Sarah Pauline-NY Times Difamation Tribunal apprende il piano del giudice di archiviare il caso

Tuttavia, Rakoff ha affermato nel suo ordine che la giuria gli aveva assicurato che la sua decisione non li avrebbe influenzati.

“I giudici hanno ripetutamente assicurato al segretario legale della corte che questi annunci non li hanno influenzati in alcun modo né hanno avuto alcun ruolo nelle loro discussioni”, ha scritto il giudice, che è stato nominato dal presidente Bill Clinton e si è unito alla corte nel 1995.

Il giudice ha emesso la sua ordinanza dopo aver discusso la questione mercoledì pomeriggio Intervista a Bloomberg News.

Secondo Bloomberg, “sarei stato deluso se la giuria avesse ricevuto questa notizia”, ​​ha detto Rakoff. “Continuo a pensare che questo sia il modo giusto di gestire le cose”.

Il giudice ha detto al servizio di stampa che “un massimo di tre” dei nove giurati avevano visto avvertimenti di notizie sul suo verdetto. È insolito che i giudici federali conducano interrogatori mentre sono pendenti casi pendenti o appelli.

Gli avvocati di Pauline hanno rifiutato di commentare mercoledì, ma martedì il suo principale avvocato ha detto ai giornalisti fuori dal tribunale che stava valutando la possibilità di presentare una mozione con il candidato alla vicepresidenza repubblicana del 2008 Rakoff o fare appello.

“Abbiamo la nostra visione delle prove, della legge e dei fatti emersi durante questa indagine”, ha affermato Paul Turkel, l’avvocato di Paul. “Valuteremo tutte le opzioni di appello e implementeremo tutte le nostre opzioni per i movimenti in tribunale a livello di processo”.

Turkel ha chiarito che il team di Pauline non ha accettato i tempi e il contenuto della sentenza di Ragoff secondo cui il Times o l’ex editore della pagina editoriale James Bennett non erano riusciti a creare un caso credibile per aver agito con “vera malizia” durante la pubblicazione dell’editoriale del 2017. Il gruppo di azione politica di Pauline ha ucciso e gravemente ferito sei persone in una sparatoria a Tucson sei anni fa.

READ  Quello che sappiamo sulla diffusione del governo cinese - 19

“Ovviamente, abbiamo ritenuto che l’ordine di ieri fosse deludente. A nostro avviso, questa era una conclusione scontata”, ha detto Durkel. “Valuteremo tutte le nostre opzioni”.

Un portavoce del Times ha rifiutato di commentare lo sviluppo mercoledì.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply