Piero Pelù a Sanremo 2018

Piero Pelù e Claudio Baglioni a Sanremo 2018

Piero Pelù fa indossare a Baglioni un giubbotto di pelle per renderlo più rock. Omaggiano Lucio Battisti e Mogol con Il tempo di morire.

Pelù: “In questa canzone, il tipo lasciato dalla tipa, non sfregia la propia donna, non usa l’acido, ma prende carta e penna e scrive questo testo per sfogare la sua frustrazione. Usa la creatività delle idee”.

Piero Pelù ospite della quarta serata di Sanremo 2018

Piero Pelù parteciperà al Festival di Sanremo 2018 in qualità di super-ospite italiano. Per il leader dei Litfiba, si tratterà della seconda partecipazione alla kermesse sanremese in qualità di ospite.

Piero Pelù a Sanremo

Per quanto riguarda la storia dell’artista fiorentino a Sanremo, non ci sono partecipazioni in gara di Piero Pelù, né con i Litfiba, né da solista, da ricordare.

L’unica apparizione sul palco del Teatro Ariston di Sanremo risale al 2001, durante l’edizione condotta da Raffaella Carrà, con la partecipazione di Megan Gale e Massimo Ceccherini.

Sanremo, Piero Pelù ospite

Sul palco, intervistato da Raffaella Carrà, Piero Pelù tirò fuori una banconota da 10mila lire, affermando che quello fosse il costo per produrre una mina antiuomo. Il cantante fiorentino ricordò al pubblico di Rai 1 e del Teatro Ariston l’esistenza di oltre 10 milioni di mine antiuomo ancora sparse in 60 paesi nel mondo.

Successivamente, Piero Pelù si esibì con tre pezzi tratti dal primo album da solista, pubblicato dopo la separazione dal chitarrista Ghigo Renzulli. Le canzoni furono Né buoni, né cattivi (titolo anche del suo album), Toro loco e Bomba boomerang.

Piero Pelù, breve bio

Nato a Firenze nel 1962, Piero Pelù esordì con i Litfiba nel 1980.

Il loro primo album, Desaparecido, risale al 1985. L’anno successivo, la band pubblicò l’album 17 Re mentre nel 1988 fu la volta dell’album Litfiba 3. Questi tre album formano la trilogia del potere.

Dal 1990 in poi, i Litfiba pubblicheranno cinque album che formeranno la tetralogia degli elementi: El diablo, pubblicato nel 1990, Terremoto, rilasciato nel 1993, Spirito, pubblicato l’anno successivo, Mondi sommersi, album del 1997 e Infinito, ultimo album pubblicato prima della rottura, che si rivelerà momentanea, tra Pelù e il chitarrista Ghigo Renzulli che continuò il progetto Litfiba con un nuovo frontman.

Piero Pelù diede inizio alla sua carriera da solista nel 1999. Da lì in poi, ha pubblicato gli album Né buoni, né cattivi, U.D.S. – L’uomo della strada, pubblicato nel 2002, Soggetti smarriti (2004), In faccia (2006) e Fenomeni (2008).

Nel 2009, Piero Pelù rientrò nei Litfiba con i quali ha pubblicato recentemente altri due album di inediti: Grande Nazione, pubblicato nel 2012, e Eutopia, rilasciato due anni fa.

Nella sua discografia, sono da segnalare anche dieci album dal vivo e due raccolte con i Litfiba e un album dal vivo e due raccolte da solista.

Un’altra sua hit è stata sicuramente Il mio nome è Mai Più, realizzata con Ligabue e Jovanotti.

About Fabio Morasca 15 Articles
Blogger dal 2004. Vivo e scrivo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*