Oscar 2018, le nomination – boom The Shape of Water, 4 candidature per Chiamami col tuo nome

CROWDFUNDING ALTROSPETTACOLO
Se vuoi aiutare la nostra realtà a crescere e vuoi fare una donazione CLICCA QUI

La Mostra del Cinema di Venezia ha colpito ancora. Per il 5° anno consecutivo gli Oscar hanno attinto a piene mani dal Lido, con The Shape of Water di Guillermo Del Toro, già Leone d’Oro, candidato a ben 13 statuette. Ad un niente lo storico record delle 14 candidature firmato La La Land, Eva contro Eva e Titanic. Tre manifesti a Ebbing, Missouri di Martin McDonagh, a Venezia vincitore dell’Osella per la sceneggiatura, si è fermato a quota sette. Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino, nelle sale d’Italia a partire dal 25 gennaio, ha conquistato quattro candidature, compresa quella per il miglior film. Sfumata la nomination alla regia, con Timothèe Chalamet nominato tra gli attori protagonisti, James Ivory per lo script e Sufjan Stevens per la canzone originale. L’Italia festeggia anche la nomination per Alessandra Querzola, arredatrice di scena di Blade Runner 2049.

Dopo l’inatteso trionfo ai Golden Globe, Lady Bird di Greta Gerwig ha fatto filotto anche agli Oscar con 5 candidature. L’attrice, qui al suo esordio dietro la macchina da presa, ha conquistato le nomination per la regia e la sceneggiatura originale, oltre alle conferme di Saoirse Ronan e Laurie Metcalf tra le attrici, così come fatto da Get Out di Jordan Peele (4 candidature), nominato nelle categorie più importanti. L’ora più buia di Joe Wright è stato candidato a 7 Oscar, escluso quello al nostro Dario Marianelli, mentre Il filo Nascosto di Paul Thomas Anderson a 6 statuette. 8 le candidature per Dunkirk di Christopher Nolan, con The Post di Steven Spielberg assente tra i registi e tra le migliori sceneggiature ma presente con l’immancabile Meryl Streep, alla sua 21esima candidatura. Solo 2 le nomination per la pellicola.

Fuori a sorpresa James Franco, in trionfo ai Golden Globe ma successivamente travolto dalle accuse di molestie sessuali, con Denzel Washington alla sua nona candidatura grazie a Roman J. Israel Esq. e Margot Robbie alla prima con I, Tonya, in corsa anche grazie al montaggio e ad Allison Janney tra le non protagoniste. Su 10 attori, quattro sono di colore (due uomini e due donne), con una donna candidata anche tra i migliori registi e 3 tra le sceneggiature originali e non. Prima storica volta per una direttrice della fotografia grazie a Rachel Morrison, nominata per Mudbound, in Italia arrivato direttamente su Netflix e da applasi con 4 candidature, così come 4 ne ha strappate Star Wars – Gli ultimi Jedi. 5, ma tutte tecniche, quelle targate Blade Runner 2049, con La Bella e la Bestia e Victoria e Abdul a quota 2. John Williams, 5 volte premio Oscar, ha ottenuto la sua 48esima nomination. Completamente fuori dai giochi Woody Allen con La ruota delle Meraviglie e Kathryn Bigelow con Detroit, così come Stronger di David Gordon Green. Il 4 marzo prossimo i vincitori.

Oscar 2018, tutte le nomination

Miglior film

Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino
L’ora più buia di Joe Wright
Dunkirk di Christopher Nolan
Get Out di Jordan Peele
Lady Bird di Greta Gerwig
Il filo Nascosto di Paul Thomas Anderson
The Post di Steven Spielberg
Tre manifesti a Ebbing, Missouri di Martin McDonagh
The Shape of Water di Guillermo Del Toro

Miglior regia

Christopher Nolan – Dunkirk
Get Out – Jordan Peele
Greta Gerwig – Lady Bird
Paul Thomas Anderson – Il filo Nascosto
Guillermo Del Toro – The Shape of Water

Miglior attore protagonista

Timothèe Chalamet – Chiamami col tuo nome
Daniel Day-Lewis – Il filo Nascosto
Daniel Kaluuya – Get Out
Gary Oldman – l’Ora più Buia
Denzel Washington – Roman J. Israel Esq.

Miglior attrice protagonista

Sally Hawkins – The Shape of Water
Frances McDormand – Tre Manifesti
Margot Robbie – I, Tonya
Saoirse Ronan – Lady Bird
Meryl Streep – The Post

Miglior attore non protagonista

Willem Dafoe – The Florida Project
Woody Harrelson – Tre Manifesti
Richard Jenkins – The shape of Water
Christopher Plummer – Tutti i soldi del Mondo
Sam Rockwell – Tre Manifesti

Miglior attrice non protagonista

Mary J Blige – Mudbound
Allison Janney – I, Tonya
Lesley Manville – Il filo nascosto
Laurie Metcalf – Lady Bird
Octavia Spencer – The Shape of Water

Miglior sceneggiatura originale

The Big Sick
Get Out
Lady Bird
The Shape of Water
Tre Manifesti a Ebbing, Missouri

Miglior sceneggiatura non originale

Chiamami col tuo nome
The Disaster Artist
Logan
Molly’s Game
Mudbound

Miglior film straniero

Una donna fantastica
L’Insulto
Loveless
Corpo e anima
The Square

Miglior film d’animazione

Baby Boss
Coco
Ferdinand
Loving Vincent
The Breadwinner

Miglior fotografia

Blade Runner 2049
L’Ora più Buia
Dunkirk
Mudbound
The Shape of Water

Miglior scenografia

La Bella e la Bestia
Blade Runner 2049
Dunkirk
L’Ora Più Buia
The Shape of Water

Miglior montaggio

Baby Driver
Dunkirk
I, Tonya
The Shape of Water
Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Miglior colonna sonora

Hans Zimmer per Dunkirk
Jonny Greenwood per Il filo nascosto
Alexandre Desplat per La forma dell’acqua – The Shape of Water
John Williams per Star Wars: Gli ultimi Jedi
Carter Burwell per Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Miglior canzone

Mudbound
Chiamami col tuo nome
Coco
Marshall
The Greatest Showman

Miglior effetti speciali

Blade Runner 2049
Guardiani della Galassia 2
Kong: Skull Island
Star Wars: Gli ultimi Jedi
The War: Il pianeta delle Scimmie

Miglior sonoro

Baby Driver
Blade Runner 2049
Dunkirk
The Shape of Warer
Star Wars: Gli ultimi Jedi

Miglior montaggio sonoro

Baby Driver
Blade Runner 2049
Dunkirk
The Shape of Water
Star Wars: Gli ultimi Jedi

Miglior costumi

La Bella e la Bestia
L’ora più Buia
Il filo Nascosto
The Shape of Water
Victoria & Abdul

Miglior trucco e parrucco

L’ora più Buia
Victoria e Abdul
Wonder

Miglior documentario

Abacus
Faces, Places
Icarus
Last Man In Aleppo
Strong Island

Miglior corto documentario

Edith+Eddie
Heaven is a Traffic Jam On The 405
Heroin(e)
Knife Skills
Traffic Stop

Miglior corto

DeKalb Elementary (Reed Van Dyk)
My Nephew Emmett (Kevin Wilson Jr.)
The Eleven O’Clock (Derin Seale)
The Silent Child (Chris Overton)
Watu Wote: All of Us (Katja Benrath)

Miglior corto animato

Dear Basketball (Kobe Bryant, Glen Keane)
Garden Party (Victor Caire, Gabriel Grapperon)
Lou (Dave Mullins, Dana Murray)
Negative Space (Ru Kuwahata, Max Porter)
Revolting Rhymes

Oscar 2018, i candidati dei nostri sogni

Domani, martedì 23 gennaio alle 14.30 (ora italiana) e in diretta dal Samuel Goldwyn Theater di Beverly Hills, verranno annunciate le nomination agli Oscar. Una novantesima edizione che andrà in scena il 4 marzo, con Jimmy Kimmel alla conduzione e l’Italia intera schierata in favore di Luca Guadagnino, tra i favoriti della vigilia con l’acclamato Chiamami col tuo nome.

Quali saranno i film, i registi e gli attori candidati lo scopriremo quindi tra poche ore, ma nell’attesa abbiamo provato a giocare con i ‘nostri’ nominati, da elencare spudoratamente attraverso una lista di preferiti. Dichiarati, nella speranza che i votanti Academy abbiano espresso le proprie preferenze seguendo i nostri criteri di selezione. Più che una lontana ipotesi, un sogno ad occhi aperti.

Miglior film

Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri), regia di Martin McDonagh
Chiamami col tuo nome (Call Me by Your Name), regia di Luca Guadagnino
Dunkirk, regia di Christopher Nolan
La forma dell’acqua – The Shape of Water (The Shape of Water), regia di Guillermo del Toro
The Post, regia di Steven Spielberg
Logan, regia di James Mangold
I, Tonya, regia di Craig Gillespie
Il filo nascosto, regia di Paul Thomas Anderson
A Ghost Story, regia di David Lowery
Blade Runner 2049, regia di Denis Villeneuve

Miglior regia

Guillermo del Toro – La forma dell’acqua – The Shape of Water (The Shape of Water)
Martin McDonagh – Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri)
Christopher Nolan – Dunkirk
Luca Guadagnino – Chiamami col tuo nome
Steven Spielberg – The Post

Migliore attore protagonista

Gary Oldman – L’ora più buia (Darkest Hour)
Timothée Chalamet – Chiamami col tuo nome (Call Me by Your Name)
Daniel Day-Lewis – Il filo nascosto (Phantom Thread)
Tom Hanks – The Post
Jake Gyllenhaal – Stronger

Migliore attrice protagonista

Frances McDormand – Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri)
Sally Hawkins – La forma dell’acqua – The Shape of Water (The Shape of Water)
Margot Robbie – I, Tonya
Daniela Vega – Una donna fantastica
Meryl Streep – The Post

Migliore attore non protagonista

Sam Rockwell – Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri)
Willem Dafoe – The Florida Project
Richard Jenkins – La forma dell’acqua – The Shape of Water (The Shape of Water)
Patrick Stewart – Logan – The Wolverine (Logan)
Michael Stuhlbarg – Chiamami col tuo nome (Call Me by Your Name)

Migliore attrice non protagonista

Allison Janney – I, Tonya
Mary J. Blige – Mudbound
Hong Chau – Downsizing – Vivere alla grande (Downsizing)
Laurie Metcalf – Lady Bird
Holly Hunter – The Big Sick

Miglior sceneggiatura originale

Jordan Peele – Scappa – Get Out (Get Out)
Guillermo del Toro e Vanessa Taylor – La forma dell’acqua – The Shape of Water (The Shape of Water)
Greta Gerwig – Lady Bird
Paul Thomas Anderson – Il filo Nascosto
Martin McDonagh – Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri)

Miglior sceneggiatura non originale

James Ivory – Chiamami col tuo nome (Call Me by Your Name)
Scott Neustadter e Michael H. Weber – The Disaster Artist
Richard Linklater e Darryl Ponicsan – Last Flag Flying
Jack Thorne, Steve Conrad e Stephen Chbosky – Wonder
Virgil Williams e Dee Rees – Mudbound

Miglior film straniero

L’Insulto, regia di Ziad Doueiri
Una donna fantastica (Una mujer fantástica), regia di Sebastián Lelio
Loveless, regia di Andrej Petrovič Zvjagincev
Foxtrot, regia Samuel Maoz
The Square, regia di Ruben Östlund • Svezia

Miglior film d’animazione

Coco, regia di Lee Unkrich e Adrian Molina
Baby Boss (The Boss Baby), regia di Tom McGrath
Gatta Cenerentola, regia di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone
The LEGO Batman Movie, regia di Chris McKay
Loving Vincent, regia di Dorota Kobiela e Hugh Welchman

Miglior fotografia

Roger Deakins – Blade Runner 2049
Dan Laustsen – La forma dell’acqua – The Shape of Water (The Shape of Water)
Rachel Morrison – Mudbound
Sayombhu Mukdeeprom – Chiamami col tuo nome (Call Me by Your Name)
Hoyte Van Hoytema – Dunkirk

Miglior scenografia

Paul D. Austerberry, Shane Vieau e Jeff Melvin – La forma dell’acqua – The Shape of Water (The Shape of Water)
Jim Clay e Rebecca Alleway – Assassinio sull’Orient Express (Murder on the Orient Express)
Nathan Crowley e Gary Fettis – Dunkirk
Dennis Gassner e Alessandra Querzola – Blade Runner 2049
Mark Tildesley e Véronique Melery – Il filo nascosto (Phantom Thread)

Miglior montaggio

Paul Machliss e Jonathan Amos – Baby Driver – Il genio della fuga (Baby Driver)
Lee Smith – Dunkirk
Michael Kahn e Sarah Broshar – The Post
Joe Walker – Blade Runner 2049
Sidney Wolinsky – La forma dell’acqua – The Shape of Water (The Shape of Water)

Miglior colonna sonora

Alexandre Desplat – La forma dell’acqua – The Shape of Water (The Shape of Water)
Jonny Greenwood – Il filo nascosto (Phantom Thread)
Dario Marianelli – L’ora più buia (Darkest Hour)
Benjamin Wallfisch e Hans Zimmer – Blade Runner 2049
Hans Zimmer – Dunkirk

Miglior canzone

Remember Me – Coco
Evermore – La bella e la bestia (Beauty and the Beast)
Mystery of Love – Chiamami col tuo nome (Call Me by Your Name)
Mighty River (Raphael Saadiq, Mary J. Blige e Taura Stinson) – Mudbound
This Is Me – The Greatest Showman

Migliori effetti speciali

The War – Il pianeta delle scimmie (War for the Planet of the Apes)
Blade Runner 2049
Dunkirk
La forma dell’acqua – The Shape of Water (The Shape of Water)
Thor: Ragnarok

CROWDFUNDING ALTROSPETTACOLO
Se vuoi aiutare la nostra realtà a crescere e vuoi fare una donazione CLICCA QUI
About Federico Boni 60 Articles
Giornalista pubblicista, cinefilo da sempre, per 12 anni tra i redattori di Cineblog.it e da quasi 3 lustri presenza fissa sul web. Ora tra i redattori di Altro Spettacolo.

2 Commenti

  1. Tanti nomi nuovi quest’anno. Io tifo per Oldman come attore protagonista e Del toro come miglior film. Mi farebbe piacere Guadagnino per l’Italia però tra i due preferisco ‘la forma dell’acqua’. Come miglior canzone quella di Mary J Blige. Vedremo a Febbraio 🙂

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*