Ozark la seconda stagione su Netflix dal 31 agosto, ecco cosa ci aspetta

Ozark
Ozark

Arriva su Netflix il 31 agosto la seconda stagione di Ozark, l’oscuro crime drama mescolato con il family drama, che racconta le vicende di una famiglia alle prese con una deriva criminale nella paludosa zona delle Ozark.

Ozark è il riuscito “gioco” drama di Jason Bateman, finora famoso più per i suoi ruoli comici che per quelli drammatici. Una prova di maturità per l’attore che si cimenta anche in diversi episodi nel ruolo di regista oltre che di protagonista. Una scommessa riuscita che sicuramente non rientrerà tra le produzioni più viste di Netflix (anche se di dati certi non ne esistono) ma di cui la piattaforma non può fare a meno per mantenere un freno alla deriva Young Adult delle proprie produzioni.

Ozark, dove eravamo rimasti?

La prima stagione di Ozark ci ha fatto conoscere la famiglia Byrde, che da Chicago si trasferisce nella zona delle paludi di Ozark per sfuggire a un cartello della droga per cui lavora il capo famiglia Marty. Un uomo normale alle prese con qualcosa più grosso di lui che si ritrova a dar fondo a tutte le proprie risorse per sopravvivere. Finirà per riciclare i soldi di un cartello della droga messicano, dovendo aprire un canale di trattativa con la famiglia Snell che produce e vende la droga sul territorio. Marty e Wendy Byrde prenderanno in mano la situazione riuscendo a tenere unita la loro famiglia e le due parti in affari, imbastendo una trattativa tra i messicani rappresentati da Omar Navarro e la famiglia Snell. Il cartello avrebbe preso l’eroina dagli Snell con un notevole risparmio economico e i Byrde avrebbero lavorato per la costruzione di un casinò nella zona per riciclare i soldi. Tutto precipita proprio nel finale quando dopo una parola di troppo Darlene Snell uccide Navarro.

Ozark cosa aspettarsi dalla seconda stagione

Ozark riparte esattamente come lo avevamo lasciato: con quel colorito bluastro, la faccia contrita di Laura Linney e lo sguardo dubbioso di Jason Bateman.

La seconda stagione di Ozark ruoterà tutta intorno alla costruzione del casinò, necessaria per gli affari dei Byrde una famiglia sempre più sull’orlo del precipizio in cui dopo i genitori anche i figli hanno ormai perso la loro iniziale innocenza.

Wendy, ormai piena coinvolta negli affari del marito, sfodererà il suo sorriso migliore e il suo eloquio più appassionato per fare in modo che la politica e i politici locali non impediscano la costruzione del casinò, fondamentale per la salvezza e il futuro dei Byrde che preparano la loro via di fuga da questi loschi affari. E Marty farà bene a tenersi stretta Ruth una risorsa preziosa e sempre più pericolosa, disposta a tutto per cambiare vita.

Ozark si conferma una serie tv spietata, senza pause e senza la ricerca di sentimentalismi spiccioli: non c’è speranza di salvezza per i suoi personaggi senza precipitare ancor più nell’oscurità. 

Ozark il cast

Martin Marty Byrde e Wendy Byrde sono interpretati da Jason Bateman e Laura Linney. Jason Bateman è stato nominato agli Emmy per il ruolo, oltre ad avere una nomination per la regia di un episodio.

Sofia Hublitz e Skylar Gaertner sono i figli della coppia Charlotte e Jonah Byrde. 

Julia Garner è Ruth Langmore diciannovenne parte di una famiglia criminale del luogo, assistente di Martin nella gestione del sexy club, sogna un futuro migliore magari anche alle spalle di Martin.

Charlie Tahan e Carson Holmes sono Wyatt e Three Langmore figli di Russ Langomre (Marc Menchaca), cugini di Ruth.

Trevor Long è Cade Langmore padre di Ruth.

Janet McTeer arriva nella seconda stagione come nuovo referente del cartello messicano.

Peter Mullan e Lisa Emery sono Jacob e Darlene Snell

About Riccardo Cristilli 192 Articles
Costantemente perso nel Sottosopra, su un'isola, in un universo parallelo in attesa di ricevere l'invito a corte, finendo però in una famiglia moderna. Anni '50, '60, oggi, nel futuro, nel medioevo, nello spazio o in un mondo fantastico. Follia? Probabile, un destino ineluttabile per star dietro a oltre 500 serie tv!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*