Notizie recenti sulla guerra Russia-Ucraina: annunci in diretta

La dichiarazione della Russia sui corridoi umanitari che deportano civili in Russia e Bielorussia è “inaccettabile”, insistendo sul fatto che le persone provenienti dalle zone di guerra possano entrare nell’Ucraina occidentale o nei paesi dell’UE.

Il ministero della Difesa russo ha annunciato sei corridoi di evacuazione e ha affermato di aver raggiunto un accordo preliminare con la parte ucraina: uno dalla capitale Kiev a Komal in Bielorussia; Due città portuali gravemente colpite, da Mariupol a Zaporizhia nell’Ucraina sudorientale e Rostov sul Don nella Russia meridionale; Uno da Kharkiv alla regione russa di Belgorod; Sia da Sumi a Belgorod che a Poltava nell’Ucraina centro-orientale.

Dopo i colloqui con il presidente russo Vladimir Putin domenica, la Russia ha affermato che i corridoi sono stati aperti su richiesta personale del presidente francese Emmanuel Macron. Macron ha negato che la Russia abbia sentito parlare di corridoi umanitari in Ucraina che portano alla Russia.

Alcuni leader locali hanno affermato di non aver confermato un cessate il fuoco temporaneo e il vice primo ministro ucraino Irina Vareshuk ha rilasciato un video sul canale presidenziale affermando che le vie di uscita proposte erano “inaccettabili”.

“Questa è una variazione inaccettabile sull’apertura di corridoi umanitari”, ha detto nel video. “La nostra gente non andrà in Bielorussia, quindi voleranno nella Federazione Russa”.

“Spero che il presidente francese Emmanuel Macron capisca che il suo nome e gli sforzi sinceri per aiutare i cittadini ucraini e stranieri vengono effettivamente utilizzati e manipolati dalla Federazione Russa”.

L’Ucraina ha accusato la Russia di aver sabotato due precedenti tentativi di evacuazione dei civili durante il fine settimana e un recente annuncio è arrivato da Mosca secondo cui le sue forze bombardavano costantemente aeroporti e città intorno all’Ucraina.

READ  40 La migliore tv box android del 2022 - Non acquistare una tv box android finché non leggi QUESTO!

“Non abbiamo alcuna conferma dell’inizio del cessate il fuoco”. [or was] Sono partito per questo giorno “, ha affermato il vice sindaco di Mariupol, Sergei Orlov, Ha detto alla BBC, La città è rimasta senza elettricità, riscaldamento, acqua o telefoni per diversi giorni ed è difficile raccogliere informazioni sul fatto che l’attacco dei proiettili russi continui. “La strada non è sicura”, ha detto.

Il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov ha dichiarato: “Informazioni dettagliate sui corridoi umanitari sono state fornite in anticipo alla parte ucraina e alle strutture specializzate dell’ONU, dell’OSCE e del Comitato internazionale della Croce Rossa”.

Non ha presentato alcuna prova che i “nazionalisti” ucraini fossero responsabili dell’uccisione di quattro civili nel tentativo di cacciare Mariupol domenica sera.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply