambiamento, fino all’amore più grande della sua vita, il figlio Luca Maria.

Non disturbare puntata 16 luglio 2019

Nella terza puntata, in onda martedì 16 luglio 2019, Paola Perego entra nelle stanze di Guillermo Mariotto e Rita Dalla Chiesa:

Lo stilista di origini venezuelane che ha vestito alcune delle donne più belle del mondo, nonché giudice di Ballando con le Stelle, ripercorre la sua vita, in costante bilico fra sacro e profano, confessando di aver vissuto momenti difficili ma pensando sempre sia tutto frutto di un disegno divino. Dall’inferno attraversato da piccolo nello scoprirsi e accettarsi omosessuale in un contesto difficile come quello di Caracas alla “fuga” a San Francisco a 16 anni, dove ha vissuto un periodo di grande libertà e trasgressione, tra un singolare incontro coi Village People e un matrimonio con una ragazza bellissima, fino all’arrivo in Italia, dove la proficua collaborazione con Raniero Gattinoni lo porta al grande successo, arrivando a vestire, fra gli altri, Raffaella Carrà, Beyoncé e persino Benedetto XVI.

Difficoltà e sofferenze hanno caratterizzato anche l’intensa vita di Rita dalla Chiesa, durante la quale si è dimostrata moglie fedele, madre amorevole ma anche figlia forte e coraggiosa. Da suo padre, il generale Carlo Alberto dalla Chiesa, sente di avere ereditato il senso della giustizia e della patria, mentre dalla madre Dora la capacità dialettica, perché era una donna forte, ribelle, l’unica capace di tenere testa a suo marito. A Paola Rita racconta aneddoti di una vita famigliare complicata, dove, sotto scorta perché nel mirino delle Brigate Rosse e della mafia, cambiavano casa ogni 2 anni. Molte le lacrime versate negli anni ma non di fronte ai dolori più grandi: l’improvvisa scomparsa della madre per infarto e la tragica perdita del padre (“Dissi ai miei fratelli di non piangere, non dovevamo dare soddisfazione a chi ce lo aveva ammazzato”). L’unica sua vera paura è quella un giorno di perdere la memoria e i ricordi, ai quali è molto legata: da oltre 40 anni tiene sul comodino una cornicetta con 2 foto della madre.

Non disturbare puntata 9 luglio 2019

Nella seconda puntata, in onda martedì 9 luglio 2019, Paola Perego entra nelle stanze di Paola Barale e Totò Schillaci:

Paola Barale, che ha da poco festeggiato il suo 52° compleanno a Ibiza, ripercorre con Paola Perego la sua vita, attraverso quei luoghi che l’hanno segnata: dall’infanzia felice a Fossano alla carriera a Milano, inizialmente quasi per gioco come sosia di Madonna, fino al fortunato incontro con Mike Bongiorno; e ancora, dal bellissimo viaggio in vela in Australia con Raz Degan a quello recente e intenso in India. Un lungo percorso, in primis personale, tra gioie e periodi bui, che l’ha portata a quello che ritiene essere oggi un nuovo bellissimo inizio della sua vita.

Totò Schillaci racconta la sua storia personale, da quando nacque settimino di solo 1 kg fino alla prima valigia, quando a 17 anni salì sul treno da Palermo a Messina, a seguito del suo primo importante ingaggio sportivo; in seguito, l’arrivo al Nord, a Torino, nella squadra dei suoi sogni, la Juventus, periodo di cui ricorda anche alcuni spiacevoli aneddoti, come l’essere additato come “terrone”, fino all’emozionante esordio in Nazionale. Tanti successi, tante gioie e un unico vero rimpianto, non aver potuto frequentare la scuola. Molti gli aneddoti dentro e fuori dal campo, fra cui una lite in spogliatoio con Roberto Baggio e l’inattesa maglia che Maradona gli regalò personalmente.

Non disturbare puntata 2 luglio 2019

Nella prima puntata, in onda martedì 2 luglio 2019, Paola Perego entra nelle stanze di Cristiano Malgioglio ed Elena Santarelli:

Il cantautore siciliano ripercorre le iniziali difficoltà fino al successo e la genesi delle sue hits evergreen, come “L’importante è finire” e “Gelato al cioccolato”. Momenti di allegria, come la rivelazione di un poco fortunato provino per Federico Fellini per il film “La nave va” o la partecipazione a un videoclip con Fedez (successivamente tagliata), intervallati da parentesi di malinconia: il suo rapporto con la solitudine, la scoperta di un melanoma, fortunatamente preso in tempo, e un periodo di depressione, dopo la scomparsa di sua madre e di quella più recente di sua sorella.

Elena Santarelli combatte contro i cliché da anni. Con Paola racconta il rapporto con il marito, Bernardo Corradi, e il suo essere madre apprensiva, tanto da installare baby monitor nelle stanze dei due figli per controllare che di notte dormano bene. L’intervista, che tocca anche la dolorosa parentesi della malattia del figlio Giacomo, termina con un liberatorio sfogo contro un punching ball, idealmente contro i pregiudizi e “il mostro” che ha rischiato di privarla di suo figlio.

Non disturbare format

Non disturbare Rai1
Non disturbare Logo

In ogni puntata Paola Perego intervista singolarmente due donne del mondo del cinema, della televisione, dello spettacolo e della cultura in camera da letto o nel salotto di una camera d’albergo. A dare il via alle interviste c’è il cartello con la scritta “Non disturbare“. A dare ritmo agli incontri ci sono i servizi in camera offerti dall’Hotel e altri pretesti come l’ispezione a sorpresa del trolley, la telefonata dalla hall di una persona cara o l’uso del Wi-Fi dell’albergo per permettere alla conduttrice di dare un’occhiata al cellulare dell’ospite.

Il titolo allude alle conversazioni confidenziali che si affrontano tra donne. Vado a trovarle e parliamo di tante cose, facciamo una serie di riflessioni… A volte ci si dimentica delle telecamere, così vengono fuori aspetti inediti, privati.Paola Perego, Radiocorrieretv

Dalla seconda edizione il programma apre anche agli uomini “a patto che abbiano una sensibilità particolare verso il mondo femminile“. (Paola Perego a Tv Sorrisi e Canzoni dell’11 giugno 2019)

Non disturbare ospiti

Non disturbare | Paola Perego Carolyn Smith
Non disturbare: Paola Perego con Carolyn Smith

Le dodici protagoniste della prima stagione di Non disturbare sono la showgirl Simona Ventura, la giudice di Ballando con le stelle Carolyn Smith, la conduttrice e cantante Iva Zanicchi, l’attrice Chiara Francini, la modella Naike Rivelli, la giornalista e conduttrice Barbara Palombelli, l’attrice Nancy Brilli, la conduttrice Andrea Delogu, l’attrice Anna Falchi, la politica Nunzia De Girolamo, la giornalista sportiva Paola Ferrari e l’attrice Eva Grimaldi.

Non disturbare puntate

Non disturbare: prima puntata

La prima puntata, con protagoniste Simona Ventura e Carolyn Smith, va in onda lunedì 25 giugno 2018.

Non disturbare: seconda puntata

La seconda puntata va in onda lunedì 2 luglio 2018. Le protagoniste sono Iva Zanicchi e Naike Rivelli.

Iva Zanicchi confida a Paola Perego alcuni particolari poco noti della sua vita privata: la sua curiosa “avventura” con un principe russo avvenuta nell’ex Unione Sovietica quando era molto giovane; la verità sui tanti flirt a lei attribuiti (“Sordi mi ha corteggiato tantissimo” – ricorda); il suo rapporto con il compagno di una vita, Fausto, diventato “gelosissimo” dopo 30 anni, e poi quello con sua figlia e suo nipote.

La cantante ricorda brevemente anche la sua esperienza politica che lei definisce “umanamente molto forte” ma che a suo parere “ha pagato cara” e che oggi “sconsiglierebbe”. Di quel periodo però le è rimasto un simpaticissimo gruppo whatsapp: “il gruppo Bruxelles”, con tutti i non rieletti, tra cui Mario Mauro o Clemente Mastella “in cui c’è di tutto – confida sorridendo – anche tante barzellette”.

Iva alla fine rivela anche un particolare intimo della sua vita affettiva che la fa soffrire moltissimo, come la rottura ormai da due anni con sua sorella maggiore.

Naike Rivelli è un donna piena di energia, che nel suo nome sembra aver scritto il suo destino, “portatrice di confusione”. La figlia d’arte di Ornella Muti, single a suo dire da due anni, dopo aver raccontato del suo primo amore Christian, da cui ha avuto un figlio, e ripercorso le fasi della sua relazione “finita male” con Yari Carrisi, rivela a Paola Perego di non conoscere il suo vero padre biologico. Dopo aver fatto un test del dna, sei anni fa, ha infatti saputo di non essere la figlia di José de Castro come ha sempre creduto. “Un vero shock per tutti” – ha ammesso. L’attrice poi parlerà del suo rapporto con i social, con la nudità, con il sesso e con sua madre che interverrà a sorpresa in collegamento telefonico.

Non disturbare: terza puntata

La terza puntata va in onda venerdì 13 luglio 2018. Le protagoniste sono Barbara Palombelli e Chiara Francini.

Barbara Palombelli accoglierà Paola Perego nella sua stanza d’albergo e mostrerà cosa porta sempre con sé in valigia oltre al suo passaporto: un portafortuna e una catenina con tanti ciondoli che tradiscono il suo essere molto credente ma al contempo anche molto superstiziosa. La giornalista racconterà poi come proprio dalla sua capacità di coniugare la fede con la superstizione sia nata l’idea farsi esorcizzare e di come abbia poi documentato il tutto in un servizio giornalistico che le ha poi cambiato la vita.

Donna, madre, amica e grande professionista, Palombelli rivelerà aspetti inediti del suo carattere, come la sua passione per la Roma che le provoca giorni di litigi e silenzi con suo marito Francesco Rutelli, che è invece un laziale doc, e la sua dedizione allo yoga, disciplina che pratica ovunque si trova.

E poi il ricordo commosso di chi non c’è più, da suo padre, morto giovanissimo quando lei aveva appena 23 anni, alla sua più cara amica, scomparsa ormai da molto tempo. Infine spazio anche a un’insolita e ironica classifica con protagonista proprio Francesco Rutelli a cui Palombelli dà “9 come amante”, “8 come padre”, “10 come nonno” ma “1 come corteggiatore perché – ammette – ho dovuto fare tutto io!”.

In seguito Paola Perego incontra nella sua stanza di albergo l’attrice, scrittrice e presentatrice, Chiara Francini, una donna solare, bella e ironica, che sembra non avere alcun difetto. Ma sarà veramente così?

Nel corso della chiacchierata Chiara Francini tradirà alcuni lati di sé poco noti al grande pubblico: il suo essere una maniaca dell’ordine e la sua paura di perdere la vista.

Tra le provocazioni della conduttrice, che cercherà di creare scompiglio nella sua stanza, invitandola a mangiare nel letto e a mettere in disordine i suoi abiti, Francini parlerà poi della sua famiglia, della sua infanzia di cui dice “sono stata una bambina molto felice e molto amata”, della sua adolescenza, periodo in cui è stata molto insicura, e anche del suo rapporto con l’amore, con il sesso e con il matrimonio. Infine, confiderà anche la sua teoria sulle cicatrici e la sua “pedagogia della sconfitta”, che le ha acconsentito di avere una visione positiva anche nei momenti più difficili della sua vita privata e professionale.

Non disturbare: quarta puntata

La quarta puntata va in onda venerdì 20 luglio 2018. Le protagoniste sono Eva Grimaldi e Paola Ferrari.

Eva Grimaldi, dopo un’iniziale diffidenza nel voler cedere il suo cellulare, aprirà a Paola Perego il suo cuore come la sua valigia, rievocando alcuni momenti dolorosi del suo passato ma anche le tante gioie del suo presente. L’attrice, che non ha mai avuto paura di mettersi a nudo ed è stata spesso criticata per alcune sue scelte, non ultima la scoperta della sua omosessualità, dirà la sua in merito all’attuale relazione con Imma Battaglia. Poi parlerà della sua infanzia segnata dalla balbuzie, del suo rapporto con la madre, scomparsa da un anno e di cui conserva in valigia quello che lei chiama “il suo cuore”, ovvero una pallina che lei usava per la riabilitazione delle mani, ricorderà la sua storia d’amore con Gabriel Garko e parlerà anche della fine del suo matrimonio che l’ha portata sul baratro dell’alcolismo. Confidenze e memorie condivise in un clima di grande intimità in cui Eva Grimaldi si è spesso lasciata andare alla commozione. Come quando ha ricordato il suo incontro con Imma Battaglia, la sua futura sposa: “La mia vita, la mia salvezza, la mia zattera” – dirà. Su Imma, l’attrice “ha appoggiato la testa” come ama confidare alla Perego e grazie a lei ha scoperto un mondo femminile straordinario dopo una vita passata al fianco di uomini con cui invece “ha sofferto moltissimo”. Nel corso dell’intervista ci sarà anche un improvviso messaggio audio di Rita Dalla Chiesa. Sarà poi la volta della giornalista sportiva Paola Ferrari che con Paola Perego si toglierà qualche sassolino dalla scarpa. La storica conduttrice della Domenica Sportiva racconterà il suo rapporto con la chirurgia estetica per cui è stata duramente criticata. “Su di me c’è stata una campagna mediatica da bulli – ha commentato –, dicevano che ero rifatta”. Ma Paola Ferrari non ci sta più a essere criticata per l’aspetto fisico, soprattutto da quando ha avuto un carcinoma al viso di cui porta ancora i segni. La giornalista ha poi ricordato come in tutta la sua carriera abbia sempre lottato per l’emancipazione delle donne, sottolineando come ancora oggi parlare di calcio in tv per una donna non sia affatto facile “perché appena possono mettono le donne in minigonna mentre gli uomini parlano di 4-3-3”. Paola Ferrari commenterà poi le tante delusioni ricevute da persone che lei considerava amiche, ricordando gli screzi avuti con alcune donne dello spettacolo e commentando le critiche velenose ricevute anche sui social, su cui è molto attiva. Un momento in cui la giornalista vorrà mettere i puntini sulle “i” e fare chiarezza su alcuni episodi che in passato l’hanno colpita a livello umano e professionale. Spazio poi al racconto di quando è scappata di casa a soli 17 anni, al suo incontro con Marco De Benedetti, diventato poi suo marito, al rapporto con i suoi adorati cani, due bovaresi e due labrador, e all’amore per i suoi due figli che condividono con il marito un gruppo WhatsApp che la esclude completamente: il gruppo “No Mamy” dove sono soliti rivelare le loro marachelle a sua insaputa.

Non disturbare: quinta puntata

La quinta puntata va in onda venerdì 27 luglio 2018. Le protagoniste sono Anna Falchi e Nunzia De Girolamo.

Anna Falchi, conduttrice ed ex modella, parlerà del suo rapporto con la bellezza e svelerà anche alcuni trucchi per mantenersi in forma senza andare in palestra. Poi confiderà anche una passione decisamente poco nota al pubblico per l’arredamento e un’altrettanta insospettabile mania per le pulizie di casa.

Con la conduttrice, Falchi aprirà poi la sua valigia e, tra uno specchio luminoso e un insolito asciugamano, tirerà fuori anche il suo bagaglio di ricordi. Dall’infanzia “durissima” di cui non ama parlare, al rapporto con sua madre e suo fratello Sauro a cui è molto legata.

E poi spazio al suo attuale amore Andrea Ruggeri con cui “non litighiamo mai – dice – perché siamo complementari” e di cui è stata gelosa in una sola occasione, salvo poi scoprire che non ne aveva ragione.

Non mancherà anche un pensiero per Stefano Ricucci. “Il primo marito non si scorda mai”- commenta. E ricordando la fine della loro storia ha spiegato: “Dopo quello che è successo, avevo di fronte a me un uomo che non riconoscevo più. Era diventato quasi uno sconosciuto per me e con grandissimo dispiacere non me la sono sentita più di portare avanti il nostro percorso. Ma l’ho amato tantissimo – ha sottolineato – anche se mi ha fatto anche tanto male”. Quanto a un altro uomo della sua vita, il padre, Anna Falchi taglia corto: “Per me è un estraneo. Non si merita il mio perdono perché mi ha cambiato completamente la vita: ci ha abbandonato, non ci è mai stato. Si è palesato solo quando sono diventata famosa”.

A seguire, sarà la volta di Nunzia De Girolamo, ex ministro ed ex deputata di Forza Italia. Solare e combattiva, Nunzia De Girolamo si rivela alle telecamere una mamma premurosa e presente. “A dire il vero – ha confessato – sono un po’ patetica: da sei anni mi alzo di notte per controllare se respira”.

Poi ricorderà il suo incontro con Francesco Boccia, del Pd, il suo attuale marito. “Ci siamo conosciuti in un convegno a Napoli in un clima assolutamente di sinistra” – ha ricordato De Girolamo. “C’erano Bassolino, Iervolino, tutti di sinistra e io ero l’unica di centrodestra. Appena l’ho visto, è stato subito un colpo di fulmine. Tornata a casa e gli ho scritto una mail per proporgli di scrivere una proposta di legge insieme e, da allora, abbiamo continuato a scriverci per un sacco di tempo, finché lui non mi ha invitato a pranzo”.

Infine scopriremo i tanti gruppi WhatsApp a cui appartiene l’ex ministro e, alla domanda di Paola Perego se ha anche un gruppo con Silvio Berlusconi, De Girolamo ha replicato: “No, Silvio non ha più il cellulare”.

Non disturbare: sesta puntata

La sesta puntata va in onda venerdì 3 agosto 2018. Le protagoniste sono Nancy Brilli e Andrea Delogu.

Nancy Brilli, raccontando la sua vita e i suoi amori, metterà a nudo tanti aspetti del suo carattere e farà conoscere tante curiosità del suo passato: il suo ricordo in assoluto più bello, legato a una recita a teatro a 5 anni, quando ha interpretato il ruolo di Cappuccetto rosso, e quello più brutto, legato invece all’adolescenza che per lei è stata “una specie di incubo”. Inoltre si scoprirà il suo modo particolare di rilassarsi: spazzolando i capelli altrui. “I miei capelli mi creano sempre problemi – ha confidato; quando ero bambina avevo i capelli lunghi, biondi e morbidi poi, dopo la morte di mia madre, mia nonna e una fidanzata di mio padre mi hanno tosato e i miei capelli sono ricresciuti così, come una capra”.
Con Paola farà poi un gioco: comporre con le foto degli uomini più importanti della sua vita, Ivano Fossati, Luca Manfredi, Massimo Ghini e Roy De Vita, l’immagine del suo uomo perfetto. Ne uscirà fuori uno strano mix, ma sarà l’occasione per Brilli per ricordare gli aspetti che amava di ciascuno di loro e le ragioni per cui le loro storie sono finite. Tra le dediche più affettuose c’è quella per Ivano Fossati, che lei chiama “il poeta”. “La nostra è stata una storia molto passionale – ha spiegato – era un grande amore, se rinascessi lo vorrei rivivere, ma vorrei anche che finisse perché è stato troppo sofferto: troppi litigi, troppi dispetti, troppa gelosia. E poi mi ha lasciato sola in un momento in cui stavo male fisicamente e questo mi ha fatto sentire sola. Solo dopo ho saputo che il giorno del mio intervento aveva dormito tutta la notte sotto la clinica”. Brilli parlerà poi della sua attuale “singletudine” in cui non mancano i corteggiatori e in cui ha scoperto il piacere della buona compagnia.
In seguito sarà la volta di Andrea Delogu: la conduttrice aprirà la porta della sua stanza attrezzata per l’occasione come una palestra. Appassionata di karate, disciplina che pratica da 11 anni, Delogu parlerà della sua infanzia a San Patrignano e del suo rapporto con i genitori che lei definisce “due eroi comuni” che le “hanno insegnato a non sbagliare”, della sua lunga gavetta nel mondo dello spettacolo e del suo incontro con l’attuale marito Francesco Montanari. Tra una mossa di karate e una confessione, Delogu confiderà di andare in analisi da 4 anni e di averci portato anche suo marito. “Da quando io e lui andiamo in analisi le litigate sono a zero. Francesco mi ha lasciata due volte – spiega – e quando abbiamo ricominciato, memore di tutto il dolore che avevo provato per lui, perché avevo deciso che era lui l’uomo della mia vita, gli ho detto ‘ok, torniamo insieme ma tu vai in analisi, perché io non voglio vivere con un uomo che un giorno è un malato, un giorno è un assassino, un giorno è l’uomo più felice del mondo’, perché questa poi è la vita con un attore”. La conduttrice rivelerà poi i tanti gruppi WhatsApp a cui appartiene, tra cui quello del suo matrimonio in cui ha cantato “T’appartengo” di Ambra, di cui è una grande fan.

 

Non disturbare: come guardarlo online?

Se vuoi guardare Non disturbare in streaming in diretta o vuoi recuperare on demand una puntata che hai perso collegati a Raiplay.it.

Non disturbare credits

Non disturbare | Paola Perego Simona Ventura
Non disturbare: Paola Perego con Simona Ventura
  • Prodotto da Stand By Me
  • Condotto da Paola Perego
  • Regia di Franco Bianca
  • A cura di Davide Acampora
  • Scritto da Annalisa Giaccari, Claudio Moretti e Andrea Teodori
  • Delegato Rai Gloria Piazzai
  • Produttore esecutivo Paolo Micheletti.
  • Hashtag: #NonDisturbare

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*