Rammstein, Deutschland: il video spiegato scena-per-scena da un professore di Oxford

Il video di Deutschland contiene moltissime immagini, moltissime sfaccettature della storia tedesca nell’arco dei secoli. Talmente tante, che si rischia di perdere qualche dettaglio, se non si è ferrati nella materia. E’ per questo che la versione online di Metal Hammer UK ha contattato la dottoressa Alexandra Lloyd, professoressa di Tedesco presso l’università di Oxford. Quella che segue è la traduzione parziale delle sue osservazioni pubblicate da Metal Hammer UK, accompagnate da screenshot fatti da noi, per meglio esemplificare e studiare le scene.

Rammstein, Deutschland: la spiegazione del video

Il video si apre nel 16 d.C., sul lato “barbaro” del confine dell’Impero Romano. I soldati romani si nascondono nei boschi dopo la battaglia della foresta di Teutoburgo, durante la quale furono attaccati da un’alleanza di tribù germaniche, guidate da un capo chiamato Arminius. Furono catturati tre vessilli delle legioni romane, una perdita simbolica e morale, oltre che fisica, e Roma provò a riprenderli per decenni, solo per una questione di principio. La realtà è che Roma non tentò mai più di conquistare le terre ad Est del fiume Reno, conosciute come “Germania”.
Il termine “Germania” non si riferisce solo ad un luogo (che inoltre indica anche “tutti i posti dove non arriva Roma”), ma anche ad una una figura nazionale del popolo tedesco. La Germania è rappresentata come una donna forte, solitamente armata e pronta alla battaglia. Questa figura femminile indossa varie cose simboliche, tra le quali una corazza con incisa un’aquila, una corona ed una bandiera con i colori nero, rosso, e oro. Questa è una cosa da notare, nel video: i colori della bandiera tedesca sono in ogni singola scena.

Nel video, Germania è rappresentata da Ruby Commey, una donna di colore. Si presenta per la prima volta sul campo di battaglia, tenendo in mano la testa mozzata di Till Lindemann.

Nella scena successiva, vediamo degli astronauti che portano una cassa (probabilmente una bara) di acciaio e vetro, e sullo sfondo si può notare un U-Boat, il temibile sommergibile dei Tedeschi usato nelle due Guerre Mondiali.

Si passa poi ad un incontro di boxe, probabilmente ambientato nel periodo della Repubblica di Weimar (1918-1933), un periodo noto per l’instabilità politica ma anche per la grande libertà culturale. Qui, Germania è raffigurata come una soubrette.

La scena successiva ci porta nella Germania dell’Est, in un ufficio arredato con i busti in marmo di Marx e Lenin, e sovrastato dall’emblema nazionale della Germania dell’Est (un martello ed un compasso circondati da spighe di grano), e Lindemann è un sosia del leader della DDR, Erich Honecker.

Nell’ufficio c’è anche un cosmonauta: Sigmund Jähn, il primo tedesco nello spazio, che ha volato con il programma spaziale dell’URSS (e che è anche un personaggio nel film del 2003, Good Bye Lenin!).

Monaci medievali festeggiano grottescamente sulla Germania supina, strappando i crauti e le salsicce dal corpo di Ruby Commey.

Si arriva poi alla scena più scioccante, legata all’Olocausto e il periodo nazista. Quattro membri della band, con le uniformi a strisce dei detenuti di un campo di concentramento, stanno per essere impiccati. Indossano gli emblemi di stoffa usati per identificare i loro “crimini”: un triangolo rosa per i prigionieri omosessuali, una stella gialla per i prigionieri ebrei, una stella rossa e gialla per i prigionieri politici ebrei.

Altre scene del video includono la band che si allontana da un dirigibile in fiamme, riferendosi al disastro Hindenburg del 1937, in cui morirono 36 persone.

I ratti scappano sul pavimento quando i monaci compaiono per la prima volta, suggerendo il pifferaio magico di Hamelin, una leggenda con origini nel 13° secolo.

Germania cammina verso la cinepresa con una giacca di pelle, gioielli d’oro e una fila di proiettili sul petto, simile al carro trainato da quattro cavalli (la “Quadriga”) in cima alla Porta di Brandeburgo a Berlino.

Le teste dei membri della band sono mostrate come busti di marmo bianco, portandoci al monumento Walhalla del XIX secolo in Baviera, costruito come Hall of Fame tedesca, contenente le teste scolpite dei personaggi tedeschi più meritevoli.

Nella prigione, centinaia di banconote cadono dall’alto, suggerendo la devastante iperinflazione che la Germania ha subito negli anni ’20.

Riconosciamo membri della Fazione dell’Armata Rossa (noto anche come il gruppo Baader-Meinhof), un’organizzazione militante attiva negli anni ’70 nella Germania occidentale.

Ci sono scene dei roghi di libri da parte dei nazisti, intervallate a scene di roghi delle streghe – e in un veloce abbraccio “extra-temporale”, nazisti e inquisitori si incontrano, ricordando il rapporto molto criticato tra la chiesa e lo stato durante il Terzo Reich.

La bara di vetro che si vede nel finale richiama il video di Sonne, dove Biancaneve è intrappolato in una bara simile – ed in effetti, una versione per pianoforte di Sonne suona i titoli di coda di Deutschland. Questo è un collegamento utile per capire qualcosa di ciò che Rammstein stanno cercando di dirci: in Sonne, i personaggi della band si liberano di Biancaneve (naturalmente, erano i suoi schiavi sessuali), solo per rendersi conto di aver fatto un errore e desiderare il suo ritorno. La sensazione che si ottiene guardando il video di Deutschland, sembra suggerire che la Germania non puoi amarla, ma non puoi vivere senza di lei. Il testo stesso della canzone lo dice.

In linea generale, ogni scena di Deutschland cattura in un attimo le icone di un’epoca, e il video le alterna sempre più freneticamente man mano che si va avanti. Gli eventi si confondono l’un l’altro, collegati dalla presenza dei membri della band e dal raggio laser rosso che appare in tutto il video, un letterale “fil rouge” (o “sottile linea rossa”, altro riferimento alla guerra), che collega ogni evento.

Il tono violento e pessimista del video sembra essere un messaggio in contro-tendenza per la Germania post-1989, che vuole riconoscere il suo passato in modo critico, mentre guarda al suo futuro con ottimismo come uno Stato nel cuore dell’Europa.
E in realtà, mentre molte delle scene richiamano il medioevo ed il ventesimo secolo, non c’è nessun riferimento alla Germania dopo la caduta del muro di Berlino – si salta invece direttamente nel futuro, dove la band in tutta spaziale porta la Germania nell’ignoto, facendola viaggiare in quella scatola di vetro a forma di bara.

Rammstein, Deutschland: il videoclip

Il video di Deutschland è stato pubblicato il 28 Marzo. Il regista è di Specter Berlin (un esordiente, a quanto pare), ed ha la durata di un vero e proprio kolossal: 9 minuti, con tanto di intro e titoli di coda. E’ il biglietto da visita per il nuovo disco dei Rammstein, in uscita il 17 Maggio 2019.

Per poterlo vedere direttamente da YouTube, occorre autenticarsi per dimostrare di essere maggiorenni, e anche in quel caso si visualizzerà un disclaimer che informa riguardo la possibilità, per alcune persone, di trovare il video offensivo e disturbante.

Rammstein, Deutschland: traduzione in italiano del testo

Grazie alla magia di Google Translate, possiamo fornire una traduzione dal tedesco se non precisa al 100%, almeno utile per capire le atmosfere ed i significati di Deutschland, che descrivono la Germania come un Paese che va amato e odiato.

voi
(Tu hai, tu hai, tu hai, tu hai)
Ho pianto molto
(Pianto, pianto, pianto, pianto)
Separato nello spirito
(Separato, separato, separato, separato)
Uniti nel cuore
(Unito, unito, unito, unito)
noi
(Siamo, siamo, siamo, siamo)
Sono stati insieme per un tempo molto lungo
(Sei, sei, sei, sei)
Il tuo alito freddo
(Così freddo, così freddo, così freddo, così freddo)
Il cuore in fiamme
(Così caldo, così caldo, così caldo, così caldo)

voi
(Puoi, puoi, puoi, puoi)
io
(Lo so, lo so, lo so, lo so)
noi
(Siamo, siamo, siamo, siamo)
la tua
(Rimani, rimani, rimani, rimani)

(Germania)
Il mio cuore in fiamme
Voglio amarti e dannarti
(Germania)
Il tuo alito freddo
Così giovane eppure così vecchio
(Germania)

io
(Tu hai, tu hai, tu hai, tu hai)
Non voglio mai lasciarti
(Piangi, piangi, piangi, piangi)
Puoi amarti
(Tu ami, ami, ami, ami)
E voglio odiarti
(Tu odi, odi, odi, odi)

Prepotente, superiore
Applica, passa
Sorpresa, agguato
Germania, Germania, soprattutto

(Germania)
Il mio cuore in fiamme
Voglio amarti e dannarti
(Germania)
Il tuo alito freddo
Così giovane eppure così vecchio
(Germania)
Il tuo amore
È maledizione e benedizione
(Germania)
Non posso darti il ​​mio amore
(Germania)

(Si)
(I)
(Noi)
(Your)

(Si)
Sovrapotente, superfluo
(I)
Superman, stanco
(Noi)
Se ti arrampichi in alto, cadrai profondamente
(Your)
Germania, Germania, soprattutto

(Germania)
Il tuo cuore in fiamme
Voglio amarti e dannarti
(Germania)
Il mio alito freddo
Così giovane eppure così vecchio
(Germania)
Il tuo amore
È maledizione e benedizione
(Germania)
Non posso darti il ​​mio amore
(Germania)

Rammstein, Deutschland: il testo originale in tedesco

Du
(Du hast, du hast, du hast, du hast)
Hast viel geweint
(Geweint, geweint, geweint, geweint)
Im Geist getrennt
(Getrennt, getrennt, getrennt, getrennt)
Im Herzen vereint
(Vereint, vereint, vereint, vereint)
Wir
(Wir sind, wir sind, wir sind, wir sind)
Sind schon sehr lang zusammen
(Ihr seid, ihr seid, ihr seid, ihr seid)
Dein Atem kalt
(So kalt, so kalt, so kalt, so kalt)
Das Herz in Flammen
(So heiß, so heiß, so heiß, so heiß)

Du
(Du kannst, du kannst, du kannst, du kannst)
Ich
(Ich weiß, ich weiß, ich weiß, ich weiß)
Wir
(Wir sind, wir sind, wir sind, wir sind)
Ihr
(Ihr bleibt, ihr bleibt, ihr bleibt, ihr bleibt)

(Deutschland)
Mein Herz in Flammen
Will dich lieben und verdammen
(Deutschland)
Dein Atem kalt
So jung und doch so alt
(Deutschland)

Ich
(Du hast, du hast, du hast, du hast)
Ich will dich nie verlassen
(Du weinst, du weinst, du weinst, du weinst)
Man kann dich lieben
(Du liebst, du liebst, du liebst, du liebst)
Und will dich hassen
(Du hasst, du hasst, du hasst, du hasst)

Überheblich, überlegen
Übernehmen, übergeben
Überraschen, überfallen
Deutschland, Deutschland über allen

(Deutschland)
Mein Herz in Flammen
Will dich lieben und verdammen
(Deutschland)
Dein Atem kalt
So jung und doch so alt
(Deutschland)
Deine Liebe
Ist Fluch und Segen
(Deutschland)
Meine Liebe kann ich dir nicht geben
(Deutschland)

(Du)
(Ich)
(Wir)
(Ihr)

(Du)
Übermächtig, überflüssig
(Ich)
Übermenschen, überdrüssig
(Wir)
Wer hoch steigt, der wird tief fallen
(Ihr)
Deutschland, Deutschland über allen

(Deutschland)
Dein Herz in Flammen
Will dich lieben und verdammen
(Deutschland)
Mein Atem kalt
So jung und doch so alt
(Deutschland)
Deine Liebe
Ist Fluch und Segen
(Deutschland)
Meine Liebe kann ich dir nicht geben
(Deutschland)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*