A Perfect Circle: l’ologramma di Eat The Elephant è una cosa meravigliosa

Fra i tanti meriti di Eat The Elephant, oltre al semplice merito di essere il primo disco degli A Perfect Circle dopo 14 anni di silenzio, c’è quello (bizzarro ma affascinante) di essere il primo disco al mondo pubblicato anche in versione olografica.
Quando fu annunciata la “deluxe edition” dell’album, al minuto 1:10 del video si vedeva ad un certo punto un prisma a forma di piramide capovolta, senza sapere cosa sarebbe stato effettivamente. Ora che il disco è uscito, i dettagli sono più chiari: i possessori dell’edizione speciale, possono accedere ad una app sullo smartphone, sulla quale è proiettato un video lungo quanto Eat The Elephant, perfettamente sincronizzato alle canzoni e che, grazie al prisma, proietta le immagini in tre dimensioni sopra il telefono.

E’ una tecnologia nuova e incredibile (e che riporta alla mente le proiezioni olografiche di Star Wars o Blade Runner), e per cercare di capirla, l’unica è vedere un video di un fan:

Purtroppo, ovviamente, il video su YouTube è in due dimensioni, mentre l’ologramma dal vivo è tridimensionale e lo si può vedere da tutti i lati.
Maynard Keenan ha presentato così l’innovazione tecnologica:

“E’ un’esperienza che unisce il senso della vista a quello del tatto.
Quando ero giovane io, la musica era un qualcosa d concreto, che potevi collezionare e toccare, e ti faceva felice. Questo esperimento vuole riportare alle persone quel senso di eccitazione visiva.”

L’ologramma dura 58 minuti, e narra la storia di una giovane ragazza.
Oggi la band ha pubblicato una versione in 2-D di uno dei video:

Ma sinceramente, è più eccitante vedere come funziona in 3D…

A Perfect Circle saranno in Italia per tre concerti

01.07.2018 – VILLAFRANCA (VR), Rock The Castle c/o Castello Scaligero
18.12.2018 – MILANO, Mediolanum Forum
19.12.2018 – ROMA, Palalottomatica

Se volete spendere i soldi per i biglietti dei concerti, e non vi rimangono fondi per l’edizione limitata con il prisma per l’ologramma, su YouTube ci sono molti tutorial su come farsi un proiettore olografico per smartphone a partire da una bottiglia di plastica…

(certo, poi bisogna sperare che qualcuno pubblichi su YouTube le versioni originali dei video degli APC, ma nel frattempo potrete vedere meduse olografiche, i minion, e pure qualche donnina nuda – tipo questa Myley Cyrus che potrebbe balzar fuori dal vostro schermo!)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*