Pippo Baudo a Sanremo 2018 con Claudio Baglioni: la lettera al Festival

Pippo Baudo è tra gli ospiti della 68esima edizione del Festival di Sanremo. Il conduttore è intervenuto nel corso della seconda serata della kermesse sanremese condotta da Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, in onda su Rai 1.

 

Pippo Baudo a Sanremo 2018 con Claudio Baglioni

Entra Pippo Baudo ed è davvero Sanremo!

Una standing ovation entusiasta, calorosa, di vero affetto. “SEI IL FESTIVAL!” urlano dalla Galleria dell’Ariston e il ‘dittatore artistico’ di Sanremo deve cedere lo scettro al Baudo Nazionale.

Basta lui, la sua voce e il suo indimenticabile jingle per sentire davvero l’atmosfera del vero Festival della Canzone, quest’anno ‘offuscato’ dal Baglioni & Friends.

Pippo Baudo, lettera a Sanremo

Pippo Baudo conquista lo scranno di Baglioni e legge la sua lettera al Festival. La commozione è immediata. Il suo primo Sanremo fu proprio 50 anni fa, quando vinse Sergio Endrigo, con Canzone per Te, cantata da Il Volo per ricordare il cantautore proprio nella seconda serata.

carissimo ed amatissimo Sanremo, noi ci siamo conosciuti, o meglio io ti ho conosciuto,nel lontano 1958. Allora, mio padre ha ceduto alle insistenze di mia madre, ha comprato un televisore. Mia madre ha fatto una bella copertina di organza con il merlettino, perché resistesse alle intemperie, ed ho assistito al Festival di Sanremo.

“Sono rimasto colpito perché improvvisamente è arrivato un cantante, enorme, bello, bellissimo, con le mani alzate in cielo diceva ‘Volare, nel blu dipinto di blu’. Mamma mia, che emozione, caro Sanremo!
Da allora ho detto ‘In quella scatoletta devo entrarci,e quel Festival voglio farlo’. E tu siccome sei generoso, hai capito che la mia richiesta era, spontanea, e mi ha accontentato. E sono arrivato a fare il primo festival di Sanremo nel ’68. Allora si faceva al casinò. Quando ho fatto le scale del Casinò ho avuto un tremolio, ho pensato ’Ho fatto bene ad accettare?’, quasi quasi volevo tornare indietro. Poi, mi sono presentato e gli organizzatori mi hanno fatto un grande Festival… ragazzi, c’era Louis Armstrong, ed io l’ho cacciato via! Mi ha odiato, sicuramente!

E vinse Roberto Carlos con una canzone bellissima di Sergio Endrigo, ‘Canzone per te’. Pensavo che la mia avventura al Festival fosse finita. Invece tu, caro Sanremo, mi hai voluto per altre dodici volte. Qui go presentato migliaia di cantanti, tutti bravi, quante canzoni abbiano lanciato, eccezionali, che ancora oggi si cantano, perché questo è il bello: Sanremo è Sanremo se si canta sempre!

Tu non ti sei fermato, hai detto ‘No, tu devi scoprire dei talenti’. In Romagna scoprii Laura Pausini… ‘La solitudine’, che successo internazionale! E dopo il Maestro Pippo Caruso mi disse ‘Ho scoperto una cantante con una voce eccezionale, si chiama Giorgia…’. Venne qui a Sanremo con ‘E poi’ come Nuova Proposta, poi vinse con ‘Come saprei’ e nacque un grande mito.

Poi a Roma al quartiere Don Bosco c’era un ragazzo che cantava ‘Terra Promessa’, era Eros Ramazzotti! Quell’anno ho avuto anche la fortuna di battere dei record di ascolti, 74% con 17 milioni all’ultima puntata… Ho l’impressione, però, Claudio, che questo record lo batterai!
Quante risate in questo palcoscenico! Prima Fiorello, unico, Roberti Benigni, quante risate e quanti dolori, e poi tanti altri comici, con il trio Lopez-Marchesini-Solenghi… Caro Sanremo, sei stato veramente buono con me,perché sono stato accanto a tanti personaggi che mai avrei pensato di avvicinare su un palcoscenico. Ho ospitato qui all’Ariston Madonna, Sharon Stone, con cui ho ballato e che ho baciato (certo, poi ho baciato Luciana Littizzetto, ma non si può avere tutto dalla vita)… Poi arrivò una cantante che non aveva neanche diciotto anni, Whitney Houston che cantò un pezzo due volte, ‘All at once’ fu la prima volta… Poi Sanremo sei riuscito ad avere Bruce Springsteen
Io ora devo andare, però devo dirti che gran parte della mia carriera artistica la devo a te, al pubblico della Rai, a questi magnifici direttori d’orchestra, ai tecnici, perché io diventassi Pippo Baudo, nato a Militello Val di Catania
Vi ho raccontato una parte delle mie emozioni, della mia vita…

dice Pippo che evita la commozione e ‘conquist’a il suo 14esimo Festival, annunciando Elio e le Storie Tese, diretti da Peppe Vessicchio.

E ritrova anche Michelle Hunziker, con cui aveva condotto nel 2007.

Pippo è sempre Pippo.

 

(di Giorgia Iovane)

Pippo Baudo a Sanremo 2018

Pippo Baudo tornerà sul palco del Teatro Ariston di Sanremo a cinquant’anni dalla sua prima conduzione, avvenuta, ovviamente, in occasione dell’edizione 1968 del Festival.

Baudo è il conduttore che detiene il record di Festival di Sanremo condotti: il conduttore siciliano, infatti, è stato al timone della kermesse sanremese per ben 13 volte.

Cosa farà Pippo Baudo sul palco dell’Ariston non è ancora stato svelato. Questa è stata la sua dichiarazioni riportata dall’Ansa alla vigilia della sua partecipazione come ospite: “Sono molto contento di tornare a Sanremo. Non so ancora cosa farò. Spero solo di esser all’altezza di un anniversario così importante”.

 

Pippo Baudo a Sanremo

Come già anticipato, Pippo Baudo ha condotto il Festival di Sanremo 13 volte.

La prima è avvenuta nel 1968: in quest’occasione, Baudo condusse il Festival insieme a Luisa Rivelli.

Le successive tre edizioni arrivarono negli anni ’80: nel 1984, fu affiancato da Edy Angelillo, Elisabetta Gardini, Tiziana Pini, Iris Peynado, Isabella Rocchietta e Viola Simoncioni; nel 1985 condusse il Festival insieme a Patty Brard; l’edizione 1987, invece, è nota per gli ascolti della finale che hanno registrato una media di oltre 17 milioni di telespettatori, record ancora imbattuto.

Baudo fu conduttore del Festival di Sanremo, poi, dal 1992 al 1996: il condutttore fu affiancato da Milly Carlucci, Brigitte Nielsen e Alba Parietti nel 1992, da Lorella Cuccarini nel 1993, da Anna Oxa e Cannelle nel 1994, da Anna Falchi e Claudia Koll nel 1995 e da Sabrina Ferilli e Valeria Mazza nel 1996. Dal 1994 al 1996, Baudo ricoprì anche il ruolo di direttore artistico.

Il conduttore tornò al Festival di Sanremo negli anni 2000, per altre quattro edizioni: nel 2002, Baudo presentò la kermesse insieme a Manuela Arcuri e Vittoria Belvedere; nel 2003, al suo fianco, ci furono Claudia Gerini e Serena Autieri; nel 2007, Baudo presentò il Festival insieme a Michelle Hunziker; l’ultima edizione da lui condotta, nel 2008, l’ha visto insieme a Piero Chiambretti, Bianca Guaccero e Andrea Osvart.

L’edizione 1995 restò impressa nella memoria per il tentato suicidio di un uomo (che si rivelò essere solo una messinscena) sventato da Pippo Baudo in persona.

About Fabio Morasca 15 Articles
Blogger dal 2004. Vivo e scrivo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*