Presidente dei Giochi Olimpici – CIO Bach è sconvolto dal crollo di Valeeva, colpendo il suo entourage

Olimpiadi di Pechino 2022 – Pattinaggio di figura – Pattinaggio individuale femminile – Pattinaggio freestyle – Capital Indoor Stadium, Pechino, Cina – 17 febbraio 2022. Kamila Valeeva del Comitato Olimpico Russo ha interagito con gli allenatori Daniel Glickingoz ed Eteri Tutberidze dopo la sua esibizione. Fotografia: Evgenia Novizinina/Reuters

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • Bach dice che è stato “spaventoso” vedere la Valleeva crollare sotto la pressione
  • Il CIO non voleva che gareggiasse
  • Bach dice che il CIO ha bisogno dell’aiuto del governo
  • “Mezzi limitati” per affrontare i problemi delle persone – Bach

PECHINO (Reuters) – Il presidente delle Olimpiadi Thomas Bach ha detto venerdì di aver visto la giovane pattinatrice russa Camila Valeeva crollare sotto pressione alle Olimpiadi di Pechino, dove lo scandalo del doping continua da 15 anni. Vecchia nota a piè di pagina.

La saga ha aperto un dibattito sull’idoneità dell’ambiente olimpico per il palazzo, ma il presidente del CIO Bach ha affermato che il CIO aveva mezzi limitati per agire.

Valeeva, che stava guidando l’evento di pattinaggio artistico femminile dopo il programma corto, ha fatto breccia nel pattinaggio libero giovedì sera, inciampando per finire quarta mentre la sua connazionale Anna Shcherbakova ha pattinato per l’oro. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Devo dire che ero molto arrabbiato ieri quando ho visto la competizione in TV”, ha detto Bach in una conferenza stampa.

“Quanto è alta la pressione su di lei?”

Valeeva ha fallito un test antidoping ai suoi campionati nazionali lo scorso dicembre, ma il risultato non è stato rivelato fino all’8 febbraio, il giorno dopo che Valeeva aveva già aiutato il Comitato Olimpico Russo (ROC) a vincere l’evento a squadre.

READ  No. 1 Gonzaga, sconvolte altre 5 squadre nelle prime 6

L’agenzia antidoping russa ha revocato il divieto temporaneo e la Corte Arbitrale dello Sport (CAS) lunedì ha respinto un ricorso del Comitato olimpico internazionale, della Federazione internazionale di sci (ISU) e dell’Agenzia mondiale antidoping (WADA) di ripristinare la sospensione, permettendole così di competere nell’evento di singolare martedì e giovedì.

Agghiacciante da vedere

“Vederla lottare sul ghiaccio, vederla, come sta cercando di ricostruirsi, come sta poi cercando di finire il suo programma e puoi vedere in ogni movimento, nel linguaggio del corpo, puoi sentire che è enorme, tremendo pressione mentale e forse preferirebbe lasciare andare il ghiaccio e provare a lasciarlo andare. Questa è la storia dietro”, ha detto Bach.

Valeeva ha lasciato lacrime di ghiaccio nascoste dietro le sue mani e singhiozzava nell’area del “bacia e piange” mentre il suo allenatore, Eteri Tutberidi, la affrontava. Per saperne di più

“Perché l’hai lasciata andare? Spiegami, perché? Perché hai smesso completamente di combattere? Da qualche parte dopo l’asse l’ho lasciato andare”, ha detto Tutberidze.

Questa reazione confuse Bach, che disse che era “molto importante” considerare l’entourage di Valeeva. Per saperne di più

“Quando poi ho visto come è stata accolta dal suo stretto entourage… è stato spaventoso da vedere”, ha detto Bach.

“Invece di darle conforto, invece di cercare di aiutarla, puoi sentire questa atmosfera spaventosa, questa distanza e se interpreti il ​​loro linguaggio del corpo, peggiora perché questa è stata una specie di disapprovazione.

“Tutto questo non mi dà molta fiducia nell’entourage più vicino di Camilla”.

Bach ha ammesso che il CIO, pur affrontando questo problema, potrebbe fare ben poco per controllare il gruppo di persone attorno a qualsiasi atleta.

READ  MLB e MLBPA si incontrano martedì; Si dice che la MLB consideri domani l'ultima possibilità per una stagione di 162 partite

“Vediamo che abbiamo mezzi molto limitati per affrontarlo”, ha detto. “Non siamo poliziotti, non possiamo interrogare e abbiamo procedimenti giudiziari formali; le nostre punizioni sono molto limitate.

“In definitiva, è una questione in cui abbiamo bisogno del sostegno dei governi”.

L’Agenzia mondiale antidoping ha affermato di aver avviato un’indagine sull’entourage di Valeeva, che comprende anche, tra le altre cose, il medico della squadra di pattinaggio artistico Filip Shvitsky, che è stato sospeso in passato per doping atleti.

Bach ha anche affermato che il CIO esaminerà anche le regole che si applicano ai minori nelle competizioni in cui anche Valieva è stata autorizzata a competere a causa del fattore attenuante che aveva 15 anni.

“In una concorrenza leale, le stesse regole devono valere per tutti”, ha detto Bach.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Scritto da Julian Britto; Montaggio di Ossian Shine e Himani Sarkar

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply